Come ripristinare un backup del tuo sito WordPress

Aggiornato: 2020-10-15 / Articolo di: WHSR Guest

Con una lunga WordPress alimentando più di 38% di Internet, ora è diventato molto facile creare e mantenere un sito web. Tuttavia, ci sono molte funzioni di cui occuparsi. Dì che devi migrare il sito web della tua azienda a un host web diverso. Non sei preoccupato - dopo tutto, l'hai già fatto prima.

Ma cosa succede se dopo aver completato la migrazione, scopri che alcuni file WordPress critici non sono stati migrati? Sfortunatamente, non esiste un semplice pulsante "Ripristina" o "Annulla" che potrebbe invertire questa situazione. Questo è il motivo per cui è importante mantenere il backup del sito Web: è possibile ripristinare i file e ripetere la migrazione.

Esistono diversi modi per ripristinare i siti Web di WordPress dal backup, di cui parleremo nelle sezioni seguenti. Ma prima, comprendiamo i vari componenti di un sito Web che devono essere sottoposti a backup e ripristinati.

I componenti chiave di un sito WordPress

Qualsiasi installazione di WordPress comprende vari componenti, che sono i suoi elementi costitutivi essenziali. Ci sono 4 componenti WordPress di cui dovresti sempre eseguire il backup:

  • Core di WordPress - Questo costituisce i file principali di WordPress, inclusi il codice sorgente, le funzioni di WordPress e le impostazioni del sito web.
  • Database WordPress - Comprende i file back-end di WordPress che memorizzano le informazioni del tuo sito web. Ciò include tabelle di database contenenti record vitali come credenziali utente, articoli, post di siti Web e metadati di siti Web.
  • WordPress plugin - Si tratta di componenti aggiuntivi o strumenti di terze parti integrati nell'installazione di WordPress per migliorare la funzionalità complessiva. Possono essere facilmente scaricati dal repository di WordPress e aggiunti al tuo sito.
  • Temi WordPress - Queste sono ancora applicazioni di terze parti utilizzate per migliorare l'aspetto generale e il design del tuo sito web. Come i plugin, ce ne sono molti temi gratuiti per WordPress disponibile nel repository e in altri mercati online.

Un backup di WordPress contiene in genere tutti questi quattro componenti. Di conseguenza, ripristinare un backup significa ripristinare questi componenti sul sito web. Vediamo ora come eseguire il processo di ripristino.

Due metodi per ripristinare il backup di WordPress

Puoi eseguire un ripristino di WordPress utilizzando uno dei seguenti metodi:

  1. Ripristino manuale utilizzando lo strumento phpMyAdmin o un ripristino del database utilizzando il Strumento MySQL.
  2. Ripristino automatico utilizzando un plug-in di backup di WordPress.

Strumenti necessari per ripristinare un backup di WordPress

Esamineremo ciascuno di questi metodi di ripristino in modo più dettagliato nella sezione successiva. Tuttavia, per eseguire ripristini manuali, è prima necessario disporre di:

  • Accesso al phpMyAdmin strumento (fornito dal provider del tuo host web) sul tuo sistema.
  • La copia di backup dei dati del tuo sito web che desideri ripristinare.
  • An Strumento FTP come FileZilla.
  • Diritti dell'utente per modificare i file del database, inclusi modifica, taglio e copyright.

Metodo n. 1: eseguire il ripristino manuale utilizzando phpMyAdmin

Se hai utilizzato lo strumento phpMyAdmin per eseguire il backup del tuo sito, puoi utilizzarlo facilmente anche per ripristinare il backup. Puoi scaricare lo strumento phpMyAdmin da solo o utilizzare lo strumento preinstallato fornito dal tuo provider host web dal loro pannello di controllo.
Ecco i passaggi che devi eseguire:

