10 Modi non tecnici per aumentare la velocità del sito per WordPress

Articolo scritto da:
  • WordPress
  • Aggiornato: Jun 05, 2015

La velocità del sito Web può avere un impatto enorme sull'esperienza dei visitatori. Se le pagine web vengono caricate lentamente, i visitatori lasceranno o leggeranno un numero inferiore di pagine. Più precisamente, la ricerca mostra che può diminuire una seconda diminuzione di 1 nella velocità di caricamento della pagina Riduci i tassi di conversione di 7%.

Tempo di caricamento del sito rispetto al tasso di conversione

Fonte: Blog Tagman.

WHSR ha già esaminato alcuni ottimi modi per accelera il tuo sito qui. Ma molte di queste soluzioni potrebbero essere al di là delle capacità tecniche dei proprietari di siti Web di tutti i giorni.

Quindi abbiamo pensato di rivisitare l'argomento e cercare semplici passaggi che gli utenti del sito Web quotidiano possono implementare con investimenti limitati di tempo ed energia.

Innanzitutto, prova la tua velocità con Pingdom

Test del tempo di esecuzione del sito Pingdom

In primo luogo, se non l'hai ancora fatto, controlla la velocità di caricamento del tuo sito gratuitamente usando un ottimo strumento di caricamento della velocità da Pingom. Questo strumento ti mostrerà se c'è un problema confrontando la velocità del tuo sito con altri che hanno testato. Se hai un problema, indicherà dove potrebbe trovarsi il problema specifico. Infine, ti fornirà una base per giudicare eventuali miglioramenti.

1. Utilizzare un tema WordPress di qualità

Il tema WordPress che usi può avere un impatto sulla velocità. I temi differiscono notevolmente per la quantità di codice che includono, quanto bene è organizzato ed eseguito il codice, il numero e la quantità di immagini che usano e altri fattori che influenzano la velocità di caricamento.

Cerca temi relativamente nuovi o frequentemente aggiornati e temi di sviluppatori affermati di WordPress. Se sei disposto a spendere qualche soldo, valuta l'idea di investire in un tema premium, in particolare quelli basati su framework di spicco come Thesis, Genesis o Hybrid.

2. Riduci il numero di plugin che utilizzi

È così facile aggiungere plugin WordPress. È fantastico. Ma significa che la maggior parte di noi finisce con dozzine di plugin installati sui nostri siti, metà dei quali non stiamo realmente usando. Tuttavia, ciascuno dei plugin attivi aggiunge più codice e script che rallentano il tuo sito.

Il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di mantenerlo il più leggero possibile. Passa attraverso il tuo elenco di plug-in e disattiva e cancella tutti i plug-in che non stai più utilizzando, e anche quelli che stai utilizzando ma che possono andare avanti senza.

3. Elimina commenti spam e post revisioni

Sia i commenti spam che le revisioni post possono accumularsi a tassi incredibili. Una volta che lo fanno, rallentano i tempi di risposta del database per il tuo sito.

Per le revisioni dei post, installare ed eseguire il Meglio Elimina Revisione collegare. Questo plugin ti consentirà di eliminare centinaia, possibilmente migliaia di revisioni sul tuo sito web in modo rapido e semplice.

Per i commenti spam, puoi eliminarli manualmente oppure, se ne hai accumulato un numero ingestibile, puoi utilizzare un plug-in di eliminazione collettiva come Commento in blocco Rimuovi.

4. Riduci il numero e la dimensione delle tue immagini

Questo è ovvio, ma oh, così spesso trascurato. È sorprendentemente comune per i proprietari di siti Web caricare le immagini dai loro dischi rigidi così come sono. Di solito sono molto più grandi di quanto devono essere.

Prima di caricare le immagini, ottimizzale per il Web ridimensionandole alla risoluzione più piccola di cui hai bisogno, decisamente meno di 1000px nella dimensione più lunga. Dovresti anche salvarli come file JPEG compressi a un livello di qualità medio.

Se sei un fotografo o un designer o hai l'abitudine di scrivere post di approfondimento, dovresti anche considerare di ridurre il numero di immagini che carichi su una determinata pagina.

Infine, una volta caricate le immagini, è possibile ottimizzarle ulteriormente utilizzando i plugin di WordPress come WP Smush.it.

5. Installa un plugin di caching

Uno dei più grandi passi che puoi fare per migliorare la velocità di caricamento è installare un solido plugin di caching come WP Total Cache.

Questo plugin velocizza il tuo sito in alcuni modi. Carica "copie" salvate delle pagine del tuo sito, inclusi tutti i loro vari elementi, anziché eseguirle nel database per richiedere gli elementi di pagina necessari ogni volta che la pagina viene caricata. Minimizza codice e file sul tuo sito per un recupero più rapido. E aiuta i browser a memorizzare nella cache i giusti elementi del sito localmente sui computer dei visitatori in modo che non debbano essere rinviati.

