Come ospitare un sito Web: guida completa per principianti

Articolo di Jerry Low. .
Aggiornato: Mar 31, 2020

Ospitare un sito Web significa semplicemente assicurarsi che il tuo sito Web sia accessibile sul World Wide Web (WWW). Questo di solito viene fatto in due modi. Puoi pagare per l'hosting con un fornitore di servizi o puoi ospitarlo tu stesso sul tuo server - esamineremo entrambi i metodi in questo articolo.

Come funziona l'host web
Come funziona il Web Hosting - I file dei siti Web, come HTML, immagini, video, sono archiviati in server connessi a Internet. Quando gli utenti desiderano visitare il tuo sito Web, digiteranno l'indirizzo del tuo sito Web nel loro browser e il loro computer si collegherà al tuo server. Le pagine Web verranno quindi consegnate agli utenti tramite il browser Internet.

Collegamenti veloci


Come ospitare un sito utilizzando un provider di hosting

L'utilizzo di un fornitore di servizi è il modo più semplice di ospitare un sito Web. Puoi pagare una piccola tariffa mensile e fare affidamento sul fornitore di servizi per prendersi cura di tutte le tue attrezzature, infrastrutture e altre esigenze associate.

Pro dell'hosting con un fornitore di servizi

  • Di solito più economico
  • Il supporto è spesso facilmente disponibile
  • Nessuna necessità di manutenzione hardware
  • Maggiore affidabilità

Contro di hosting con un fornitore di servizi

  • Potrebbero esserci alcune restrizioni al servizio
  • Meno scelte nelle posizioni di hosting

Ecco i passaggi per ospitare un sito Web con un fornitore di servizi di hosting.

5 semplici passaggi per ospitare un sito Web
Ecco i passaggi per ospitare un sito Web con un fornitore di servizi di hosting.

1. Decidi quale tipo di sito web stai costruendo

Esistono due tipi principali di siti Web; statico e dinamico.

È possibile creare semplici siti Web statici utilizzando un'applicazione WYSIWYG (What You See Is What You Get) e quindi trasferirli all'account di hosting.

I siti dinamici sono principalmente basati sull'applicazione e fanno uso di script, database e altri strumenti per generare al volo alcune parti del sito. WordPress e Joomla sono esempi di app CMS (Content Management System) comuni oggi popolari. Altri come Magento e PrestaShop sono utilizzati per i siti Web di e-commerce.

La selezione dell'host Web dipende dal tipo di sito Web che si sta creando. Un host web budget come Hostinger ($ 0.99 / mese) sarebbe sufficiente per un semplice sito Web statico; mentre i siti dinamici richiederanno più risorse del server.

2. Confronta i tipi di web hosting

Proprio come ci sono molte diverse categorie di auto, l'hosting di siti Web è disponibile in vari gusti. Ad esempio, l'hosting condiviso è il più economico e più facile da gestire - sono simili alle auto compatte del mondo.

Man mano che aumenta il tipo di web hosting, lo stesso vale il costo in questione e spesso la complessità della gestione dell'account di hosting. Ad esempio, in VPS Hosting dovresti gestire non solo i dettagli di hosting ma anche l'ambiente in cui è ospitato.

Tre tipi di host web

In breve, i tipi di hosting più comuni sono

  • Hosting Condiviso
  • VPS / Cloud hosting
  • Hosting Dedicato Server

WordPress? Prestashop? Magento? Hosting WooCommerce?

È importante sapere che le applicazioni Web e l'hosting Web non sono la stessa cosa. Alcuni host web offrono piani come WordPress Hosting, PrestaShop Hosting, WooCommerce Hosting e così via. Questi non sono realmente tipi di hosting, ma intendono attirare i laici che potrebbero non avere familiarità con i termini reali di web hosting. Queste offerte di hosting attirano semplicemente gli utenti con i nomi delle applicazioni web più diffuse.

Ad esempio, non molte persone potrebbero conoscere la differenza nei tipi di hosting, ma molti riconosceranno il termine 'WordPress'.

Il tipo di web hosting di cui hai bisogno è in genere definito da:

  1. Il volume di traffico previsto sul tuo sito Web o
  2. Eventuali esigenze specifiche del tuo sito Web potrebbero avere.

