5 Semplici modi per eseguire il backup / migrare il tuo blog WordPress con i plugin

Articolo scritto da:
  • WordPress
  • Aggiornato: Apr 24, 2018

Se tu eseguire un blog WordPress, è necessario sviluppare piani di emergenza che ne preservino la continuità. Fantastico quanto WordPress è come una piattaforma di creazione di siti, è vulnerabile a errori e hack che possono mettere il tuo sito in un attimo.

Ecco perché, oltre ad essere estremamente attento a ciò che si integra nel tuo sito web, devi anche creare regolarmente backup dei tuoi dati.

Oggi, un sacco di gestito società di hosting WordPress offrire soluzioni di backup a pagamento con vantaggi utili - dall'automazione all'assistenza clienti prioritaria. Se hai il budget per tali servizi, allora puoi anche aiutarli a proteggere il tuo sito.

Altrimenti, continua a leggere e apprendi gli strumenti e i passaggi su come eseguire il backup e migrare i tuoi siti WordPress.

Metodo #1: utilizzo del duplicatore

Scarica plug-in e ulteriori dettagli: WordPress.org/plugins/duplicator/

Cosa sarebbe un tutorial di WordPress senza un'introduzione ai plugin che aiutano a portare a termine il lavoro?

Il duplicatore può essere uno dei plug-in di backup meno conosciuti, ma in realtà è uno dei più versatili.

Non solo ti aiuta a creare backup regolari dei tuoi dati, ma include anche le funzionalità necessarie per clonazione o migrazione del tuo sito.

Il duplicatore funziona creando "pacchetti" che contengono i dati del tuo sito.

Per creare un pacchetto, vai alla dashboard di WordPress e fai clic su "Duplicatore"> "Pacchetti"> "Crea nuovo".

Verrà visualizzata la pagina di configurazione in cui è possibile modificare le impostazioni per il nome, la memoria, l'archivio e il programma di installazione opzionale del backup.

Mentre i valori predefiniti per queste impostazioni non richiedono modifiche, è necessario controllare la sezione "Requisiti" della pagina di configurazione. Questo esegue automaticamente la scansione del tuo sito Web per i prerequisiti per far funzionare Duplicator.

Nel caso in cui uno dei requisiti elencati non abbia lo stato "Pass", fare clic sul collegamento per istruzioni su come risolverli.

In caso contrario, fare clic su "Avanti" per avviare la scansione del sito per tutti i file e le informazioni di cui è necessario eseguire il backup.

Questo dovrebbe richiedere da qualche secondo a diversi minuti, a seconda delle dimensioni del tuo sito WordPress.

Una volta completata la scansione, andare avanti e fare clic su 'Build' per avviare la creazione del pacchetto.
Tieni la finestra aperta nella schermata "Building Package", altrimenti il ​​processo potrebbe fallire e dovrai ricominciare da capo.

Ancora una volta, il tempo di completamento di questo processo varia in base alla dimensione del tuo sito web. Se disponi già di gigabyte di dati, potrebbe essere necessario molto tempo prima che il pacchetto venga creato.

Al termine, ti verrà data la possibilità di scaricare il programma di installazione o un archivio zip dei dati del tuo sito WordPress. Sentiti libero di scaricare entrambi i file su un'unità locale per mantenerli al sicuro.

Tieni presente che, se prevedi di utilizzare la funzione di installazione per ripristinare facilmente il tuo sito in un altro dominio, devi inserire i dettagli corretti nella sezione "Installer" nella pagina di configurazione. Queste informazioni dovrebbero corrispondere al server su cui vuoi spostare il tuo sito WordPress, come l'host, il database e l'URL.

Per visualizzare tutti i pacchetti che hai creato, torna a "Duplicatore"> "Pacchetti".

Anche con la versione gratuita, puoi utilizzare Duplicator per eseguire il backup del tuo sito tutte le volte che desideri.

Tuttavia, se si desidera pianificare backup automatici, sfruttare più servizi di archiviazione cloud o migrare interi database in nuovi domini, è necessario considerare l'esecuzione di prova della versione a pagamento.

Metodo #2: utilizzo della migrazione WP All-in-One

Scarica plug-in e ulteriori dettagli: WordPress.org/plugins/all-in-one-wp-migration/

Un altro plug-in molto apprezzato che è possibile utilizzare per i backup sarebbe la migrazione WP All-in-One.

Come suggerisce il nome, questo plugin ha tutto il necessario per creare copie dei dati del tuo sito Web WordPress.

