Blogging for Dummies: come iniziare un blog di successo nel 2020

Articolo di Jerry Low. .
Aggiornato: Aug 17, 2020

Hai mai desiderato iniziare il tuo blog? Oppure, hai già un blog di cui non sei sicuro su come passare al livello successivo?

Se la tua risposta è "sì", questa pagina è il posto giusto.

In questa guida ai blog, imparerai:

Perché leggere questa guida ai blog? Un po 'di me stesso

Ho fondato Web Hosting Secrets Revealed (WHSR) nel 2008, e in parte grazie a un grande benvenuto da parte della comunità dei blog siamo diventati sempre più forti. Da allora, WHSR è cresciuto fino a diventare uno dei principali siti della rete per la consulenza di web hosting, e ho attratto al marchio alcune delle voci più forti nel blog contemporaneo - tutti i quali hanno alimentato il loro contributo in questo libro e nel sito, facendo è la risorsa di riferimento per chiunque inizi sulla strada del blogging self-hosted.

Con questa guida senza fronzoli, ti fornirò alcune delle soluzioni più veloci, facili da capire e soprattutto efficaci per i tuoi problemi di blog - selezionati dalla mia esperienza e dalle menti delle persone che amano ciò che fanno.

Pagina del profilo dell'autore del mio problogger
My pagina del profilo dell'autore su Problogger.net - Ho pubblicato regolarmente in una serie di siti di guide di blogger di alto profilo tra il 2015-2018.

Vale ancora la pena scrivere un blog nel 2020?

La frase "ne vale la pena" può essere molto soggettiva. Il blogging è qualcosa di estremamente versatile, possibilmente utile per fare soldi, per la promozione aziendale o semplicemente per occupare il tuo tempo. Ad essere completamente onesti, il vero valore del blogging dipende dall'individuo.

1. Fare soldi online

Ci sono molti modi in cui i blog possono guadagnare denaro e oggi (più su questo nel mio punto # 6), le opportunità per i capaci sono ancora maggiori. I consumatori oggi guardano sempre più agli influencer come fonte di informazioni affidabili. Anche le aziende lo hanno capito.

I marchi hanno dimostrato la loro disponibilità a lavorare a stretto contatto con blogger famosi. Ad esempio, Somersbys ha lavorato con blogger polacchi nel loro file recente campagna di marketing. Il risultato è stato un successo sia per il brand che per i blogger.

Come un altro esempio di questo Hosting WPX ha designato Matthew Woodward di SEO Bloggers come la loro "mascotte ufficiale" per la promozione del prodotto. Le tue opportunità risiederanno nella nicchia che hai scelto, così come la forza del tuo pubblico.

2. Promozione aziendale

Molte aziende commettono l'errore di pensare che un sito ufficiale dall'aspetto accattivante sia sufficiente per una presenza digitale. Tuttavia, le prove hanno dimostrato che le aziende che blog ottengono, in media, 55% in più di visitatori e 434% in più di pagine indicizzate nei motori di ricerca.

Più pagine indicizzate significa una maggiore possibilità di posizionarsi bene nella ricerca, con conseguente maggiore volume di traffico. Più visitatori hai, più alto sarà il tuo volume di conversioni. In effetti, molti marketer B2B sono convinti che il blogging sia il tipo più importante di contenuto online.

3. Solo per divertimento

Tutti hanno bisogno di un hobby e se non prendi le cose troppo sul serio, puoi fondamentalmente blog senza alcun costo. Esistono numerosi provider di web hosting gratuiti decenti, molti dei quali forniranno persino un sottodominio gratuito da utilizzare.

Anche se vuoi qualcosa che funzioni un po 'meglio, questo può essere ottenuto per meno di $ 100 all'anno. Non solo puoi condividere informazioni con un vasto pubblico, ma c'è anche un'alta probabilità che acquisirai competenze di supporto: editing di immagini, SEO e altro.


Quindi ora che abbiamo il palcoscenico, iniziamo!

Capitolo 1. Impostazione di un blog da zero

I seguenti passaggi sono esattamente come ho creato un blog ospitato autonomamente:

  1. Seleziona un host web e un nome di dominio validi
  2. Punta il DNS del tuo dominio sul tuo host web
  3. Installa WordPress sul tuo nuovo host web (molto semplice usando l'auto-installer).
  4. Accedi a WordPress e pubblica il tuo primo post.
  5. E questo è tutto.

Sembra facile? Scommetti!

Ti guiderò attraverso i passaggi seguenti. Sentiti libero di salta al capitolo successivo se sai già come impostare il tuo blog.

1. Seleziona un host web e un nome di dominio validi

Per avviare un blog ospitato da te, devi prima avere un nome di dominio e un account di web hosting.

Il tuo dominio è il nome del tuo blog. Non è qualcosa di fisico che puoi toccare o vedere; ma semplicemente una serie di personaggi che danno al tuo sito web un'identità, come il titolo di un libro o di un luogo. Il tuo dominio "dice" ai tuoi visitatori che tipo di blog stanno visitando.

Il web hosting, d'altra parte, è il luogo in cui memorizzi i contenuti del tuo blog: parole, temi del blog, immagini, video e così via.

Nomi di dominio - Dove registrarsi?

Puoi scegliere e registrare i tuoi nomi di dominio tramite un registrar di domini. Vai papà, NameCheap, Librarsi e Domain.com sono alcuni dei registrar più popolari sul mercato.

Nota che è importante separare la registrazione del dominio dal tuo host web. Solo perché il tuo host web offre un dominio gratuito non significa che dovresti lasciare che la società di hosting controlli la tua registrazione del dominio. Personalmente, utilizzo NameCheap per gestire le mie registrazioni di domini; ma qualsiasi altro registrar di dominio affidabile dovrebbe andare bene. In questo modo, sono in grado di modificare il DNS del mio dominio ogni volta che voglio ed evitare di essere bloccato con un determinato host web. Ti consiglio vivamente di fare lo stesso per la tua protezione.

Web hosting - Dove ospitare il tuo blog?

Per quanto riguarda il web hosting, controlla il mio le migliori scelte di web hosting ed indice delle recensioni di hosting.

Per cominciare, consiglio di iniziare in piccolo con un host web condiviso.