La maggior parte dei siti Web che stanno appena iniziando avranno un volume di traffico basso (ovvero pochi visitatori) e gli account di hosting condiviso andranno bene per quelli. La maggior parte degli account condivisi verrà fornita anche con i programmi di installazione delle applicazioni (come Softaculous), ma per garantire che le tue esigenze siano soddisfatte, chiedi all'host se l'applicazione che desideri può essere installata sull'account che stai guardando.

Hosting condiviso vs VPS / Cloud vs dedicato

In termini di prestazioni e gestione, ogni tipo di hosting web ha anche i suoi pro e contro, quindi scegli il tuo di conseguenza.

Come funziona l'hosting condiviso
Hosting Condiviso è spesso economico e facile da gestire ma non include controlli avanzati e non è in grado di gestire elevati volumi di traffico. Puoi get servizi di hosting condiviso da A2 Hosting, Hostinger, InMotion Hosting
Come funziona l'hosting vps
VPS / Cloud Hosting è più costoso e molto versatile. Gli utenti possono installare quasi tutto ciò di cui avranno bisogno su questi account ed essere in grado di far fronte a volumi di traffico variabili a seconda della quantità di risorse pagate. Puoi ottenere servizi di hosting VPS o Cloud da Digital Ocean, Interserver, SiteGround.
Come funziona l'hosting dedicato
Server Dedicati sono i più complessi da gestire e costano di più. Sono molto potenti e possono essere gestiti fino a livello hardware dagli amministratori. AltusHost, InMotion Hosting e TMD Hosting fornire servizi di hosting dedicati.

3. Scegli e acquista un piano di hosting web

Anche all'interno di tipi di hosting, i fornitori di servizi hanno spesso una varietà di piani disponibili. La differenza chiave in questi piani risiede spesso nella quantità di risorse che ognuno riceve. Più risorse ha il tuo sito, più visitatori può gestire.

Quando si tratta di risorse sul web hosting, ci riferiamo in genere a tre elementi principali: processore (CPU), memoria (RAM) e memoria (HDD o SSD). Questi tuttavia non si traducono sempre in buone prestazioni di un host web.

In passato non c'è stato un modo semplice per valutare le prestazioni di un host web. La maggior parte degli utenti ha dovuto fare affidamento su recensioni che, sfortunatamente, normalmente prendono solo istantanee delle prestazioni di un host e raramente lo aggiornano. Per superare questo, prova a usare HostScore, un sito che valuta costantemente le prestazioni degli host web in base alla raccolta di dati in corso. Ciò significa che le valutazioni delle prestazioni dei loro host web sono molto più accurate.

Inoltre, tieni d'occhio le funzionalità a valore aggiunto come SSL gratuito, nome di dominio, crediti pubblicitari, un costruttore di siti Web incluso o altri elementi che possono aiutarti a costruire o commercializzare il tuo sito.

ospita il tuo sito web su A2
Alcuni host web offrono anche altri vantaggi su piani più costosi come ottimizzazioni speciali o miglioramenti. Un buon esempio di questo sono i piani di hosting condiviso su A2 Hosting. Il piano più costoso di quella serie sono le velocità "Turbo" 20X.
Di solito subito dopo aver acquistato un host web, riceverai un'e-mail di benvenuto con i dettagli sulle credenziali di accesso e sul server dei nomi. Mantieni questa e-mail sicura: avrai bisogno delle informazioni per configurare il tuo dominio e accedere al tuo pannello di controllo del server. Schermata che mostra la mia e-mail di benvenuto da HostPapa.

Dopo aver testato e recensito più di 60 servizi di hosting in passato, sono stato in grado di restringerne alcuni migliori opzioni di hosting per diversi casi d'uso.

Host Web per principianti / siti Web semplici

Host Web per aziende / siti Web in crescita

Host Web per sviluppatori / utenti avanzati

4. Acquista dominio e piano

Laddove il tuo web hosting è lo spazio reale in cui si trovano i file del tuo sito Web, devi disporre di un nome di dominio in modo che gli utenti possano accedere al tuo sito. Il nome di dominio si comporta come il tuo indirizzo sul WWW. Come veri indirizzi, ognuno è unico.