  1. Accedi a phpMyAdmin utilizzando le tue credenziali utente.
PHPMyAdmin può essere utilizzato per eseguire il backup e il ripristino dei dati del tuo sito web.
PHPMyAdmin può essere utilizzato per eseguire il backup e il ripristino dei dati del tuo sito web.
  1. Dopo aver effettuato correttamente l'accesso, vai alla sezione "Database" dello strumento, dove puoi visualizzare l'elenco completo delle tabelle di database per il tuo sito web.
  2. Seleziona il database in cui desideri ripristinare il backup del database.
  3. Prima del ripristino, rimuovere tutte le tabelle esistenti dal database selezionato. Per farlo, semplicemente:
    • Fare clic su "Fare clic su tutto" per selezionare tutte le tabelle all'interno di quel database.
    • Fare clic su "Drop" dall'elenco "With Selected".
  4. Per importare i dati di backup nel database, vai alla scheda "Importa" nella tua interfaccia phpMyAdmin.
  5. Dalla nuova finestra, fare clic sul pulsante "Sfoglia" per selezionare la cartella del computer da cui si desidera importare i dati di backup.
  6. Infine, fai clic sul pulsante "Vai" per importare e ripristinare i dati di backup nel database del tuo sito web.

Esecuzione del ripristino manuale utilizzando MySQL

Se hai familiarità con i comandi SQL e hai creato i backup del tuo sito web utilizzando lo strumento MySQL, puoi ripristinare i file di backup utilizzando lo stesso.
Ecco i passaggi manuali che devi eseguire:

  1. Decomprimere o estrarre i file di backup (file * .tar.gz o * .bz2) utilizzando i seguenti comandi SQL:

Nota: se il backup del database era * .tar.gz (ad esempio: blog.bak.sql.tar.gz, allora)

tar -zxvf blog.bak.sql.tar.gz

Nota: se il backup del database era * .bz2 (ad esempio: blog.bak.sql.bz2, allora)

[email protected]: ~ / files / blog> bzip2 -d blog.bak.sql.bz2
  1. Dai file decompressi, copia e incolla le seguenti query SQL nel tuo database MySQL:
[email protected]: ~ / files / blog> mysql -h mysqlhostserver -u mysqlusername -p databasename <blog.bak.sql Inserisci password: (inserisci la tua password mysql)
[email protected]: ~ / files / blog>

Con ciò, puoi ripristinare i backup del database sul tuo sito Web WordPress.

Sebbene entrambi questi metodi manuali siano efficienti, sono utili solo per ripristinare i file di database di WordPress. È necessario eseguire alcuni passaggi manuali aggiuntivi per ripristinare altri componenti di WordPress dal backup disponibile. Inoltre, per eseguire ripristini manuali, è necessario disporre di conoscenze tecniche sufficienti per eseguirlo senza problemi sul sistema e risolvere i problemi se si verificano problemi.

Una migliore opzione di backup e ripristino per utenti WordPress inesperti o non tecnici è il ripristino automatico utilizzando uno strumento plug-in di backup e ripristino di WordPress.

Metodo n. 2: esecuzione del ripristino automatico utilizzando un plug-in

Diamo un'occhiata a come puoi usare il file BlogVault plugin per ripristinare un backup. Crea e archivia più versioni dei backup del tuo sito web in un luogo sicuro e indipendente. Durante il processo di ripristino, puoi selezionare una qualsiasi di queste versioni di backup da ripristinare sul tuo sito web.

Per eseguire un ripristino automatico:

  1. Innanzitutto, accedi e seleziona il sito Web che desideri ripristinare.
  2. Dalla pagina "Dettagli sito" che si apre, fare clic sul pulsante "Ripristina sito" (mostrato di seguito).
  3. Il tuo sito Web WordPress verrà ripristinato dall'ultimo backup disponibile.
Il processo di ripristino di BlogVaults è semplificato ma dettagliato; puoi scegliere quale versione del backup desideri ripristinare.
Il processo di ripristino di BlogVaults è semplificato ma dettagliato; puoi scegliere quale versione del backup desideri ripristinare.

Il processo di ripristino di BlogVaults è semplificato ma dettagliato; puoi scegliere quale versione del backup desideri ripristinare.