Nell'hosting condiviso - Anche se le risorse di hosting sono più piccole rispetto ad altre (VPS, cloud, ecc.), Avrai bisogno di meno budget (spesso <$ 5 / mese al momento dell'iscrizione) e conoscenze tecniche per iniziare. Quando scegli un host web per il tuo blog, questi sono i cinque fattori da considerare:

  1. Affidabilità - Il tuo blog deve essere stabile e disponibile online 24 × 7.
  2. Velocità - È necessario un host che si carica rapidamente perché la velocità influisce sull'esperienza utente e sul ranking di ricerca.
  3. Prezzi - L'hosting con <$ 5 / mese è un buon inizio, non è necessario un servizio premium in questa fase.
  4. Spazio per crescere - Avrai bisogno di aggiornamenti di hosting (funzionalità extra, maggiore potenza del server, ecc.) Man mano che il tuo blog cresce.
  5. Assistenza - Internet è in continua evoluzione, è sempre bene avere qualcuno che ti sostenga dal punto di vista tecnico.

Hosting blog consigliato per i neofiti

1. InMotion Hosting

avviare un blog utilizzando InMotion Hosting
Ospita due blog su InMotion Hosting per $ 3.99 / mese.

Visita il sito web: https://www.inmotionhosting.com/

InMotion Hosting è un host web che sono disposto a garantire personalmente. Hanno diverse cose che li distinguono dalla concorrenza, tra cui le prestazioni stabili del server (> 99.98% di uptime) e la ricchezza di funzionalità offerte ai siti di base. Soprattutto, i loro prezzi sono un buon punto per i principianti.

2. Hostinger

avviare un blog utilizzando hostinger
Il piano condiviso di Hostinger inizia a soli $ 0.80 / mese.

Visita il sito web: https://www.hostinger.com/

Hostinger è uno degli host web più economici in circolazione, soprattutto durante il periodo di iscrizione alla luna di miele. Nonostante sia una società di hosting budget, Hostinger offre tonnellate di funzionalità di hosting premium adatte ai blogger.

3. SiteGround

avviare un blog utilizzando SiteGround
SiteGround addebita $ 3.95 / mese per aver pubblicato un blog.

Visita il sito web: https://www.siteground.com/

SiteGround è uno dei migliori provider di hosting WordPress ed è raccomandato da WordPress.org. Offrono un'architettura personalizzata simile per un sito che utilizza WordPress come Bluehost (un altro host web consigliato da WordPress.org), anche se a un prezzo inferiore.

Pro Tip: Solo perché un host web è popolare, non significa che sia meglio per il tuo blog. Guarda le prestazioni di hosting e rivedi attentamente prima di prendere una decisione.

2. Punta il DNS di dominio sul tuo host web

Successivamente, dovrai aggiornare il record DNS presso il registrar del nome di dominio (dove hai registrato il tuo dominio al punto 1) per puntare ai server del tuo host web (InMotion Hosting, Hostinger o SiteGround).

DNS è l'acronimo di Domain Name System e viene utilizzato per indirizzare qualsiasi utente in arrivo verso l'indirizzo IP del server. Quindi, quando un utente inserisce "WebHostingSecretRevealed.net", i record DNS recupereranno l'indirizzo IP del mio host web e serviranno il mio sito all'utente.

Pointing domain nameserver
Esempio: indirizzare un sito Web a InMotion Hosting nameserver su GoDaddy.

Ecco le istruzioni dettagliate per l'aggiornamento del DNS del tuo blog all'indirizzo Vai papà or Namecheap.

3. Installa WordPress sul tuo host web

Per iniziare a scrivere sul blog usando WordPress, devi prima installare il sistema nel tuo host web. Questo può essere fatto manualmente o automaticamente usando un'app di installazione con un clic. Entrambi i metodi sono abbastanza semplici e possono essere fatti facilmente.

Installazione manuale di WordPress

A colpo d'occhio, ecco i passaggi che devi fare:

  1. Scarica e decomprimi il pacchetto WordPress sul tuo PC locale.
  2. Crea un database per WordPress sul tuo server web, così come un utente MySQL che ha tutti i privilegi per accedervi e modificarlo.
  3. Rinominare il file wp-config-sample.php in wp-config.php.
  4. Apri wp-config.php nell'editor di testo (blocco note) e inserisci i dettagli del tuo database.
  5. Inserisci i file WordPress nella posizione desiderata sul tuo server web.
  6. Esegui lo script di installazione di WordPress accedendo a wp-admin / install.php nel tuo browser web. Se hai installato WordPress nella directory principale, dovresti visitare: http://example.com/wp-admin/install.php; se hai installato WordPress nella sua sottodirectory chiamata blog, ad esempio, dovresti visitare: http://example.com/blog/wp-admin/install.php
  7. E tu sei finito.

Installazione con un clic di WordPress

La maggior parte dei blogger al giorno d'oggi non installa manualmente il proprio WordPress.

Con il supporto di servizi di installazione con un clic come Softaculous ed Mojo Market Place (dipende dall'host Web in uso), il processo di installazione è molto semplice e può essere eseguito in pochi semplici clic.

Per riferimento, le seguenti immagini mostrano dove è possibile trovare la funzione di installazione automatica sulla dashboard di Hostinger. Per installare WordPress, fai clic sull'icona cerchiata e segui le istruzioni fittizie: il tuo sistema WordPress dovrebbe essere attivo e funzionante in meno di 5 minuti.

Programma di installazione automatica di Hostinger WordPress
Esempio: puoi installare WordPress sul tuo host web in pochi clic usando il programma di installazione automatica di Hostinger (visita Hostinger qui).

Le cose potrebbero apparire diverse per diversi host web ma il processo è sostanzialmente lo stesso. Quindi non preoccuparti se non stai usando uno di questi host che sto mostrando qui.

Perché WordPress?

Personalmente penso che WordPress sia la migliore piattaforma di blog per i neofiti. Sulla base delle statistiche di Built With, oltre il 95% dei blog negli Stati Uniti è realizzato con WordPress. Globalmente, ci sono quasi 27 miliardi di blog funzionano su WordPress.

4. Trova la tua pagina di amministrazione di WordPress e accedi

Una volta installato il tuo sistema WordPress, ti verrà dato un URL per accedere alla tua pagina di amministratore di WordPress. Nella maggior parte dei casi, l'URL sarà simile a questo (dipende dalla cartella in cui è stato installato WordPress):

http://www.exampleblog.com/wp-admin

Vai a questo URL e accedi con il tuo nome utente e password preimpostati; e da lì, sarai ora nel back-end (dashboard) del tuo sito WordPress - questa è la parte del blog a cui solo tu come amministratore puoi accedere.

crea nuovo blogpost
Creazione di un nuovo blogpost nel nuovo WordPress Gutenberg.