Al momento dell'installazione, è sufficiente dirigersi verso il dashboard di WordPress e passare a "Migrazione WP All-in-One"> "Esporta" per avviare l'utilità.

Prima di procedere, è utile verificare la sezione "Opzioni avanzate" per un elenco di esclusioni di backup utili. Con un solo clic, puoi escludere l'esportazione di commenti spam, post revisioni, file di temi, plug-in e qualsiasi cosa tu ritenga inutile per un uso futuro.

Una volta che sei soddisfatto delle tue impostazioni, fai clic sul pulsante "Esporta in" per visualizzare le tue opzioni di archiviazione. Ciò include l'esportazione in un file locale, Dropbox, OneDrive e tramite FTP.

Con la versione gratuita di Migrazione WP All-in-One, è possibile esportare il backup del proprio sito Web in un file locale. Tutte le altre opzioni, tra cui Dropbox, Google Drive, Amazon S3, OneDrive, Box e FTP richiedono l'acquisto di un'estensione.

Per iniziare ad esportare con il tuo piano gratuito, fai clic su "File" e attendi che il popup sia completato.

Al termine, è possibile scaricare direttamente il backup del proprio sito Web o fare clic su "Chiudi" per mantenerlo salvato nel server Web per ora. Ricorda che hai bisogno di una copia del backup in una posizione diversa dal tuo sito web. Se si prende l'abitudine di archiviarli nel proprio server Web, allora sono vulnerabili quanto il tuo sito web quando si tratta di attacchi informatici e problemi lato server.

Dovresti essere in grado di trovare un elenco dei tuoi backup andando a "Migrazione WP All-in-One"> "Backup" dalla dashboard di WordPress.

In questa pagina, è possibile scaricare, eliminare o ripristinare qualsiasi backup facendo clic sul pulsante corrispondente a destra.

Se hai esportato i dati del tuo sito in una piattaforma di archiviazione cloud esterna, puoi ripristinarli andando a "Migrazione WP All-in-One"> "Importa". Fai clic su "Importa da" e scegli il servizio che hai utilizzato.

Oltre alla compatibilità con i servizi di cloud storage di terze parti, la versione premium di All-in-One WP Migration include anche l'assistenza clienti 24 / 7.

Metodo #3: utilizzo di Dropbox Backup completo

Scarica plug-in e ulteriori dettagli: WordPress.org/plugins/dropbox-backup/

Se utilizzi Dropbox per tutte le tue esigenze di archiviazione su cloud, allora Backup & Restore Dropbox è il plug-in di migrazione per te.

Una volta installato, puoi avviare il plugin direttamente dal dashboard di WordPress e collegare il tuo account Dropbox da lì. Cerca la sezione "Impostazioni" e fai clic sul pulsante "Mostra" per visualizzare il pulsante "Connetti".
Dopo aver collegato l'account Dropbox, vai in fondo alla pagina per creare un backup. Fai clic su "Crea backup Dropbox" per salvare i tuoi dati su Dropbox o "Crea backup locale" per archiviarli sul tuo server web.
Se scegli "Crea backup Dropbox", i dati del tuo sito WordPress verranno automaticamente impacchettati e inviati al tuo account Dropbox senza ulteriori input. Attendi solo che le barre di avanzamento raggiungano 100% per completare il backup.

Se, tuttavia, scegli di creare un backup locale, dovresti riuscire a trovare i tuoi dati di backup nella parte inferiore della pagina del plug-in.

Sfortunatamente, non è possibile scaricare un backup in un'unità locale. È possibile ripristinare o eliminare i backup salvati nel proprio server Web con questo particolare plug-in.

La versione premium di Dropbox Full Backup include backup automatici, rapporti via e-mail, aggiornamenti gratuiti di un anno, supporto prioritario e servizi on-demand come la copia, la clonazione e la migrazione di siti Web.

Metodo #4: utilizzo di BackupGuard

Scarica plug-in e ulteriori dettagli: WordPress.org/plugins/backup/

A giudicare dal numero di installazioni attive e dalle valutazioni costantemente elevate, è sicuro presumere che BackupGuard sia uno dei plugin più affidabili per la creazione di backup del sito.

Funziona integrando un'interfaccia di backup dinamica direttamente nella dashboard di WordPress.