Sebbene ci siano molti modi per modificare i plug-in di cache, se installi WP Total Cache e usi le impostazioni predefinite, sarai già ben impostato.

6. Ottimizza i database con il plugin WP-Optimize

WP-Optimize e molti altri plugin simili ti consentono di ripulire facilmente i tuoi database. Man mano che aggiungi contenuti, post, pagine, immagini, plug-in, nuovi temi e altro ancora al tuo sito WordPress, tutti questi elementi del contenuto nei tuoi database si bloccano anche se non vengono più utilizzati.

Questo plugin pulirà i contenuti inutilizzati e non necessari. Sopra ho menzionato la riduzione del numero di plugin che usi. Questo è il tipo di plugin che puoi installare ed eseguire periodicamente, quindi disattivare e rimuovere.

7. Prevenire codice dannoso con un ottimo plugin di sicurezza

WordPress è notoriamente suscettibile agli hack e al codice dannoso. Oltre a creare un enorme mal di testa che deve essere ripulito, il codice dannoso può anche causare drammatici problemi di velocità e prestazioni.

Fortunatamente, ci sono alcuni ottimi e semplici plugin per la sicurezza Antiproiettile e WordFence che proteggerà il tuo sito e periodicamente lo scannerizzerà e ti informerà in caso di problemi sospetti.

8. Aggiungi Google e altri Script al Footer VS Header

Molto probabilmente, hai aggiunto frammenti di codice per cose come Google Analytics o eventualmente alcune reti pubblicitarie al tuo sito. Puoi aggiungerlo direttamente ai file di intestazione o piè di pagina del tuo tema WordPress, ma la maggior parte dei temi di WordPress ora include una semplice casella per tali script nei loro pannelli delle opzioni.

Se hai la scelta, aggiungi questi script nell'area del piè di pagina del tuo tema (appena prima della chiusura del tag body) piuttosto che nell'intestazione. Poiché questi script non sono necessari per visualizzare il contenuto della pagina, posizionandoli nel piè di pagina è possibile caricare il contenuto critico prima che i browser eseguano gli script.

9. Prova Photon di JetPack: un CDN per il resto di noi

JetPack Me

Molti articoli sulla velocità del sito Web menzionano l'utilizzo di una rete CDN o di una rete di distribuzione di contenuti. In termini semplici, un CDN è un array globale di server che memorizza le tue informazioni in vari luoghi e quindi serve il contenuto del tuo sito Web dal server più vicino al tuo visitatore. Poiché il server è geograficamente più vicino, è più veloce.

Grandi cose. Il problema principale è che l'impostazione e l'uso di un CDN richiede generalmente capacità tecniche avanzate.

Inserisci Jetpack e Photon. fotone è una funzionalità relativamente nuova di Jetpack che rende possibile l'utilizzo di CDN per il resto di noi. Con Photon abilitato, i file multimediali verranno copiati sulla stessa piattaforma server utilizzata da WordPress.com e serviti ai visitatori tramite la rete CDN di WordPress.com. Sorprendentemente, non ti fanno nemmeno pagare per l'archiviazione o la larghezza di banda che consumi.

Per configurare, è sufficiente installare e abilitare il plug-in Jetpack. Per impostazione predefinita, Jetpack ha molte funzionalità. Assicurati di passare attraverso e disattivare o disabilitare qualsiasi funzionalità che non desideri specificamente. Quindi abilita Photon.

Dovrai avere un account con WordPress.com, ma è anche gratuito. Altrimenti, questo è di gran lunga il modo più semplice per salire sul treno CDN.

10. Considera una soluzione di hosting più avanzata

OK, questo non è così veloce o semplice, ma bisogna dirlo. La maggior parte dei siti Web più piccoli si trovano su piani di hosting condivisi. E se hai ancora un sito più piccolo, l'hosting condiviso è un ottimo punto di partenza. È sia semplice che economico.

Ma se il tuo sito sta ottenendo più di, per esempio, visitatori 10,000 al mese, devi considerare un hosting web più avanzato. I candidati più probabili sono VPS o cloud hosting.

Se sei su questa barca, WHSR ha alcuni fantastici articoli che coprono l'hosting condiviso, VPS e cloud. Dai un'occhiata in questo fantastica guida di una pagina.

Hai altri suggerimenti su come utilizzare la tecnologia low-tech per migliorare la velocità di caricamento? Fateci sapere nei commenti.

Informazioni su WHSR Guest

Questo articolo è stato scritto da un collaboratore ospite. Le viste dell'autore di seguito sono interamente sue e potrebbero non riflettere le opinioni di WHSR.