L'ultima versione di WordPress in questo momento in cui scrivo è la versione 5.3.2 - per impostazione predefinita verrà utilizzata WordPress Gutenberg come editor di testo. Gutenberg offre molta flessibilità alla piattaforma WordPress. Ciò è particolarmente utile per i principianti poiché molte cose come l'impostazione dei colori di sfondo e altro non richiedono più la codifica. Il sistema a blocchi aiuta anche con la gestione del layout dell'articolo.

Per scrivere e pubblicare un nuovo post, accedi alla barra laterale di sinistra, fai clic su "Post"> "Aggiungi nuovo" e verrai indirizzato alla schermata di scrittura. Fai clic su "Anteprima" per vedere come appaiono le cose sul front-end (cosa vedranno i tuoi lettori), fai clic su "Pubblica" una volta completato il post.

Hola! Ora hai pubblicato il tuo primo post sul blog.

Pro Tip: È una buona idea aggiungere il segnalibro all'URL di accesso wp-admin di WordPress poiché verrai qui molto spesso.


Capitolo 2. Progettare l'aspetto del tuo blog

Ora che abbiamo pronto WordPress nudo, è tempo di fare un tuffo più profondo. Come tutti i CMS, un blog WordPress è composto dagli elementi principali di 3:

  1. CMS Core - il sistema che abbiamo installato in precedenza utilizzando l'auto-installer,
  2. Temi - il "front-end" del tuo blog, è qui che controlli l'aspetto del tuo blog e
  3. plugin - componente aggiuntivo che ti offre controllo e funzioni sul tuo blog (ne parleremo più avanti)

Per progettare o personalizzare le prospettive di un blog, tutto ciò che dobbiamo fare è personalizzare un set di file PHP e CSS che di solito si trovano nella directory / wp-content / themes /. Questi file sono separati dai principali sistemi di WordPress e puoi cambiarli tutte le volte che vuoi.

La maggior parte dei singoli blogger non crea i propri temi blog da zero. Piuttosto, ciò che molti di noi fanno è scegliere un tema già pronto (o un tema grezzo) e personalizzarlo in base alle nostre esigenze. Ci sono un numero infinito di bellissimi temi WordPress su Internet: una semplice ricerca su Google ti porterà a milioni.

Se questa è la prima volta che crei un blog WordPress, il mio suggerimento è iniziare con un tema già pronto e modificarlo lungo il percorso.

Ecco dove puoi ottenere progetti WordPress già pronti:

  1. Directory ufficiale dei temi WordPress (gratuita)
  2. Club tematici WordPress ($ 89 / anno - $ 400 di pagamento una tantum)
  3. Mercato dei temi WordPress ($ 30 - $ 100 pagamento una tantum)

Esamineremo ciascuna opzione di seguito.

1. Directory tematica ufficiale di WordPress

Directory del tema Wordpress

Visita: Directory tematica di WordPress

Qui puoi ottenere tutti i temi gratuiti di WordPress. I temi elencati in questa directory seguono standard molto rigidi forniti dagli sviluppatori di WordPress, quindi, a mio avviso, questo è il posto migliore per ottenere design gratuiti e senza bug.

2. Club di temi WordPress a pagamento

Un altro modo per ottenere temi pagati di alta qualità è iscriversi ai club tematici WordPress.

Se è la prima volta che senti parlare di Club tematici, ecco come funziona: paghi un importo fisso per iscriverti al club e ricevi vari design offerti nei club. I temi offerti nel Club tematico sono generalmente progettati professionalmente e aggiornati regolarmente.

Temi eleganti, Studio Press e Temi artigianali sono tre Club di temi WordPress che consiglio.

Ci sono molti più altri là fuori - alcuni club soddisfano persino un particolare settore, come agenti immobiliari o scuole; ma ne copriremo solo tre in questo articolo.

Temi eleganti

WordPress ha pagato il club tematico
Esempi di temi eleganti - Più di 80 premium temi WordPress, clicca qui per vedere le demo dei temi reali.

Visita: ElegantThemes.com . Prezzo: $ 89 / anno o $ 249 / vita

Temi eleganti è probabilmente il club tematico WordPress più popolare nel settore. Con oltre 500,000 clienti soddisfatti, il sito tematico offre oltre 87 temi meravigliosi e sorprendenti tra cui scegliere. Ti consente anche di scaricare plugin premium che aumenteranno il tuo business online. L'abbonamento su Elegante tema è abbastanza conveniente. Puoi goderti l'accesso a tutti i temi su siti illimitati per $ 69 / anno. Se desideri utilizzare anche i plug-in, devi pagare $ 89 / anno. Se ami i temi eleganti, potresti anche acquistare il piano di vita per un pagamento una tantum di $ 249.

La mia esperienza con Elegant Themes è stata complessivamente positiva e non ho alcun problema a raccomandarli.

È conveniente e facile da usare e le opzioni di personalizzazione sono praticamente infinite. Che tu sia un blogger occasionale o un uomo d'affari con esperienza, Elegant Themes non è solo un ottimo modo per migliorare il fascino estetico del tuo sito Web, ma aiuta anche a rendere il tuo sito navigabile e più user-friendly, che è buono per attirare più traffico e dare impulso al business.

StudioPress

temi di studiopress
Temi WordPress presso Studio Press.

Visita: StudioPress.com . Prezzo: $ 129.95 / tema o $ 499.95 / vita

Se sei un utente WordPress di lunga data, probabilmente hai sentito parlare di StudioPress. È popolare per il suo Genesi quadro, il framework minimalista e SEO-friendly di WordPress per tutti i temi di StudioPress.

StudioPress offre prezzi flessibili in base alle tue esigenze. Il Genesis Framework con un tema figlio è disponibile per un pagamento una tantum di $ 59.99. Il tema premium, che include il Genesis Framework, costa $ 99 ciascuno. Se vuoi accedere a tutti i temi, puoi pagare $ 499.

Temi artigianali

siti già pronti
Siti già pronti offerti da Artisan Themes.

Visita: ArtisanThemes.io . Prezzo: $ 129 - $ 389 / tema

Temi artigianali non è il tuo solito club tematico WordPress. Invece di scaricare temi con layout pre-creati, questo club tematico ti consente di creare un tema da zero utilizzando 20 moduli (inviti all'azione, display affiancati, elementi del portfolio, ecc.).

Puoi liberare moduli sui temi. Due dei suoi temi più funzionali e contemporanei sono Indaco ed moduli. A differenza di altri siti a tema WordPress, puoi acquistare i temi singolarmente solo per $ 129 ciascuno.

