Dovresti disabilitare i trackback e i pingback sui messaggi WordPress?

Articolo scritto da:
  • WordPress
  • Aggiornato: Sep 27, 2015

Prima di capire come disabilitare i trackback e i pingback, forse dovremmo esaminare quali sono i trackback e i pingback e se sono davvero necessari.

Cosa fa effettivamente un trackback / pingback?

  1. Yvone scrive qualcosa sul suo blog.
  2. Kathleen vuole commentare il blog di Yvone, ma vuole che i suoi lettori vedano quello che ha da dire e possano commentare sul suo blog.
  3. Kathleen pubblica sul suo blog e invia un trackback al blog di Yvone.
  4. Il blog di Yvone riceve il trackback e lo visualizza come commento al post originale. Questo commento contiene un link al post di Kathleen.

Ora, ovviamente, questo aumenta l'interazione e Yvone è in grado di esprimere la sua opinione sul post di Kathleen. Ciò introduce entrambi i blog a un nuovo pubblico e lettori diversi. Il post di Kathleen sul suo blog non contiene l'intero articolo di Yvone, ma solo un estratto. Potresti considerarlo simile al trailer / teaser per un film.

I pingback sono molto simili, l'unica differenza è che sono automatizzati. Sono stati progettati per risolvere un problema di trackback che mancavano di autenticità. Devi ricordare che non importa cosa dice Kathleen sul post di Yvone; sul blog di Yvone ottiene l'ultima parola e può modificare il trackback come meglio crede.

I pingback mostrano gli estratti come fanno i trackback. La differenza sta nel fatto che pochissimi temi WordPress mostrano effettivamente questi estratti.

Il buono e il brutto

Avere il tuo sito Web menzionato su altri siti Web è quasi sempre buono per le classifiche dei motori di ricerca. A parte questo, avere un blog di alto livello che menziona il tuo sito Web e commentare qualcosa che hai pubblicato invierà sicuramente un po 'di traffico a modo tuo. Aiutano ad aggiungere interazione e incoraggiano il dibattito sulle opinioni che esprimi sul tuo sito web.

Sarai anche a conoscenza di qualsiasi sito Web collegato ai tuoi contenuti, forse un sito Web che raggruppa i contenuti di diversi siti Web e crea un miscuglio di contenuti per fare soldi.

Il problema più grande sia con i trackback sia con i pingback è la quantità di spam spregevole. Le persone che cercano di aumentare i propri siti Web in termini di ottimizzazione dei motori di ricerca tenteranno di utilizzare il tuo sito Web come catapulta per i propri siti Web, aggiungendo l'URL del loro sito incessantemente ad altri siti Web.

Molte persone aggiungono sinceramente i tuoi link con buone intenzioni, ma molto più spesso un bot antispam sta inviando URL per scopi piuttosto egoistici a migliaia di siti.

Se è spam e finirà insieme ai tuoi commenti, dovrai moderarli. Questo processo è un'impresa enorme e una perdita di tempo.

Sebbene lo spam influisca in misura minore sia sui trackback sia sui pingback, con i pingback, dovrai anche gestire i ping automatici. Chiunque gestisca un sito Web o scriva regolarmente conosce un buon modo per mantenere l'attenzione del pubblico è di collegarsi a diversi articoli tramite link interni.

Il problema è che WordPress non discrimina tra ping di altri siti Web e ping causati da pratiche di collegamento interne. Di conseguenza, dovrai moderare anche i ping automatici.

Utilizzo di strumenti anti-spam come Akismet o altri strumenti come menzionato in questo precedente post intitolato "Come fermare gli spammer sul tuo sito WordPress"Ti aiuterà a combattere lo spam nella cartella dei commenti.

Avete bisogno di trackback e pingback?

La risposta a questa domanda si trova in un'altra domanda: "Quando è stata l'ultima volta che al tuo blog è stato inviato un trackback o pingback legittimo?"

Per usare un eufemismo, i trackback sono quasi certamente un fastidio e pingback, anche se genuini, molto raramente aggiungono valore al tuo sito web. Se ritieni che spendere tutto quel tempo per ordinare i commenti spam, anche con l'aiuto degli strumenti di smistamento spam è un esercizio esaustivo e, in definitiva, infruttuoso, forse è nel tuo interesse che ti sbarazzi del tutto.

Togliendoli

Dal menu di WordPress, apri Impostazioni> Impostazioni discussione. Deseleziona "Consenti notifiche link da altri blog (pingback e trackback)." E hai finito.

DiscSettings

Ora per i self-ping, è possibile prevenirli deselezionando "Tentativo di notificare qualsiasi blog collegato a dall'articolo".

Abbiamo gestito con successo trackback e pingback per articoli futuri. Per disabilitare i trackback e i pingback per i post esistenti, è possibile utilizzare Semplice trackback Disabler.

Se hai dimestichezza con l'esecuzione di una query SQL, leggi questo post su WPBeginner che fornisce lo snippet di codice necessario che devi eseguire dallo spazio del tuo server web usando phyMyAdmin.

Considerazioni finali

Gli strumenti anti-spam possono migliorare notevolmente la tua capacità di gestire lo spam da trackback e pingback. Ma dal momento che 99% di trackback e pingback è spam, perché preoccuparsi? Se ti senti in quel modo, probabilmente è meglio che ti sbarazzi completamente di loro.

Crediti per l'esempio: WordPress.org

A proposito di Vishnu

Vishnu è uno scrittore freelance di notte, lavora come analista di dati di giorno.

Collegare: