Spiegazione del DNS (Domain Name System).

Aggiornato: 2022-08-10 / Articolo di: Timothy Shim
Spiegazione del DNS (Domain Name System).
Più server DNS collaborano per migliorare la tua esperienza su Internet. (Fonte: App Rete)

Domain Name Il sistema (DNS) funziona in modo magico dietro le quinte, aiutando i server Web a fornire ogni volta il contenuto giusto. Eppure, pochi capiscono la complessità di come funziona questo fantastico sistema. Ecco una breve guida per chi è curioso di sapere come funziona questa rete invisibile di server.

Che cos'è il sistema dei nomi di dominio?

Sappiamo tutti come funzionano i siti web. Digiti il ​​nome di un dominio di un sito Web nel tuo browser Web e carica una pagina Web, qualcosa che sembra semplice. Il Domain Name System, o DNS in breve, è un sistema che converte i nomi di dominio in indirizzi IP.

Internet funziona collegando i dispositivi tramite un indirizzo che utilizza numeri anziché lettere. Ogni dispositivo ha un indirizzo IP univoco. Tutti questi siti di informazioni su server DNS. La cosa importante qui è che i server DNS eliminano la necessità per gli esseri umani di memorizzare gli indirizzi IP.

Tutto quello che devi sapere è il nome di dominio di un sito webe il DNS fa il resto.

Cosa sono i server DNS?

I server DNS sono computer che memorizzano un database di nomi di dominio e relativi indirizzi IP. Sono responsabili della risoluzione dei nomi di dominio in indirizzi IP e della manutenzione e dell'aggiornamento del database dei nomi di dominio e degli indirizzi IP.

Questi server sono semplicemente computer messi a lavorare per un lavoro specifico. Hanno solo lo scopo di supportare il sistema DNS e non devono fare nient'altro. Esistono due tipi di server DNS; Server DNS autorevoli e Server DNS ricorsivi.

Server DNS autorevoli

I server DNS autorevoli sono quelli che hanno l'autorità per rispondere alle query. Quando un utente digita un nome di dominio e fa clic su "invio", il suo computer invia una query a uno di questi server DNS autorevoli. Questi server DNS autorevoli rispondono quindi con tutte le informazioni su quel dominio o sottodominio.

I server dei nomi autorevoli sono autorevoli per un dominio o sottodominio specifico, quindi se desideri cercare informazioni su google.com, il tuo computer invierà la sua richiesta a un server autorevole per lo spazio dei nomi di Google (in questo caso, Il server dei nomi principale di Google). 

Supponiamo che non ci sia una risposta su nessuno dei server dei nomi di Google. In tal caso, invierà la sua richiesta fuori sede seguendo i referral fino a quando non troverà una risposta da qualche altra parte (che potrebbe richiedere diversi salti), che sarà spesso il server di un'altra azienda servizi di hosting per un altro sito web come Facebook o Blogger).

Server DNS ricorsivi

I server DNS ricorsivi sono la spina dorsale di Internet. Anche se non sei a conoscenza, il tuo computer utilizza quotidianamente server DNS ricorsivi per accedere a siti Web e altre risorse su Internet.

Dopo aver digitato un URL nel tuo browser web, quell'URL va al server DNS ricorsivo. Il server DNS ricorsivo esamina quindi la sua memoria cache per vedere se l'indirizzo IP per l'URL è già memorizzato. 

Se le informazioni sull'indirizzo IP esistono già, il server DNS ricorsivo invierà l'indirizzo IP al browser. È quindi possibile visualizzare il sito Web per il quale hanno digitato l'URL.

I server DNS ricorsivi forniscono inoltre sicurezza aggiuntiva per gli utenti di Internet impedendo a siti Web dannosi di accedere al tuo computer o dispositivo mobile. Se tenti di visitare un sito Web non sicuro, ad esempio uno che contiene malware o virus, il server DNS ricorsivo blocca la richiesta.

Come funziona una ricerca DNS

Quando si digita un URL nel browser Web, vengono eseguiti i seguenti passaggi:

Il computer dell'utente invia una query per l'indirizzo IP associato a tale URL.

Il risolutore interroga il suo server dei nomi radice per un indirizzo IP associato al nome TLD (Top-Level Domain) richiesto dal client. Ad esempio, supponi di provare a connetterti a www.google.com. In tal caso, il risolutore chiederà al suo root server “com” e riceverà indietro un record TLD che gli fornisce tutti gli indirizzi possibili che potrebbero contenere record che puntano ai server di Google su Internet oa intranet ad esso collegate (es. 204.232/16).

Il risolutore invia quindi richieste per ciascun indirizzo finché non ne trova uno che risponda correttamente con un record A contenente informazioni su quanti altri hop ci sono prima di raggiungere una macchina che esegue il software del servizio web di Google (ad esempio, 74/8). 

Una volta trovato il server di destinazione, abbiamo solo bisogno di un'altra cosa da loro prima di inviare la nostra richiesta: il loro certificato di chiave pubblica che si identifica come la destinazione giusta.

Prestazioni DNS
La ricerca DNS è uno degli elementi che costituiscono la velocità di risposta del server. Server/provider DNS diversi hanno diversi livelli di prestazioni. Lo screenshot mostra la velocità delle query DNS negli ultimi 30 giorni in base a Prestazioni DNS .

Tipi di query DNS

Esistono tre tipi di query DNS: ricorsive, iterative e non ricorsive. Le query ricorsive sono il tipo più comune di query. Applicazioni come browser Web o client di posta elettronica utilizzano principalmente queste query. Tuttavia, ogni query svolge una funzione distinta.

1. Interrogazione ricorsiva

In una query ricorsiva, un client DNS richiede che un server DNS (in genere un risolutore ricorsivo DNS) risponda al client con il record di risorse richiesto o un messaggio di errore se il risolutore non riesce a trovare il record.

2. Interrogazione iterativa

In questa situazione, il client DNS consentirà a un server DNS di restituire la sua migliore risposta. Se il server DNS richiesto non ha una corrispondenza per il nome della query, produrrà un riferimento a un server DNS autorevole per un livello inferiore dello spazio dei nomi di dominio. 

Il client DNS eseguirà quindi una query all'indirizzo di riferimento. Questo processo continua con server DNS aggiuntivi lungo la catena di query fino a quando non si verifica un errore o un timeout.

3. Query non ricorsiva

In genere ciò si verifica quando un client risolutore DNS interroga un server DNS per un record a cui ha accesso perché è autorevole per il record o perché esiste all'interno della sua cache.

Che cos'è la cache DNS?

La memorizzazione nella cache DNS si verifica quando un server DNS archivia i risultati della sua query in una cache locale. Invia quindi i record memorizzati nella cache ai client richiedenti invece di rimandarli ai server DNS autorevoli. 

Questo processo può aiutare a velocizzare la navigazione in Internet perché riduce il numero di query che devono essere effettuate dal tuo computer o dispositivo mobile. Tuttavia, in alcune situazioni, la memorizzazione nella cache DNS può causare errori che puoi risolvere solo aspettando o svuotando la cache. 

L'altra alternativa è disabilitare la cache, ma non è un passaggio consigliato poiché rallenterà la navigazione sul Web.

Conclusione

Il DNS è parte integrante di Internet e influisce sulla tua esperienza online. Ti consente di trovare pagine Web, indirizzi e-mail e altre risorse traducendo i loro nomi descrittivi in ​​un indirizzo IP numerico. 

Il servizio DNS viene eseguito su server che memorizzano informazioni sui nomi di dominio per rispondere alle domande degli utenti o dei sistemi che cercano indirizzi IP.

Continua a leggere...

A proposito di Timothy Shim

Timothy Shim è uno scrittore, editore e appassionato di tecnologia. Iniziando la sua carriera nel campo dell'Information Technology, ha rapidamente trovato la sua strada nella stampa e da allora ha lavorato con titoli internazionali, regionali e nazionali tra cui ComputerWorld, PC.com, Business Today e The Asian Banker. La sua esperienza risiede nel campo della tecnologia dal punto di vista sia dei consumatori che delle imprese.