Siti già pronti è perfetto per le persone che non vogliono il fastidio di personalizzare un tema WordPress. Scegli semplicemente il tema che meglio descrive la tua attività in modo da poterlo impostare in pochi minuti. Puoi utilizzare i siti Ready Made solo se hai installato il tema dal negozio come specificato.

3. Mercato dei temi WordPress

Il mercato dei temi di WordPress è il luogo in cui è possibile scegliere e acquistare temi di progettazione professionale da più fornitori. Poiché WordPress ha una base di utenti così grande, in realtà ci sono un numero di grandi mercati (e migliaia di venditori e sviluppatori) tra cui scegliere.

Ad esempio, il mio preferito personale - mercato Envato, offre un'ampia raccolta di temi WordPress premium organizzati in modo ordinato in base a temi, data aggiunta, valutazioni degli utenti e prezzo.

dove acquistare il tema wordpress
Il mercato Envato (precedentemente noto come Foresta dei temi) offre decine di migliaia di temi WordPress sviluppati professionalmente (visita).

Capitolo 3. Aggiunta di funzionalità con plugin

Cos'è il plugin WordPress?

Un plug-in è un'applicazione aggiuntiva che viene eseguita su WordPress e aggiunge nuove funzionalità e funzionalità a un blog WordPress. Ci sono oltre 55,000 plug-in Directory ufficiale dei plugin di WordPress.org in questo momento e altre decine di migliaia disponibili in altri mercati.

I blogger usano il plugin per aggiungere ogni tipo di funzione al proprio blog WordPress. Ad esempio, puoi:

Plugin essenziali per i neofiti di WordPress

Se è la prima volta che usi WordPress, ecco alcuni plugin essenziali (e gratuiti) per iniziare:

Plugin per sicurezza e protezione antispam

Plugin per WordPress Akismet

Per sicurezza e protezione antispam - Akismet, Vault Press, WordFence e iThemes Sicurezza sono i plugin che consiglio.

Akismet è uno dei plugin più vecchi che vengono forniti con il tuo WordPress per impostazione predefinita. Questo plugin aiuta a controllare tutti i tuoi commenti rispetto al suo servizio per vedere se sono spam. Raccoglie tutto lo spam e ti consente di rivederlo nella schermata di amministrazione dei "commenti" del tuo blog.

Vault Press, d'altra parte, è un servizio di scansione di sicurezza e backup in tempo reale progettato da Automattic. Questo plug-in offre la funzionalità di backup e sincronizza tutti i post, i commenti, i file multimediali, le revisioni e le impostazioni del dashboard sui server. WordFence e iThemes Security sono plugin che combinano tutte le funzionalità di sicurezza di WordPress necessarie. La funzione principale di questo plugin è di rafforzare la sicurezza di un blog senza doversi preoccupare di funzionalità in conflitto o di perdere qualcosa sul tuo sito o blog.

Per ulteriori informazioni: Ecco alcune altre semplici cose che puoi fare per proteggere il tuo blog WordPress

Plugin per migliorare le prestazioni del blog

W3 plug-in WordPress cache totale

Quando si tratta di ottimizzare le prestazioni del blog, W3 Total Cache ed Prestazioni rapide sono le opzioni più popolari.

Gli altri due plugin di prestazioni che dovresti esaminare sono CloudFlare e WP Super Cache. Cloud Flare è un plug-in gratuito fornito dalla società CDN, Cloud Flare; mentre WP Super Cache è sviluppato da Donncha e Automattic, la società che ha sviluppato e gestisce WordPress ora.

Un plug-in di cache è un must nel moderno mondo dei blog: migliora notevolmente l'esperienza dell'utente aumentando le prestazioni del server, riducendo i tempi di download e aumentando la velocità di caricamento della pagina.

Se il tuo blog contiene molte immagini, potresti aggiungere EWWW Image Optimizer. È un ottimizzatore di immagini con un clic in grado di ottimizzare i file di immagine nella tua libreria. Ha anche la funzione di compressione automatica delle immagini per ridurre le dimensioni delle immagini durante il caricamento. Ottimizzando le immagini, è possibile ridurre i tempi di caricamento della pagina e migliorare le prestazioni del sito.

Per ulteriori informazioni: 8 consigli utili per velocizzare il tuo sito web

Plugin per l'ottimizzazione dei motori di ricerca

Yoast plugin SEO per WordPress

Anche se WordPress è una piattaforma di blogging SEO-friendly, c'è ancora molto da fare per migliorare i tuoi punteggi SEO in loco di base con l'aiuto dei plugin.

WordPress SEO sviluppato da Yoast e All In One SEO pacchetto sviluppati da Michael Torbert sono due ottime aggiunte nella tua lista dei plugin.

Per ulteriori informazioni: SEO 101 per i blogger principianti

Plugin per blocchi Gutenberg

Blocchi Gutenberg personalizzati

Con l'introduzione dell'editor Gutenberg in WordPress 5.0, i blogger ora possono creare contenuti usando un editor basato su blocchi. Per impostazione predefinita, WordPress offre una serie di blocchi di contenuto di base come un paragrafo, un'immagine, un pulsante di invito all'azione, uno shortcode e così via. Aggiungendo plug-in Gutenberg Block, puoi aggiungere elementi più coinvolgenti (ad esempio: FAQ, fisarmonica, profilo dell'autore, carosello, click-to-tweet, blocchi GIF, ecc.) Al tuo blog.

Impilabile, Ultimate Blocks e CoBlocks sono tre plugin Gutenberg Block facili e gratuiti da provare.


Capitolo 4. Trovare una nicchia e creare contenuti

Questo è normalmente il modo in cui un principiante avvia un blog: scrivono del loro lavoro lunedì, degli hobby martedì, dei film che hanno visto mercoledì e delle opinioni politiche durante i fine settimana. In breve, queste persone scrivono semplicemente su un'ampia varietà di argomenti senza un focus primario.

Sì, questi blog avrebbero accumulato un seguito costante tra i loro amici e le loro famiglie; ma questo è tutto.

È molto difficile avere un numero significativo di lettori fedeli quando si bloggano in modo casuale perché le persone non sapranno se sei un critico cinematografico, un critico di cucina o un critico di libri. Gli inserzionisti saranno anche riluttanti a fare pubblicità con te perché non sanno di cosa ti occupi. Per creare un blog di successo, devi trovare una nicchia.

Come scegliere la giusta nicchia di blog?