Dopo aver installato e avviato il plug-in, è possibile avviare immediatamente la procedura di backup facendo clic sul pulsante "Backup" dalla pagina principale del plug-in.
Questo ti darà due opzioni di backup: un backup completo del sito o un backup personalizzato in cui potrai scegliere a mano quali elementi verranno salvati.
In caso di successo, dovresti essere in grado di vedere il tuo backup appena creato nell'elenco di BackupGuard. Qui puoi ripristinare, eliminare o scaricare il backup facendo clic sui pulsanti a destra.
Un altro nell'interfaccia che dovresti conoscere è il pulsante "Importa". Selezionando 'Importa', puoi facilmente caricare un file di backup in BackupGuard purché non sia più grande di 128 megabyte. Se il tuo file supera questo limite, dovrai caricarlo manualmente tramite FTP nella posizione designata.

Tornando alla scheda "Impostazioni", è possibile modificare un paio di cose come le posizioni dei file da escludere, il percorso di destinazione del backup, la frequenza delle richieste AJAX e i callback di ricarica.

Le funzionalità professionali di BackupGuard includono backup automatici, notifiche e-mail, supporto di emergenza 24 / 7 e integrazione diretta con i servizi di archiviazione cloud. Nel caso in cui desideri una migrazione completa sul sito, sono anche disposti a fare tutto il lavoro pesante per te.

Metodo #5: utilizzo di UpdraftPlus

Scarica plug-in e ulteriori dettagli: WordPress.org/plugins/updraftplus/

A questo punto, dovresti già sapere che un sito WordPress fai da te non dovrebbe essere privo di un sistema di backup tempestivo. Mentre i plug-in di cui sopra sono utili per la creazione di backup rapidi, non ti consentono di pianificare backup automatici a meno che non sborsino soldi per le loro versioni premium.

E per questo motivo, è necessario conoscere alcuni dei tradizionali plug-in di backup che offrono liberamente l'automazione. UpdraftPlus è, con un miglio chiaro, uno dei plugin più popolari che può portare a termine il lavoro. È un plug-in di facile utilizzo che consente di pianificare rapidamente i backup senza pagare un solo centesimo.

Dopo aver installato e attivato UpdraftPlus, è possibile avviarlo tramite "Impostazioni"> "Backup di UpdraftPlus". In questa pagina è possibile eseguire tutte le attività di backup, ripristino e migrazione con pochi clic.
Ma prima di creare un backup, si consiglia di specificare una posizione di archiviazione remota andando alla scheda "Impostazioni" e selezionando un'icona in "Scegli la tua memoria remota".
Se non si specifica una posizione di archiviazione remota, i file di backup rimarranno sul server Web insieme ai dati del sito di WordPress. Fortunatamente, è possibile scaricarli manualmente su un'unità locale accedendo alla scheda "Backup esistenti".
Il download manuale di ogni componente del backup, tuttavia, sarà noioso poiché il tuo obiettivo è automatizzare i backup. È possibile tornare alla scheda "Impostazioni" e selezionare una pianificazione di backup nei menu a discesa in "Pianificazione backup file" e "Pianificazione backup database".
Non dimenticare di scorrere più in basso nella pagina e fare clic sul pulsante "Salva" per implementare la nuova pianificazione di backup. Mentre ci sei, specifica quali tra i tuoi dati del sito WordPress sono inclusi in ogni backup spuntando le caselle di controllo giuste in "Includi nel backup dei file", sia che si tratti di plugin, temi e caricamenti multimediali.

Puoi anche abilitare i rapporti e-mail all'indirizzo del tuo account amministratore. Questo ti aiuterà a stare al passo con lo stato attuale dei tuoi backup e l'integrità del tuo sito WordPress nel suo complesso.

UpdraftPlus è uno dei plug-in che può fornire funzionalità di livello aziendale pur rimanendo libero durante il ciclo di vita del tuo sito WordPress.

Tuttavia, la versione premium offre molte utili funzionalità alla tabella, tra cui, a titolo esemplificativo, crittografia FTP, reporting avanzato, backup intelligenti che rispondono alle modifiche, crittografia del database e altro ancora.

Conclusioni

Come proprietario di un sito WordPress, devi essere preparato a tutto. Una configurazione errata di un singolo plug-in può portare a un arresto anomalo a livello di sito.

Ma con backup regolari, non sarai mai preso alla sprovvista. Per ulteriori plug-in di backup che puoi utilizzare per proteggere i tuoi dati, controllare questo messaggio.

Articolo di Christopher Jan Benitez

Christopher Jan Benitez è uno scrittore freelance professionista che offre alle piccole imprese contenuti che coinvolgono il loro pubblico e aumentano la conversione. Se stai cercando articoli di alta qualità su tutto ciò che riguarda il marketing digitale, allora è il tuo ragazzo! Sentiti libero di dirgli "ciao" su Facebook, Google+ e Twitter.