Perché Storytelling è una parte vitale del blogging

Articolo scritto da:
  • Suggerimenti per il blog
  • Aggiornato: maggio 07, 2019

Chi sono 78% di gestori pensa che il contenuto sia ancora il futuro del marketing e che il marchio sia il re. Non dovrebbe essere una sorpresa.

Le storie sono vecchie come il tempo.

I primi uomini delle caverne hanno condiviso storie sui muri delle loro dimore, documentando grandi cacce e storie di eroi. Lo storytelling ci fa sedere e prendere atto, ci fa preoccupare e ci lega tutti insieme.

Quando ti fermi e pensi alle storie, ti rendi rapidamente conto che si attengono a noi molto più a lungo dei fatti di base.

Pensa al tuo film preferito. Quali sono i dettagli di quel film? Ora, pensa all'ultima statistica che leggi. Quale è più audace nella tua mente? È probabilmente la storia, perché i nostri cervelli semplicemente conservano meglio queste informazioni.

Incorporare storie nel blogging

Il blogging è in realtà la piattaforma perfetta per la narrazione, perché puoi usare testo, immagini e persino video per far passare la tua storia.

Lou Hoffman, CEO della Hoffman Agency, ha un blog che si concentra sullo storytelling. Condivide che devi pensare un po 'al di fuori della storytelling quando si tratta di blog aziendali.

Quando si tratta di comunicazione aziendale, la narrazione per definizione classica - una narrativa con un inizio, una fine e qualcosa che si muove orribilmente nel mezzo - spesso

tu hoffman
Lou Hoffman

non può essere applicato. Tuttavia, prendendo in prestito le stesse tecniche trovate nello storytelling, nella finzione e nella nonfiction, le comunicazioni aziendali diventano più interessanti e quindi più persuasive.

Lou Hoffman consiglia anche sul suo microblog Storytelling-Techniques.com, affinché i blogger si concentrino su leggerezza, drammaticità e voce, tra gli altri consigli. Spesso chiama lo storytelling il nuovo nero nelle comunicazioni aziendali, il che significa che è una parte vitale di qualsiasi attività di blog aziendale. Hoffman sottolinea che mentre le tecniche di narrazione sono una parte vitale del blog, non è la storia tradizionale con cui sei cresciuto. Concentrati invece sull'aggiunta di elementi della storia, come un personaggio a cui relazionarti o alcuni conflitti da superare.

Suggerimenti per Storytelling

Nancy A. Shenker è un collaboratore dell'Huffington Post e gestisce il blog Cattiva ragazza, buon lavoro.

Nancy conferma ciò che altri studi hanno dimostrato. "Mentre l'attenzione umana diminuisce (fino a un enorme 8 secondi), il contenuto online (ei suoi autori) devono lavorare di più per attirare il lettore."

Nancy condivide i post sul suo blog e altri blog che hanno più successo spesso incorporano lo storytelling.

I miei post più efficaci hanno una grafica accattivante o comica.

nancy a. Shenker
Nancy A. Shenker

Le persone sono stanche di vedere stock art. Più personale è il grafico, meglio è. È anche utile relazionarsi con qualcosa di personale e intrigante, ma alla fine renderlo rilevante per il lettore. A meno che tu non abbia un libro di memorie succoso o sordido, o non sia una celebrità, nessuno vuole davvero sapere della tua vita a meno che non si riferisca anche alla vita del lettore.

Shenker sottolinea che è meglio far sapere al lettore come la storia può essere applicata alla sua vita, in particolare per un business o un blog.

Vantaggio #1: maggiore coinvolgimento

Ci sono molti vantaggi nell'integrare la narrazione nel tuo blog. Probabilmente il vantaggio più evidente è l'aumento del coinvolgimento con i visitatori del sito. Alex Turnbull ha scritto un case study su come lo storytelling ha aumentato il coinvolgimento del blog di Groove di 300%.

Turnbull consiglia di avvolgere i tuoi contenuti in una grande storia. Confronta il contenuto con la medicina e la narrazione con le caramelle e ci dice di avvolgere la medicina con le caramelle, quindi è più appetibile.

Groove ha deciso di eseguire alcuni test divisi. Hanno eseguito due versioni di un post. Uno senza una storia e uno con. Il post che includeva la storia aveva 300% di visitatori in più che scorrevano verso il basso del post, rispetto a quello senza la storia. Oltre a questo, il tempo medio trascorso dai visitatori sul post con la storia era cinque volte più alto di quello sul post senza.

Vantaggio #2. Distinguersi dalla folla

Un altro vantaggio dell'utilizzo dello storytelling nei post del tuo blog è che ti distinguerai dai tuoi concorrenti. Le storie che racconti sono uniche e questo è ciò che aiuterà i tuoi post a essere più memorabili di quelli dei tuoi concorrenti.

Dal momento in cui le persone si sono radunate intorno alla buca per il fuoco e hanno condiviso storie sulla caccia del giorno, l'uomo ha amato una bella storia. In effetti, i nostri cervelli sono perfettamente adatti a rispondere alla narrazione.