Per trovare la giusta nicchia di blog, ecco i punti chiave da considerare.

1. Riempi un'esigenza

Se hai mai pensato "Vorrei che qualcuno parlasse di questo", questo è il momento degli a-ha. Se si tratta di un argomento che ti piacerebbe sapere di più, allora è probabilmente un argomento che altre persone vogliono sapere.

Qual è la tua conoscenza unica? Come puoi fornire qualcosa di unico per l'argomento che nessun altro può? Potrebbe anche essere attraverso un'intervista con un esperto.

Esempio: il blog di Gina, Abbracciando Imperfetto, si concentra nell'aiutare le mamme a crescere i bambini con bisogni speciali.

2. Qualcosa di cui sei appassionato

Ricorda che scriverai, leggerai e parlerai del tuo argomento ogni giorno per i prossimi anni. Se non sei interessato al soggetto del tuo blog, sarebbe molto difficile rimanere costantemente in contatto.

Inoltre, ti divertirai a scrivere su questi argomenti.

3. Argomento che mantiene il potere (contenuto sempreverde)

Mentre le polemiche sono grandi, non garantisce che il tuo argomento sarà qui la prossima settimana. Ad esempio, se sei molto appassionato di Vine e inizi un blog incentrato su di esso, quando questo cadrà fuori moda sarai fuori dai contenuti. È meglio concentrarsi su un argomento più generale, come "tendenze social media all'avanguardia" o "app di immagini che fanno rock". In questo modo, se una moda sfuma di moda, il tuo blog può ancora tenere d'occhio qualunque cosa la sostituisca.

4. redditizio

Il tuo blog deve essere presente una nicchia da cui puoi guadagnare.

Chiediti se è un argomento che attirerà i lettori e creerà entrate, sia attraverso la pubblicità che le vendite. Se stai scrivendo blog per supportare la tua attività esistente, il blog attira nuovi clienti? Se stai bloggando solo perché sei appassionato dell'argomento, c'è un modo per monetizzare il tuo blog individuale?

Io uso SpyFu, uno strumento pubblicitario pay-per-click, per stimare la redditività di una nicchia a volte. La mia logica dietro questo: se gli inserzionisti pagano migliaia di dollari a Google Adwords, ci devono essere soldi da fare in questo campo. Ecco due esempi che ho trovato:

_niche2-budget mensile - sport appariscenti
Esempio #1: questa è la statistica pubblicitaria per un produttore di abbigliamento sportivo (pensa a marchi sportivi come Adidas o New Balance ma più piccoli). Questa azienda spendeva più di $ 100,000 al mese su AdWords secondo Spyfu.
Nicchia #3 - fornitore di soluzioni IT - un mercato globale, la maggior parte delle persone che gestiscono un sito ne avrà bisogno. Ci sono 10 - 15 altri grandi giocatori in questo campo. Questa azienda fa offerte sulle parole chiave 3,846 su Google e spende circa $ 60,000 al mese.
Esempio #2: questo è lo stato dell'annuncio per un fornitore di soluzioni IT. C'erano all'incirca 20 altri grandi attori in questa nicchia. Questa società, in particolare, ha acquistato annunci su parole chiave 3,846 su Google e ha speso circa $ 60,000 al mese.

Per ulteriori informazioni: Gina e io ne abbiamo discusso in dettaglio trovare la giusta nicchia di blog in questo articolo - assicurati di controllare se hai bisogno di più aiuto.

Come scrivere buoni contenuti in modo coerente

Ricordo che prima di iniziare a scrivere sul blog in modo professionale, la maggior parte dei blogger e degli scrittori di successo là fuori devono avere qualche trucco magico che li spinge a pronunciare parole fantastiche, giorno dopo giorno. Ho pensato a me stesso che blogger, scrittori, giornalisti e romanzieri dovevano avere un cervello collegato in quel modo.

Non avrei potuto essere più lontano dalla verità.

Ho scoperto che il contenuto non riguarda solo una grande idea, un fatto o un argomento. Si tratta di cosa ci fai e di come lo presenti.

  • Come si confronta questo prodotto con gli altri?
  • Da dove proviene?
  • Cosa c'è di interessante?
  • Cosa non è eccezionale?

Quelle che seguono sono tre idee che ti aiuteranno a parlare dell'argomento del tuo blog in modo coinvolgente.

  • Una guida per principianti a ___________ Compila il prompt sopra con un argomento che qualcuno che non capisce affatto il tuo blog. Ad esempio, se pubblichi un blog sulle torte da forno, il prompt sopra potrebbe diventare: Una guida per principianti alla glassa liscia.
  • 10 bugie che ti sei raccontato __________ Questo è un titolo di avvertimento. Attira il lettore perché vuole sapere cosa ha fatto di sbagliato. Un esempio potrebbe essere un sito di incontri. Il titolo diventerebbe qualcosa del tipo: 10 bugie che ti sei raccontato sul perché sei ancora single.
  • 3 passaggi per imparare __________ Questo titolo è molto versatile. Per riempire gli spazi vuoti per questo titolo, pensa a ciò di cui i tuoi lettori hanno bisogno e vogliono imparare e che conoscenza speciale hai. Se gestisci una scuola di cucina, potresti avere ragione riguardo a: 3 Passi per imparare a preparare il soufflé perfetto.

Queste semplici frasi hanno lo scopo di far correre il cervello e far fluire i tuoi succhi creativi. Quando sei a corto di idee, puoi rivolgerti a questi suggerimenti e trovare qualcosa di cui scrivere.

Per le istruzioni precedenti, prenderai il titolo e riempirai lo spazio vuoto. Questo servirà come idea per un nuovo articolo. Esistono centinaia di modi per completare ciascun prompt. Anche se sei a corto di nuove idee, con questi suggerimenti, non dovrai mai più affrontare questo problema.

Per ulteriori informazioni: Come scrivere in modo coerente almeno un ottimo contenuto a settimana


Capitolo 5. Crescere il pubblico dei lettori

La triste verità per molti blogger là fuori ha impiegato troppo tempo a costruire i loro lettori. Ottenere le prime 1,000 visualizzazioni di pagina può richiedere mesi e alcuni blog molto specializzati non sembrano mai arrivare lì.

Ecco cinque strategie di base che ti aiuteranno a portare il tuo blog dal primo giorno a 1 visualizzazioni di pagina.