Molti piani di web hosting oggi avranno un nome di dominio gratuito, quindi assicurati di verificare se è applicabile al web hosting che intendi acquistare. In tal caso, puoi occuparti del nome di dominio contemporaneamente a quando paghi il tuo piano di web hosting.

In caso contrario, dovrai farlo acquista un nome di dominio separatamente. Questo può essere fatto nello stesso posto in cui hai acquistato il piano di hosting o un altro fornitore di servizi. Se devi acquistare il nome di dominio separatamente, ti consiglio vivamente di cercare altrove.

I nomi di dominio non sono articoli a prezzo fisso e spesso vengono messi in vendita. Alcuni provider spesso vendono a buon mercato nomi di dominio e se sei fortunato puoi prenderne uno per un furto. Namecheap, ad esempio, ha spesso offerto nomi di dominio con uno sconto fino al 98%.

L'eccezione a questo è se sei il proprietario del sito per la prima volta. In tal caso, l'acquisto di un nome di dominio e l'hosting dallo stesso fornitore di servizi potrebbero semplificarti le operazioni con cui iniziare come principiante.

5. Sposta / crea il tuo sito Web sul server

Una volta che il tuo nome di dominio e il tuo piano di web hosting sono pronti è il momento della migrazione. La migrazione del sito può essere complessa, quindi se lo fai per la prima volta, chiedi aiuto al tuo nuovo host. Alcuni fornitori di servizi di hosting offrono migrazioni gratuite del sito.

InMotion Hosting Website Tranfer
Per avviare un trasferimento del sito su InMotion Hosting, accedere alla dashboard AMP> Operazioni sull'account> Richiesta di trasferimento del sito web. Clicca qui per avviare la migrazione gratuita di InMotion.

Se hai creato il tuo sito Web localmente (sul tuo computer), trasferisci semplicemente i nostri file sul tuo server web. Per fare ciò puoi utilizzare il File Manager nel tuo pannello di controllo di web hosting o effettuare il trasferimento utilizzando un client FTP.

Il processo è simile alla copia dei file da una posizione all'altra sul proprio computer.


Come ospitare un sito localmente

Ospitare un sito Web localmente significa essenzialmente utilizzare la propria posizione per configurare un server Web da zero. Ciò significa che sei responsabile di tutto, dall'hardware e software fino alla fornitura della larghezza di banda e ad altre esigenze di infrastruttura.

Pro del self hosting

  • Controllo estremo sull'ambiente di hosting
  • Potenziale per tempi di consegna più rapidi
  • La vostra scelta di attrezzature e fornitori di servizi

Contro di self hosting

  • Può essere molto costoso
  • Non sempre possibile in ambienti residenziali

Attenzione: l'hosting dei server Web a livello locale è complesso e può essere molto costoso. Spesso è anche meno affidabile dell'hosting con un fornitore di servizi.

1. Selezionare Apparecchiature e software

L'hardware del server di base può essere molto simile all'hardware del tuo PC con alcune lievi differenze. In effetti, tecnicamente, potresti prendere il tuo PC (o persino laptop) e trasformarlo in un server web di casa se lo desideri davvero.

La differenza chiave sta nell'affidabilità che desideri sia il tuo server web e nel volume di visitatori che può gestire. Come per i fornitori di servizi, dovrai tenere d'occhio processore, memoria e spazio di archiviazione.

Se si opta per apparecchiature server di fascia alta come un server rack, sarà inoltre necessario assicurarsi che siano soddisfatte le esigenze specifiche di questa apparecchiatura. Questo include spazio, raffreddamento e potenza.

hosting di un sito Web sul proprio server
Esempio di un server SMB HP (source)

Se è necessario che il servizio sia più affidabile, è necessario considerare anche la ridondanza nell'hardware. Ad esempio, eseguendo le unità di archiviazione in RAID, oltre al mirroring attivo dei backup su unità aggiuntive.

Anche le altre tue apparecchiature di infrastruttura come router e modem dovranno essere in grado di gestire elevati carichi di traffico.