Secondo Quick Sprout, spendiamo circa il 65% del giorno che racconta storie ad un altro.

L'uso delle metafore ha un impatto sul cervello del lettore. In uno studio della 2012 Emory University, gli scienziati hanno scoperto che quando descrizioni concrete che includevano la trama attivavano la corteccia sensoriale.

Questa è la parte del cervello che controlla i sensi e questo potrebbe migliorare l'impegno. C'erano altri modi per coinvolgere il cervello in modo attivo che aumentava il coinvolgimento, compresi i verbi dei movimenti ed evitando descrizioni abusate.

Vantaggio #3. Le persone ricorderanno i tuoi messaggi

Poiché i lettori saranno più coinvolti, saranno anche più propensi a ricordare di cosa parla il tuo post. Se la storia è qualcosa a cui il lettore può relazionarsi, allora ricorderà come può applicare le informazioni alla propria vita. Le storie sono ricordate 22 volte più che semplici fatti.

Vantaggio #4. I lettori saranno convertiti in fan

Uno degli obiettivi principali di un blog non è convertire i visitatori del sito in fan? Sia che tu raccolga nomi ed e-mail per un elenco di newsletter o che semplicemente rivisitino il tuo blog ancora e ancora, la conversione dei visitatori in fan aiuterà il tuo blog a crescere nel tempo.

I fan devoti hanno maggiori probabilità di condividere i tuoi contenuti sui social media e con familiari, amici e colleghi di lavoro.

Il blogger veterano Neil Patel condivide la sua strategia di marketing fai crescere il suo blog e colpisci i lettori di 100,000. Mostra come ha realizzato questo condividendo il suo viaggio e creando una connessione emotiva con i suoi lettori attraverso la narrazione.

Sottolinea inoltre che le immagini aiutano a raccontare una storia e condivide che i post di Facebook che includono una foto hanno il più alto tasso di coinvolgimento.

Esempi di marchi che usano Storytelling

Nel corso degli anni qui alla WHSR, ho intervistato diversi blogger. Una cosa che ho notato dei blogger di successo è che usano lo storytelling almeno qualche volta. Ecco alcuni dei post di blog più interessanti che ho incontrato che incorporano la narrazione:

Chipotle inquieto

chipotle inquieto
Screenshot: Chipotle inquieto

Marye Audet-White, che possiede il blog Chipotle inquieto punta ai social media come la sola cosa migliore che fa che spinge il traffico verso il suo blog. Il blog offre diverse ricette, che potrebbero sembrare belle tagliate e secche in superficie, ma Marye tende a dare il proprio giro ai suoi post.

Ad esempio, scrive di biscotti di farina d'avena butterscotch, afferma che la ricetta è stata ispirata da una ricetta scritta a mano che sua madre l'ha lasciata. Questi sono simili agli stessi biscotti che ha mangiato un bambino. Lei strattona le corde del cuore, perché abbiamo tutti un ricordo preferito di un cibo della nostra infanzia. Poi entra nei dettagli su come realizzare i biscotti. Il lettore è già agganciato.

Gioia di casa e giardino

gioia della casa e del giardino
Screenshot di Home and Garden Joy

Jeanne Grunert è un maestro giardiniere e scrive su argomenti di giardinaggio. Usa una varietà di tecniche di narrazione per attirare i lettori nei suoi post sul blog.

Un esempio di narrazione sul suo blog può essere trovato nel post Terreno per orti in contenitore. Comincia parlando di una recente lezione che ha tenuto e di come risponderà ad alcune delle frequenti domande che riceve quando tiene una lezione sul terreno. Questo avvicina il lettore al post facendola relazionare con i partecipanti al workshop.

ProBlogger

Screenshot del post di Problogger.

ProBlogger è di proprietà di Darren Rouse, ma offre articoli di una varietà di blogger. Una delle cose che tutti questi articoli hanno in comune è una forma di narrazione.

Jim Stewart, esperto SEO, scrive sulla velocità del sito e sulla connessione a SEO su ProBlogger. Inizia il post con una storia su un rivenditore australiano e poi collega quella storia alla velocità e perché è importante.

WHSR

Certo, non posso lasciare i nostri fantastici blogger qui a WHSR. I nostri scrittori usano spesso la narrazione per coinvolgere i lettori. Cerchiamo fonti uniche, intervistiamo esperti e raccontiamo storie per dimostrare un punto o offrire un esempio. Un articolo che incorpora tutte queste caratteristiche è della nostra veterana scrittrice Luana Spinetti.

Nel suo articolo 7 Tecniche di storytelling per conquistare il tuo blog, Luana inizia parlando della sua storia personale con blog di nicchia.

Poi passa a condividere le storie di altri, come Alex Limberg, Will Blunt e Alex Turnbull.

Questi sono solo alcuni dei blog che incorporano lo storytelling. Indipendentemente dalle dimensioni dei tuoi lettori, puoi trarre vantaggio dall'integrazione di almeno alcune tecniche di storytelling.