1. Scrivi qualcosa che le persone vogliono leggere

Le persone stanno annegando negli aggiornamenti dei social media, nei feed di notizie, nelle e-mail e in diversi tipi di promozioni. È sempre più difficile indurre le persone a leggere i tuoi contenuti. Tuttavia, puoi ancora fare bene se sai chi è il tuo pubblico ideale e cosa stanno cercando. Pensa al divario nella tua nicchia, al tipo di contenuto mancante e al modo in cui puoi dare più valore al tuo pubblico.

Ecco alcune cose che possono aiutarti nella tua ricerca:

  • Utilizza gli strumenti dei social media per tracciare i contenuti di successo sui social media. In tal modo, è possibile generare idee di contenuto che ottengano un buon feedback dai social media.
  • Usa strumenti di contenuto come Rispondi al pubblico per cercare le domande più frequenti poste da Google.
  • Usa il numero di visualizzazioni su YouTube per trovare argomenti che interessano le persone.
  • Utilizza uno strumento di ricerca per parole chiave per determinare gli argomenti specifici che le persone stanno cercando nella tua nicchia. È possibile produrre contenuti in base a tali parole chiave.

2. Connettiti con la tua community

"Shared and done" non è più il nome del gioco.

Devi continuamente condividere i tuoi post, ancora e ancora. Se sei invitato a far parte di una bacheca Pinterest di gruppo che corrisponde alla tua nicchia, registrati, condividi e commenta frequentemente. Se ti iscrivi a un elenco di blogger che la pensano allo stesso modo, è probabile che condivideranno regolarmente i loro contenuti, settimanalmente o giornalmente. Ciò contribuirà a far crescere i tuoi lettori e il tuo coinvolgimento.

Cerca costantemente la tua tribù: premia gli altri membri e connettiti con loro.

Aiuta alle feste di Twitter. Commenta i post degli altri membri. Condividi articoli nelle tue newsletter. Arrotonda e ricompensa i blog che ami inserendone uno ogni settimana o mese.

Chiedi come puoi aiutare qualcuno con un messaggio ospite o offrendo posti per gli ospiti. Vendi i loro prodotti, usa i loro link affiliati, promuovi i loro link sui tuoi social media mentre li tagghi. Con l'arrivo delle opportunità di reclutare i blogger, questi blogger ricorderanno il tuo aiuto e ti inviteranno a partecipare.

3. Assicurati che il tuo blog sia di facile lettura

Mi sento frustrato quando trovo un blog con un titolo Sono completamente eccitato solo di trovare il contenuto con una grande porzione di testo, pochi paragrafi, senza titoli o proiettili e caratteri minuscoli. Questo mi allontana.

Oltre a ciò che ho sperimentato sopra, il tuo blog non dovrebbe gravare i lettori di pop-up e click-through. Invece, presenta il contenuto abilmente ai tuoi lettori. Conosci i vincoli temporali dei tuoi lettori e capisci cosa li spinge a rimanere sul tuo sito.

Ecco cosa puoi fare per rendere il tuo blog più facile da leggere:

  • Ottimizza il tuo blog utilizzando intestazioni, sottotitoli, punti elenco o elenchi numerati. Ciò consente ai tuoi contenuti di apparire più organizzati.
  • Suddividi il contenuto del tuo blog in sezioni o paragrafi. Un muro di testo può sembrare intimidatorio e travolgere i lettori.
  • Evita di usare caratteri fantasiosi. Mantieni i caratteri sicuri per il Web come Arial, Georgia, Times, ecc.
  • Usa un inglese semplice e scrivi in ​​frasi brevi. Punta alla leggibilità del tuo articolo per uno studente di terza media.

4. Commenti sul blog

Prima di tutto, commentare sui blog è probabilmente il metodo più trascurato per creare traffico sul blog, soprattutto perché le persone fanno schifo nel fare conversazioni di qualità e significative con estranei (me compreso). Tuttavia, i commenti sui blog sono un metodo di qualità per la costruzione del traffico che sembra essere gratuito - non posso discutere con quello!

Ci sono due regole d'oro per commentare il blog:

  1. Scrivi sempre un commento di qualità. Se non hai qualcosa di significativo da aggiungere alla discussione, non lasciare un commento (commenti "Grazie - ottimo post" ... sono inutili)
  2. Rilasciare un collegamento solo dove appropriato. Non spam, non importa quanto possa essere allettante; ti ritorcerà contro.

Mentre un'altra regola (forse non una regola d'oro, forse), se lasci un link, non limitarti a fornire l'URL del tuo blog. Invece, collega a un tuo post pertinente che aggiunge valore al post originale e alla discussione. La pertinenza è la chiave qui.

5. Piattaforme di domande e risposte

Forum e piattaforme di domande e risposte sono ottimi posti per sedersi di fronte al tuo pubblico interessato e interessato. Il trucco è monitorare le conversazioni in corso nella tua nicchia in modo che tu possa intervenire quando hai qualcosa di utile da dire (e no, non tutti i post saranno un'opportunità, ma alcuni lo faranno). Avrai bisogno di un buon lettore di feed, come Feedly, per farlo funzionare.

Non trovi una misura esatta o abbastanza opportunità sul punto?

Crea alcuni contenuti personalizzati rilevanti per una conversazione particolarmente accattivante. Ad esempio, se qualcuno ti chiede come fare qualcosa con il codice .htaccess, potresti scrivere un tutorial e pubblicarlo sul tuo blog - quindi, nella sezione Domande e risposte del sito, rispondere al richiedente con un teaser, collegandolo al tuo blog per ottenere i codici e le demo completi. Le probabilità sono che se una persona ha posto la domanda, altre hanno la stessa domanda - e il tuo forum di risposta e link continueranno a consigliarli anche quando sarà il momento.

In termini di quali piattaforme di domande e risposte utilizzare, consiglio

  • Quora, Klout e Yahoo! Risposte: queste sono tre delle migliori piattaforme di domande e risposte generali
  • StackOverflow - se sei un editore che vende libri di programmazione.
  • Tripadvisor - Per i blogger di viaggio

Per ulteriori informazioni: Crescere il tuo blog è un argomento ampio - ho scritto a Guida avanzata di 6,000 parole per far crescere il tuo blog, assicurati di leggerlo dopo aver appreso le basi.


Capitolo 6. Guadagnare con i blog

Sono sicuro che ormai hai sentito parlare di storie di successo di alcuni blogger: persone che hanno iniziato un blog e lo hanno arricchito pochi anni dopo.