In alternativa, se desideri ripristinare un'altra versione del backup del sito web:

  1. Fare clic sul pulsante "Mostra tutti i backup" dalla sezione "Backup". Verrà visualizzata l'intera cronologia delle versioni di backup per il sito Web specifico.
  2. Fare clic su "Ripristino automatico" per la particolare versione del backup che si desidera ripristinare.
  3. Inserisci il tuo FTP credenziali.
  4. Seleziona la cartella in cui è installato WordPress (ad esempio, la cartella "public_html", se stai utilizzando il pannello di controllo fornito dal tuo host web). Puoi anche cercare cartelle in cui sono archiviati file WordPress come wp-admin o wp-content.
Scegli la cartella in cui è installato il tuo WordPress. Di solito si trova nella cartella "public_html".
Scegli la cartella in cui è installato il tuo WordPress. Di solito si trova nella cartella "public_html".
  1. Nella schermata successiva, devi specificare cosa desideri ripristinare sul tuo sito Web WordPress. Ad esempio, è possibile scegliere l'intera versione del backup o file o tabelle selezionati.
  2. Infine, puoi fare clic su "Continua" per avviare il ripristino della versione del backup. Riceverai una notifica al completamento del ripristino.

Questo è tutto. Questo processo è semplice e veloce rispetto alle procedure manuali. Inoltre, puoi eseguirlo da solo senza alcuna assistenza tecnica.

Ecco qualcos'altro che dovresti sapere: proprio come qualsiasi altro file WordPress, anche i file di backup possono essere danneggiati o danneggiati. Il ripristino dei file di backup danneggiati può danneggiare ulteriormente il tuo sito web. Come si evita questo?

Una soluzione semplice è creare un sito di staging e testare il backup che si desidera ripristinare. In caso di BlogVault, puoi utilizzare il suo "Ripristino test Smart Backup"Che carica direttamente l'ultima versione del backup su un sito di staging.

Puoi anche usare plugin come WP Staging or Duplicatore per creare un sito di staging. Una volta che sei soddisfatto, puoi andare avanti e unire il backup con il sito web live.

In conclusione

Nell'attuale mondo online, non si può mai essere troppo attenti quando si tratta del loro sito web. Garantirne il backup è fondamentale per la salute di un sito. Agisce come una rete di sicurezza contro la perdita di dati e riduce al minimo i tempi di inattività. Ma cos'è un backup se non può essere ripristinato?

Affinché i backup del sito Web siano utili in caso di arresto anomalo del sito Web, gli utenti di WordPress dovrebbero essere in grado di accedere e ripristinare i backup nel minor tempo possibile. Sebbene sia possibile farlo manualmente, di solito è una procedura complessa che richiede tempo e pazienza. Anche il più piccolo errore può richiedere la ripetizione del ripristino.

In tal caso, è meglio optare per un plug-in di backup che ha semplificato il processo di ripristino. Gli strumenti automatizzati forniscono processi di ripristino intuitivi che possono essere eseguiti più velocemente e senza troppi problemi.

Quale procedura preferisci? Se non vuoi farlo da solo, scoprilo Come puoi esternalizzare il tuo sviluppo web.


Informazioni sull'autore: Akshat Choudhary

Akshat Choudhary è sempre stato orgoglioso della sua capacità di insegnare a se stesso le cose. Da quando ha avviato BlogVault, Akshat ha trasformato il suo progetto parallelo in un'impresa redditizia che sta scalando nuove vette nello spazio delle startup indiane. Essendo membro della community di WordPress da quasi un decennio, Akshat desidera comprendere le aree in cui gli utenti hanno difficoltà. La convinzione fondamentale di Akshat dietro la costruzione di qualsiasi prodotto è assicurarsi che l'utente finale non abbia bisogno di assistenza e, se lo fa, assisterlo nel miglior modo possibile. Connettiti con Akshat su Facebook e LinkedIn

Informazioni su WHSR Guest

Questo articolo è stato scritto da un collaboratore ospite. Le viste dell'autore di seguito sono interamente sue e potrebbero non riflettere le opinioni di WHSR.