Come incorporare un modulo Google in WordPress

Articolo scritto da:
  • WordPress
  • Aggiornato: Nov 08, 2017

Ci sono così tante cose da amare su WordPress. È facile da usare, gratuito, flessibile ed è supportato da una vasta community sempre disponibile ad aiutare i principianti.

Come utente di WordPress da lungo tempo, mi sono divertito a cercare plugin che sovraccaricassero i miei progetti. Questi eccellenti software mi hanno permesso di creare siti web dall'aspetto professionale, pienamente funzionanti e di facile utilizzo senza dover imparare la codifica estesa.

Quando si tratta di usabilità, uno degli strumenti più importanti di cui hai bisogno nel tuo arsenale WordPress è un costruttore di moduli. Permette al tuo pubblico di interagire con il tuo marchio, sia sotto forma di domande generali, richieste di supporto o feedback. I moduli possono anche essere utilizzati per sondaggi che ti aiutano a comprendere meglio il tuo pubblico.

Anche se il repository ufficiale di WordPress offre già molto plugin per la costruzione di formalcuni blogger e professionisti del marketing preferiscono attenersi a G Suite: una piattaforma basata su cloud per webmaster progettata da nientemeno che da Google.

In questo post, ti mostrerò i diversi metodi di utilizzo Moduli Google con i tuoi siti WordPress.

Creazione con Google Forms

Prima di tutto, accedi a Google Forms utilizzando qualsiasi account Google valido.

Sotto "Inizia un nuovo modulo", scegli se desideri iniziare da zero o utilizzare un modello preesistente.

Ovviamente, usare un modello è un enorme risparmio di tempo, soprattutto se sai già cosa stai cercando di ottenere con il tuo modulo. Ma per dimostrare le funzionalità di Google Form, andiamo avanti e partiamo da un modello vuoto.

Per impostazione predefinita, l'editor di moduli principale include un tipo di domanda "scelta multipla". Questo è utile per creare moduli di sondaggio. Se vuoi utilizzare qualcos'altro, fai clic sul menu a discesa "Scelta multipla" per visualizzare le opzioni.
Attualmente, Google Form supporta i seguenti tipi di domande per la raccolta di informazioni diverse.
Per modificare qualsiasi informazione, fai clic sul campo vuoto e digita. Tutto verrà salvato nel cloud, quindi non è necessario preoccuparsi del salvataggio.
Puoi utilizzare tutte le domande che vuoi in un unico modulo. Per fare ciò, fai clic sul pulsante "Aggiungi domanda" nella barra laterale mobile.

Puoi anche utilizzare la barra laterale per aggiungere altri elementi del modulo, ad esempio un'immagine, un video o una sezione separata.

Come regola generale, chiedi solo le informazioni di cui hai bisogno ai tuoi utenti target. Se fai troppe domande o diventi troppo invasivo, gli utenti potrebbero essere scoraggiati per completare la loro presentazione.

Per ulteriori informazioni sulle funzioni di Google Form, fai riferimento al Centro di apprendimento di G Suite facendo clic su questo link.

Invio del tuo modulo Google a WordPress

Ora che sai come utilizzare Google Forms, è ora di imparare come incorporarli sul tuo sito WordPress. L'approccio più semplice è incollare il codice incorporato direttamente in qualsiasi post o pagina.

Per ottenere il codice di incorporamento per il modulo, fai clic sul pulsante "Invia" nell'angolo in alto a destra dell'editor.
Fai clic sui simboli a doppia freccia (<>) per mostrare il codice di incorporamento.
Una volta copiati, vai al dashboard di WordPress e apri la pagina o pubblica dove vuoi che appaia il modulo. Passa all'editor di testo per visualizzare il codice HTML per il tuo contenuto.

Ricorda, se hai incollato il codice embed usando l'editor visuale, il tuo codice apparirebbe così com'è. Usando l'editor di testo dirà a WordPress che è necessario eseguire la riga specifica come codice. Al termine, fai clic sul pulsante "Anteprima" per vedere se il codice ha funzionato.
In alternativa, puoi semplicemente tornare all'editor visivo per verificare se il modulo viene visualizzato correttamente.

L'aspetto del modulo dipende da tre fattori: il tema WordPress corrente, le dimensioni che hai impostato durante la generazione del codice di incorporamento e le preferenze della tavolozza dei colori in Google Forms.

Prendi nota del fatto che il tema di WordPress determina la larghezza dell'area del contenuto del tuo post. Puoi regolarlo tramite codice o installando un altro tema. In alcuni temi, l'area del contenuto si adatta anche alla larghezza completa se si disabilitano i widget della barra laterale.

La tavolozza dei colori, d'altra parte, può essere modificata facendo clic sul pulsante "Tavolozza colori" nell'editor di Google Forms. Se lo desideri, puoi anche caricare immagini anziché utilizzare colori a tinta unita come sfondi.

Usando wpGForm

L'aggiunta di moduli Google tramite i codici di incorporamento sembra abbastanza semplice da non aver motivo di utilizzare plug-in, giusto?

Se il tuo unico obiettivo è incorporare Google Form sul tuo sito WordPress, la risposta è sì. Però, wpGForm fa molto di più che semplicemente integrare le forme. Consente inoltre di nascondere il titolo del modulo, modificare il pulsante di invio, utilizzare captcha e così via.

Ma prima di ogni altra cosa, ricorda che wpGForm funziona solo con la versione precedente dei moduli di Google.

Per accedervi, fai clic sul pulsante "Guida e feedback" e seleziona "Torna ai vecchi moduli".
Dopo aver installato wpGForm, vai alla dashboard di WordPress e fai clic su "Moduli Google"> "Aggiungi nuovo modulo Google".
Successivamente, incolla il link nel modulo nel campo "URL modulo". Puoi ottenerlo andando all'editor di Google Forms e facendo clic su "File"> "Invia modulo".
Dopo aver incollato il link, fai clic sul pulsante blu "Pubblica". Questo è tutto! Se è stato inserito un URL valido, il modulo è pronto per l'uso tramite shortcode. Puoi accedervi selezionando "Moduli Google"> "Moduli Google".

Vale la pena notare che wpGForm è un plugin con una discreta curva di apprendimento. Utilizzando le impostazioni predefinite, il modulo utilizzerà elementi di rendering di base anziché utilizzare il codice di incorporamento.

Ma nelle mani giuste, Google Forms e wpGForm sono una potente combinazione che può portare gli sforzi di raccolta dei dati al livello successivo. Puoi definire le regole CSS, configurare la convalida dell'input, abilitare i campi nascosti e sostituire il testo predefinito nei pulsanti di Google Form.

Per saperne di più sulle cose che puoi fare con wpGForm, puoi fare riferimento alla sezione dei trucchi e suggerimenti che si trova sul sito del creatore Sito ufficiale.

Sei d'accordo che i moduli sono una componente essenziale dell'esperienza utente di WordPress? Se è così, controlla questo post per ulteriori utili plugin per moduli personalizzati che puoi utilizzare.

Articolo di Christopher Jan Benitez

Christopher Jan Benitez è uno scrittore freelance professionista che offre alle piccole imprese contenuti che coinvolgono il loro pubblico e aumentano la conversione. Se stai cercando articoli di alta qualità su tutto ciò che riguarda il marketing digitale, allora è il tuo ragazzo! Sentiti libero di dirgli "ciao" su Facebook, Google+ e Twitter.