Peter Cashmore, fondatore di Mashable, guadagna circa $ 7.2 milioni all'anno e Michael Arrington di TechCrunch guadagna circa $ 10 milioni all'anno. Pat Flynn, blogger di Smart Passive Income guadagna centinaia di migliaia al mese. Lindsay e Bjork di Pinch of Yum hanno realizzato oltre $ 85,000 in un mese di entrate in un mese di entrate.

Mentre diventare papà Warbucks durante la notte potrebbe non essere nel tuo futuro, puoi sicuramente monetizzare il tuo blog e iniziare a guadagnare un po 'di soldi.

Il tuo primo passo per monetizzare il tuo blog è decidere quali sono i tuoi confini.

  • Vuoi annunci sul tuo sito?
  • Che tipo di annunci accetterete?
  • Che tipo di annunci vieterai dal tuo sito?
  • Quale percentuale di annunci rispetto al contenuto desideri?

Fai attenzione, perché se i visitatori del sito e i motori di ricerca vedono il tuo sito come spam, otterrai un punteggio di classifica. Dopo aver impostato alcune linee guida per i tipi e il numero di annunci che accetterai, è tempo di prendere in considerazione alcuni dei modi per monetizzare il tuo blog.

1. Pubblicità diretta

La pubblicità diretta è probabilmente il modo più rapido per ottenere entrate dal tuo blog.

In poche parole; rendi lo spazio disponibile sul tuo blog affinché le società esterne possano fare pubblicità, pagando una tariffa mensile, trimestrale o annuale. Puoi scegliere quali compagnie autorizzare, dove vanno le pubblicità e quanto spazio occupano sul tuo blog!

Ecco alcuni requisiti del tuo blog per attirare gli inserzionisti sul tuo sito:

  • Un blog con un minimo di 1,000 pagine visualizzate al mese e un buon coinvolgimento
  • Un social network ampio ed efficace che segue, ad esempio Facebook, Twitter, Instagram, ecc.
  • Una nicchia chiara e mirata.
  • Posizionamento del motore di ricerca superiore per la tua nicchia.
  • Una presenza e un aspetto professionale per il tuo blog.
  • Un modello o un tema con spazio per la pubblicità. Tieni presente che vuoi che gli utenti leggano e facciano clic, ma non vuoi che siano così sopraffatti dagli annunci che smettono di visitare.

Come iniziare?

Per iniziare, creare un kit multimediale è una guida di informazioni di una pagina che aiuterà i potenziali inserzionisti a conoscere il tuo blog a colpo d'occhio. Dovrebbe includere la misurazione di tutti i numeri dei social media (follower, tassi di coinvolgimento, ecc.), Visualizzazioni delle pagine del blog e visitatori unici, nonché informazioni sul pubblico e sulla nicchia.

Esistono diverse dimensioni di annunci standard per il Web. Più grande è l'annuncio, più dovresti caricare. In genere, la pubblicità viene venduta su base mensile. Trova taglie adatte al tuo blog. Non vuoi impegnarti subito in una grande classifica a capo del tuo blog e poi scoprire che sta allontanando i visitatori.

Le dimensioni degli annunci più comuni (in pixel) sono 125 x 125 px, 150 x 150 px o 300 x 300 px ma ci sono molte altre opzioni. Tieni presente a quanto immobile sei disposto a rinunciare al tuo blog, alla posizione dell'annuncio e alla durata della corsa.

Dimensioni standard per banner pubblicitari.
Dimensioni standard per banner pubblicitari.

2. Marketing di affiliazione

Il marketing di affiliazione è un business basato sulle prestazioni in cui le aziende pagano le persone che promuovono i loro prodotti - queste persone sono conosciute come affiliate.

La maggior parte delle società affiliate paga le affiliate tramite il costo per azione (CPA). Ciò significa che l'affiliato guadagna denaro ogni volta che si svolge un'azione. Questo di solito assume la forma di una vendita (quando qualcuno acquista qualcosa) o di un vantaggio (quando qualcuno si iscrive a qualcosa, ad esempio newsletter, prova gratuita, registrazione, ecc.).

Come iniziare?

Come nuovi blogger, il modo migliore per mettere piede nella porta del marketing affiliato è iscriversi alle reti affiliate. Siti come CJ Affiliato or Shareasale rappresentano una gamma di prodotti di più fornitori. Offrono anche strumenti utili per i nuovi blogger che possono aiutarti a tenere traccia delle vendite e ad agire come intermediari per assicurarti di essere pagato in modo equo.

Quale prodotto affiliato promuovere?

Scegliere quale prodotto affiliato promuovere è un po 'la domanda "il pollo o l'uovo". Dipende da quale direzione preferiresti andare. Molti blogger spesso creano contenuti su argomenti di cui sono appassionati e cercano prodotti affiliati correlati per supportare la loro creazione di contenuti. In alternativa, puoi anche scegliere come target una nicchia specifica che ritieni possa essere adatta a te e creare i tuoi contenuti orientati a tali prodotti.

Prendi in considerazione il fatto che diversi tipi di prodotti vengono spesso con gradi molto diversi di commissioni di affiliazione. I prodotti al dettaglio tendono ad essere commissioni molto basse e i tuoi guadagni dipendono fortemente dalla tua capacità di spingere grandi quantità di tali prodotti. Le commissioni per biglietti grandi sono normalmente per servizi o beni digitali come abbonamenti e software.

Per avere una migliore idea di come potrebbero funzionare alcuni prodotti, è possibile utilizzare i dati della propria rete di affiliazione come guida. In alternativa, una stima di interesse può anche essere ottenuta da strumenti web come Google Trends.

Condividi informazioni commerciante vendita
Esempio: i dettagli del commerciante - inclusi i saldi medi su 30 giorni e le commissioni pagate, sono pubblicati su Shareasale.

3. Vendita di contenuti premium

Se non ti senti a tuo agio nel vendere i prodotti di altre persone, prendi in considerazione la creazione di prodotti personalizzati da offrire. Che si tratti di un nuovo software che aiuta gli imprenditori, un utensile da cucina o una guida pratica, ci sono molti articoli diversi che puoi creare e offrire sul tuo sito web.

Download digitali

Gli articoli più comuni sono ebook e video didattici. Questi articoli si basano esclusivamente sulla tua conoscenza della tua area di nicchia. Vanno un po 'più in profondità dei brevi post sul blog o offrono informazioni molto specializzate. È facile ottenere ebook tramite piattaforme come Pubblicazione su Amazon Kindle ed Smashwords.