Per il software, oltre al tuo sistema operativo, dovrai concentrarti anche sulla piattaforma del tuo server web (al momento, Apache e Nginx sono i più popolari sul mercato). Ciò significa anche che è necessario essere responsabili non solo della configurazione del software, ma anche delle licenze.

2. Garantire una larghezza di banda sufficiente

La larghezza di banda di Internet è fondamentale anche per eseguire il proprio server. In molti casi, la maggior parte di noi sta bene con la larghezza di banda Internet standard poiché stiamo utilizzando connessioni limitate a Internet. Immagina se 30 persone stessero cercando di usare la tua Internet di casa contemporaneamente - questo, e forse di più, è ciò che potresti voler supportare.

Ciò che deve anche essere preso in considerazione è il tuo indirizzo IP. La maggior parte dei piani Internet per la casa sono dotati di IP dinamici assegnati. Per eseguire un server Web, è necessario un IP statico. Questo può essere gestito da un fornitore di servizi come DynDNS o acquistando il servizio dal proprio provider di servizi Internet (ISP).

Impara a calcolare la larghezza di banda di cui hai bisogno.

3. Sviluppare e distribuire il sito Web

La parte successiva è simile all'esperienza di utilizzo di un provider di web hosting, tranne per il fatto che non si ottiene alcun supporto. I tuoi file web devono essere spostati sul tuo host web affinché il tuo sito inizi a funzionare.


Qual è l'opzione migliore per ospitare il tuo sito web?

Come probabilmente dai due esempi qui riportati di utilizzo di un provider di hosting o self-hosting di un sito Web, quest'ultimo può rapidamente diventare incredibilmente costoso e complesso. In realtà lo è (credetemi, l'ho già fatto prima).

A parte la soddisfazione di averlo fatto, ci sono pochi vantaggi reali nel farlo a meno che tu non sia un'azienda che ha esigenze molto specifiche per il tuo sito. Alcuni di questi potrebbero essere requisiti legali o aziendali, ad esempio.

Tuttavia, i fornitori di servizi di web hosting oggi sono diventati molto versatili e in molti casi sono aperti a discutere di esigenze speciali con i clienti. Nella maggior parte dei casi, l'utilizzo di un piano di hosting standard è in genere più che sufficiente.

Gestione delle risorse di hosting

L'hosting di un sito Web, soprattutto se si opta per l'hosting locale, non è mai un'attività da configurare e dimenticare. La gestione delle risorse del server diventerà sempre più importante con l'aumentare della popolarità dei siti Web. Ciò è particolarmente vero quando si hanno più siti Web ospitati sullo stesso server.

Qualche tempo fa abbiamo intervistato Marc Werne, membro dello staff del fornitore di hosting Linux Gigatux.come ha chiesto consigli sulla gestione delle risorse del server. Ecco alcuni dei suoi consigli su come far durare le tue risorse.

1. Scegli un CMS leggero

Potresti volerlo usare Joomla or Mambo così male, ma se la tua corsa di hosting ha meno di 500 MB, potresti voler riconsiderare la tua scelta.

WordPress or Drupal, ad esempio, farebbe un'alternativa leggera e flessibile che ti farà risparmiare MB di web disk e larghezza di banda. Spesso meno è più e leggero non equivale a meno funzionale. Crea un grafico delle tue alternative e scegli il CMS più adatto alle tue esigenze e al tuo pacchetto di hosting.

2. Per il forum: utilizzare miniBB anziché SMF

MiniBB richiede solo meno di 2 MB rispetto ai 10+ MB di SMF, ma è una soluzione di forum completa con un deposito di componenti aggiuntivi, estensioni e plug-in.

Non ti piace il miniBB?

Esistono diverse alternative leggere contro script di forum più grandi. PunBB, FluxBB e AEF ne citano alcuni. Inoltre, pianificare lo scopo del forum prima di installare qualsiasi soluzione: se il tuo obiettivo è raggiungere migliaia di milioni di utenti, potrebbe essere necessario un aggiornamento del pacchetto di hosting. Se si desidera mantenere il personale del forum solo o indirizzato a un numero limitato di utenti, utilizzare in qualsiasi modo le risorse disponibili a proprio vantaggio.