Idee per incorporare Storytelling nei tuoi post sul blog

Ora che vedi i molti motivi per cui è intelligente aggiungere almeno qualche storytelling nei tuoi post sul blog, potresti chiederti come incorporare una storia in alcuni degli argomenti più elaborati.

Ad esempio, supponiamo che tu gestisca un blog per proprietari di piccole imprese e desideri scrivere un post su come conservare le scartoffie per le tasse di fine anno.

Sembra piuttosto noioso, tagliato e asciugato.

Tuttavia, puoi facilmente aggiungere storytelling in questo post in diversi modi:

  • Racconta una storia personale sul tempo in cui non hai organizzato i tuoi documenti, sei stato controllato e ti è costato $ 2500.00.
  • Racconta la storia di qualcuno che conosci che avrebbe dovuto conservare i documenti per le tasse.
  • Trova una storia online, collegala ad essa, riformatta e poi vai al tuo argomento.
  • Racconta una storia dal punto di vista del lettore. Ecco un esempio: “Ti arrampichi ogni anno per trovare le scartoffie per finire le tasse? Quanto tempo perdi a estrarre le ricevute sgualcite dal fondo del cassetto della scrivania? E se potessi risparmiare tempo e denaro nel fare le tasse semplicemente creando un sistema di archiviazione organizzato? "
  • Crea una storia falsa. Se non hai una storia e non riesci a trovarne una, va bene inventare uno scenario. L'ho fatto sopra quando ho inventato il post finto sulle tasse.

Storytelling e social media marketing

Lo storytelling si traduce anche per l'uso sui social media. Non si può negare che il social media marketing è un must per le aziende di oggi. Ci sono circa 1.71 miliardi di utenti su Facebook e un altro 320 su Twitter. Intorno a 27 milioni di contenuti sono condivisi sui social media ogni giorno.

Ma capire il motivo per cui le persone scelgono di condividere alcuni contenuti e non altri può fare una grande differenza in quanta trazione ottieni sui social media.

Conoscere la piattaforma di social media

Innanzitutto, devi capire la piattaforma su cui stai postando, in modo da poter adattare la storia a quella piattaforma. Una storia su Twitter è molto più breve per natura di una storia su Google+. Una storia su Instagram sarà più focalizzata a raccontare una storia con le immagini, mentre una storia su Facebook tenderà a immagini e testo.

Usa il contenuto visivo

La creazione di contenuti visivi aiuta le marche a connettersi meglio con il loro pubblico e produce più informazioni memorabili. La pubblicità di successo non si limita più al denaro, il marketing moderno è diventato focalizzato creativamente e incentrato sul cliente.

I post con video o immagini tendono ad avere un sacco di interazione da parte dei follower. Racconta la tua storia con un breve video e un link per ulteriori informazioni sul tuo sito web. Mentre alcune persone non prenderanno il tempo di leggere il testo, guarderanno un video con informazioni di supporto. Funzionalità come Facebook Live ti consentono di trasmettere in tempo reale e coinvolgere il tuo pubblico.

Fonte: Design Wizard.

Usa didascalie

Anche su piattaforme, come Instagram o SnapChat, puoi utilizzare didascalie per raccontare la tua storia al lettore.

Probabilmente è meglio mantenere la storia breve e puntuale, o semplicemente incoraggiare un clic per ulteriori informazioni. Poiché queste piattaforme sono visive per natura, il pubblico probabilmente non apprezzerà i lunghi frammenti di testo.

Condividi una serie di immagini e post

Un'altra idea che ti aiuterà a raccontare una storia sui social media è quella di creare una serie di immagini e didascalie correlate allo stesso post.

Ad esempio, se hai scritto un post su come migliorare il tuo tratto da golf, potresti creare una serie di foto con suggerimenti brevi come didascalie che portano il lettore a scegliere il club giusto da seguire sullo swing.

Chat di Twitter

Scegli un hashtag della storia e avvia una chat su Twitter sull'argomento del tuo post. Puoi iniziare condividendo un link al post e quindi incoraggiare i follower a porre domande o avviare una discussione sull'argomento.

La tua voce

Una delle chiavi per una buona narrazione è la tua voce personale.

Questa è la cadenza unica che la tua scrittura ha. Pensa alla tua voce come a quell'elemento che condividi con un'amica mentre le racconti una storia davanti a una tazza di caffè. La voce è la tua prospettiva unica del mondo, il modo in cui stringa le parole insieme e persino il ritmo della tua scrittura. Il modo migliore per sviluppare una voce forte e una narrazione forte è semplicemente scrivere. Più scrivi e ricevi feedback da lettori ed editori, più forte sarà la tua voce.

A proposito di Lori Soard

Lori Soard ha lavorato come scrittore ed editore freelance da 1996. Ha una laurea in inglese e un dottorato in giornalismo. I suoi articoli sono apparsi su giornali, riviste, online e ha pubblicato diversi libri. Da quando 1997, ha lavorato come web designer e promoter per autori e piccole imprese. Ha anche lavorato per un breve periodo nella classifica di siti web per un motore di ricerca popolare e studiando tattiche SEO approfondite per un certo numero di clienti. Le piace ascoltare dai suoi lettori.