Siti di appartenenza

Parlando di informazioni specializzate, alcuni proprietari di blog scelgono di creare un'area separata, basata sull'appartenenza, dove vengono inseriti i migliori articoli o video. Coloro che sono membri possono accedere a queste informazioni. Puoi invogliare le persone a iscriversi offrendo un breve estratto per invogliare il lettore a iscriversi.

Ci sono un paio di chiavi che contribuiranno a rendere più efficace la tua area di appartenenza:

  • Mantenere l'appartenenza abbastanza ragionevole. Pensa $ 5 / mese invece di $ 5 / giorno.
  • Offri ai tuoi membri articoli di qualità, video, relatori e altri eventi. Nessuno vuole pagare per un abbonamento a qualcosa che non viene mai aggiornato.
  • Effettuare pagamenti ricorrenti. Uso PayPal, Stripeo qualsiasi altro modello di fatturazione ricorrente in modo da automatizzare i pagamenti e le cancellazioni dell'iscrizione. Questo è un enorme risparmio di tempo.
fare soldi dal blog
Area di appartenenza creata da Copyblogger in cui i lettori devono registrarsi per accedere ai contenuti premium (vedi esempio).

Per ulteriori informazioni: Trova altri modi per monetizzare il tuo blog e leggi di Kevin Muldoon Case study sulla vendita di BloggingTips.com per $ 60,000.


Capitolo 7. Utilizzo degli strumenti gratuiti di blog

Anche se esistono utili strumenti e servizi web gratuiti online, il problema è raccoglierli tra tutti gli altri strumenti e / e strumenti obsoleti.

Come regalo di addio per leggere la mia guida fino a qui, ti fornirò una lista di strumenti gratuiti che useremo continuamente a WHSR. Buona fortuna e ti auguro il successo nel tuo blog.

scrittura

  • Dopo la Scadenza - Controllo avanzato della grammatica e dello stile.
  • Grammarly - Assistente di scrittura web più popolare.
  • Hemingway App - Scrivi breve e in grassetto con questo strumento.
  • Freedom.to - Blocca i siti Web che distraggono in modo da poterti concentrare sulla scrittura.
  • zimbello - Strumento di scrittura senza distrazioni.
  • Evernote - L'unico strumento che necessita di presentazioni.

Modifica immagini

  • Fotor - Modifica e progetta bellissimi strumenti di immagini per post sui social media, poster, inviti, ecc.
  • canva - Progetta belle immagini e post sui social media.
  • Design Wizard - Crea belle immagini utilizzando modelli gratuiti e immagini già pronte.
  • JPEG Mini - Riduci le dimensioni dei file .jpeg.
  • Piccolo PNG - Riduci le dimensioni dei file .png.
  • Skitch - Prendere appunti sull'immagine.
  • Pic Monkey - Premiato strumento di modifica delle immagini.
  • Pik to Chart - Semplice strumento di creazione infografica.
  • Pixlr - Strumento di modifica delle immagini.
  • Favicon.io - Il miglior generatore di favicon di sempre.

Foto Stock & Immagini

  • Icona Finder - Enorme directory gratuita di icone.
  • File Morgule - Più di 350,000 immagini per uso commerciale.
  • Stock Snap - Sito di directory di immagini con belle foto gratuite aggiunte settimanalmente.
  • Icone gratuite WHSR - Icone gratuite progettate dal nostro designer interno.

Riferimenti e ricerche

Social media, marketing e SEO

Web Analytics e produttività

Test di velocità del sito Web

  • Bitcatcha - Controlla la velocità del sito da 10 posizioni.
  • Test pagina web - Controlla la velocità della pagina web in dettaglio.
  • GT Metrix - Testare e tracciare la velocità di caricamento della pagina Web in dettaglio.

Domande frequenti sui blog

1. Quanto costa iniziare un blog?

I costi stimati per l'avvio di un blog che include un nome di dominio e un web hosting sono inferiori a $ 100 all'anno (meno di $ 10 al mese). Questo costo è basato su un blog self-hosted (usando WordPress). La suddivisione del costo sarebbe: $ 15 all'anno per un nome di dominio .com e circa $ 60 all'anno per la tassa di web hosting.

2. Come vengono pagati i blogger?

Per avere una visione migliore di come vengono pagati i blogger, li ho classificati in 2 tipi: uno è dove ti occupi direttamente di clienti o inserzionisti, mentre l'altro è dove ti unisci a un programma offerto da un'azienda o una rete.

Quando hai a che fare direttamente con clienti o inserzionisti, hai un maggiore controllo sui prezzi. Puoi guadagnare soldi tramite:

- Vendita di contenuti premium (sito di appartenenza)
- Pubblicità diretta
- Vendere il tuo prodotto
- Bacheche di lavoro
- Scrivere e pubblicare post sponsorizzati

3. Come avviare un blog gratuitamente?

Esistono numerose piattaforme in cui è possibile avviare un blog gratuito oggi, tra cui WordPress.com, Tumblr o Blogger. Per creare un blog gratuito, tutto ciò che devi fare è iscriverti e puoi iniziare a pubblicare i tuoi contenuti.

4. Qual è il problema dietro una piattaforma di blog gratuita?

Niente viene gratis nel nostro mondo. Ci sono una serie di svantaggi con una piattaforma di blog gratuita:

- Ci sono regole stabilite da ogni piattaforma che devi osservare
- Il nome di dominio del tuo blog sembra essere un sottodominio come "myblogname.wordpress.com" o "myblogname.tumblr.com"
- Ci sono funzionalità limitate, plugin e selezione di temi che puoi fare sul tuo blog
- Di solito, le piattaforme gratuite limitano l'opportunità di monetizzare il tuo blog

Consiglio vivamente di iniziare il tuo blog usando un WordPress.org self-hosted (come quello che ho trattato in questa guida). Oltre a superare la limitazione del blog gratuito, la crescita potenziale del tuo blog è illimitata.

Esistono numerose piattaforme in cui è possibile avviare un blog gratuito oggi, tra cui WordPress.com, Tumblr o Blogger. Per creare un blog gratuito, tutto ciò che devi fare è iscriverti e puoi iniziare a pubblicare i tuoi contenuti.

Ma ecco il trucco:

  • Ci sono regole stabilite da ogni piattaforma che devi osservare
  • Il nome di dominio del tuo blog sembra essere un sottodominio come "myblogname.wordpress.com" o "myblogname.tumblr.com"
  • Esistono funzionalità, plug-in e selezione dei temi limitati che è possibile effettuare sul blog
  • Di solito, le piattaforme gratuite limitano l'opportunità di monetizzare il tuo blog