3. Utilizzare un fornitore di newsletter di terze parti

Installa un software per newsletter sul tuo account di web hosting limitato e inizierà a consumare il tuo disco e la larghezza di banda. Sfortunatamente non c'è molto da fare al riguardo, e il più piccolo script di newsletter disponibile - OpenNewsletter - è ancora 640Kb e dovrai contare anche in tutti i problemi di archiviazione.

In confronto - MailChimp, una soluzione di newsletter completa a partire da zero se il tuo pubblico di destinazione è inferiore a 2,000 iscritti e miri a inviare non più di 12,000 e-mail al mese.

Tutti i modelli possono essere personalizzati in modo da non dover ospitare i tuoi e puoi integrare la newsletter con Facebook.

Le buone alternative a MailChimp sono Constant Contact e BenchmarkMail, il cui unico limite è dato dalle opzioni di abbonamento: le persone possono registrarsi solo dal tuo modulo.

4. Impiega un sistema di memorizzazione nella cache

La maggior parte dei proprietari di siti Web personali e di piccole imprese con un budget ridotto sceglie pacchetti di hosting condiviso per risparmiare sugli investimenti. A volte è necessario un aggiornamento per aumentare le prestazioni e accogliere un pubblico più ampio e il traffico che genera, ma se non è possibile, è possibile risparmiare risorse del server utilizzando un sistema di cache che non sovraccarica la CPU.

Gli utenti di WordPress possono installare W3 Total Cache ma se non usi WordPress dovresti provare a ottimizzare la cache del tuo sito Web con gli strumenti resi disponibili dal tuo fornitore CMS. Ad esempio, Joomla può contare su Cache Cleaner or Jot Cache; mentre Drupal ha anche diversi strumenti per le prestazioni della cache.

5. Svuota regolarmente il contenuto dello spam

Sbarazzarsi dello spam sotto forma di e-mail, commenti sui blog, URL di pingback e file che sovraccaricano i server e la quota del database.

Fallo almeno una volta alla settimana per evitare problemi di memoria (ad es. L'eliminazione dei commenti di WordPress funziona solo con una memoria di 64MB, dopo di che otterrai un errore fatale e dovrai aumentare la dimensione della memoria consentita nel tuo PHP.INI file o in wp-config.php nella tua radice di WordPress).

6. Se possibile, utilizzare database esterni

Se il tuo host consente il collegamento remoto al database, utilizzalo sicuramente. Database esterni aiutano ad alleggerire l'utilizzo della quota del tuo disco web perché memorizzano i tuoi contenuti al di fuori del tuo account di hosting. Tuttavia, tieni presente che i database remoti possono essere piuttosto costosi e una seccatura per gli utenti finali.

7. Utilizzare servizi di file hosting di terze parti

Ospita tutte le cose scaricabili su un servizio di file hosting esterno, come Photobucket, Vimeo, YouTube, 4Shared, Giphy e così via.

Non dovresti permettere ai tuoi visitatori, clienti o lettori di caricare contenuti sui tuoi server se le tue risorse sono limitate.

8. Scarica ed elimina regolarmente i file di registro

I file di registro sono stati creati per tenerti informato sull'integrità del tuo sito Web, ma non sono in uso sul server: se non li scarichi e li rimuovi almeno una volta alla settimana, le loro dimensioni aumenteranno per occupare diversi megabyte in un GB. Ciò è particolarmente vero per due registri cPanel:

/ Home / utente / public_html / error_log

e

/ home / user / tmp / awstats /

Il file error_log di solito include errori dinamici come avvisi PHP, errori del database (regole di confronto illegali, ecc.) E commenti spam non passati. Controllare questo file settimanalmente per errori e avvisi, quindi rimuoverlo.

La cartella / awstats /, al contrario, contiene tutti i registri di accesso e i registri delle statistiche per il tuo sito Web. È necessario disabilitare il software AwStats nel proprio account per evitare un aumento dell'utilizzo dello spazio Web poiché il programma memorizza automaticamente i propri file stat o, se non è possibile a causa di privilegi limitati, è necessario contattare l'host e chiedere di disabilitare tutto il software di analisi.


Domande frequenti sull'hosting di siti Web

Che cos'è un host web?

L'hosting web è molto più che lo spazio sul tuo sito web. Comprende anche le esigenze e i costi del software, insieme alla larghezza di banda e una tonnellata di altre micro-esigenze che devono essere gestite. Per maggiori dettagli - I spiegato come funziona un host web in questa guida.

Provider di servizi di hosting vs self-hosting: quali sono le principali differenze?

I fornitori di servizi di web hosting hanno creato ambienti dedicati ai siti Web di hosting. Sono ottimizzati per questo scopo e poiché lo fanno in blocco, spesso sono in grado di fornire il servizio molto più a buon mercato rispetto all'ambiente self-hosting.

Hai bisogno di un host per un sito Web?

Sì, il web hosting è uno dei componenti chiave necessari per la gestione di un sito Web. Per saperne di più: ecco un elenco di migliori società di web hosting Io raccomandai.

Il nome di dominio è un must per eseguire il mio sito Web?

Un nome di dominio è l'indirizzo del tuo sito web. Senza di essa, i tuoi utenti non avranno modo di accedere al tuo sito Web se non conoscono l'indirizzo IP esatto. Impara di più riguardo come funziona il nome di dominio.

GoDaddy ospita siti Web?

Sì, GoDaddy è un fornitore di servizi Web e uno dei suoi prodotti è l'hosting web.

L'hosting condiviso è sufficiente per il mio sito?

Se il tuo sito Web è nuovo, un hosting condiviso è in genere più che sufficiente. La capacità di un hosting condiviso differisce da host a host. Alcuni host web, ad esempio, SiteGround, hanno piani molto forti anche tra le opzioni di hosting condiviso.

Quanti tipi di hosting ci sono?

Esistono quattro tipi principali di web hosting condiviso, VPS, Cloud e hosting dedicato. Ciascuno offre vari livelli di prestazioni, affidabilità e sicurezza.

Quale tipo di hosting è il migliore?

"Best" è relativo: ciò che è meglio per il mio sito Web potrebbe non essere adatto al tuo. In genere, se sei nuovo, un hosting condiviso dovrebbe essere il posto "migliore" per iniziare. I server dedicati sono i più potenti tipi di hosting ma sono anche i più costosi (quindi non sono raccomandati per i neofiti).

Posso usare WordPress sul mio host web?

La maggior parte dei fornitori di servizi di web hosting oggi consente di installare una varietà di applicazioni Web popolari. Questo di solito include WordPress, Drupal, Joomla e molti altri. Per essere sicuri che l'applicazione desiderata possa essere installata, è meglio verificare con il proprio fornitore di servizi.

Perché il mio sito web è lento?

La velocità del sito Web può dipendere da molti fattori. Uno di questi è quanto bene il tuo sito web è ottimizzato. Per sapere cosa influenza le prestazioni del tuo sito, usa uno strumento come WebPageTest o GT Metrix. L'esecuzione di un test qui interromperà i dettagli dei tempi di caricamento, consentendoti di identificare i punti di ritardo nel tempo di caricamento del tuo sito.

Come funziona l'hosting di un sito Web?

L'hosting di un sito Web implica un server Web progettato per servire i file del sito Web ai visitatori del World Wide Web. I componenti chiave coinvolti sono i file del tuo sito Web, un server Web e un nome di dominio tramite cui si accede al tuo sito.

Cos'è l'hosting cloud?

Come suggerisce il nome, gli account di hosting condiviso "condividono" le risorse di un singolo server. Nell'hosting cloud, più server raggruppano le proprie risorse in un "cloud" e queste risorse vengono quindi suddivise in account di cloud hosting.

Cos'è l'hosting gestito?

L'hosting gestito è un tipo di web hosting in cui il fornitore di servizi si assume la responsabilità di mantenere le prestazioni tecniche del proprio account. Questo di solito comprende aggiornamenti tecnici e software.


Letture consigliate

Maggiori informazioni sull'hosting di un sito Web

Sulla creazione di un sito Web