Come GoDaddy fa soldi

Articolo scritto da:
  • Business Online
  • Aggiornato: Jan 17, 2019

Un vero segno di una società che si sta crogiolando nei grandi successi è quando la vedi sponsorizzare gli sport professionistici. Questo è esattamente ciò che GoDaddy ha fatto sin dai primi 2000 coinvolgendo più di un'area, dal football americano alla NASCAR.

Quindi, cos'è esattamente ciò che rende GoDaddy (NASDAQ: GDDY) il peso finanziario che permette di indulgere insieme ai grandi ragazzi?

Inizialmente fondata in 1997 come Jomax Technologies dall'imprenditore Bob Parsons, la società è stata successivamente ribattezzata "Go Daddy" in 1999 prima di essere finalizzata come GoDaddy in 2006. Lungo la strada, è cresciuto sia organicamente che attraverso acquisizioni.

GoDaddy ha annunciato una partnership 2018 NASCAR con Danica Patrick

Cosa fa GoDaddy?

GoDaddy si concentra in tre segmenti di business:

  • Servizi di nomi di dominio: registrazione del dominio principale, privacy del nome di dominio, transazione del nome di dominio aftermarket.
  • Web hosting: hosting condiviso, VPS e server dedicato.
  • Presenza sul Web: costruttore di siti Web, costruttore di negozi online e prodotti di sicurezza Web.
  • Applicazioni aziendali: hosting di email, email marketing e altri strumenti di business pertinenti.

Crescita attraverso acquisizioni

Sebbene la maggior parte di noi conosca GoDaddy come fornitore di servizi di hosting web, come Jomax era inizialmente nel settore delle tecnologie informatiche. Tuttavia, una volta aperto l'accreditamento ICANN, è rapidamente diventato il più grande registrar accreditato ICANN su Internet.

In precedenza ho anche citato GoDaddy in crescita attraverso acquisizioni ed è qui che entrano in gioco altre tecnologie. Piuttosto che acquisire società per quote di mercato, GoDaddy ha intrapreso la strada dell'acquisizione della tecnologia.

Ad esempio, diamo un'occhiata ad alcune delle aree in cui è stato acquistato;

Oggi, GoDaddy è cresciuto fino a diventare probabilmente il più grande provider di piattaforme cloud al mondo con un focus su hosting di piccole imprese e segmento di dominio. Ha oltre 17.5 milioni di clienti in tutto il mondo e gestisce più di 76 milioni di nomi di dominio.

Da dove provengono le entrate di GoDaddy?

GoDaddy prezzo delle azioni recenti.

Per quelli di voi che hanno letto il mio articolo Come Facebook guadagna i suoi soldi, GoDaddy è una razza di cavallo completamente diversa. Nonostante la sua dipendenza dalla tecnologia, Facebook è molto una società di marketing che guadagna quasi tutto il suo fatturato dalla pubblicità.

D'altra parte, GoDaddy guadagna dai prodotti che ha, che si concentra su tre segmenti principali; web hosting, i nomi di dominio e Applicazioni aziendali.

In 2018, la società ha registrato ricavi per un importo di $ 633.2 milioni, che erano un aumento anno su anno di 29.3%. I clienti sono aumentati del 17.4% nello stesso periodo e, ancora meglio, le entrate medie per utente sono aumentate del 5.8%.

GoDaddy, nel suo complesso, sta guadagnando più di $ 630 milioni in 2018 (fonte: Morning Star).

In una ripartizione, i ricavi del dominio hanno assorbito $ 291.7 milioni (46.1% dei ricavi totali) e il web hosting gestito $ 239.8 milioni, con il saldo attribuito alle applicazioni aziendali.

Con quello, scaviamo un po 'più a fondo nei soldieri di GoDaddy.

1. Registrazione e gestione del dominio

Come spina dorsale finanziaria della compagnia, registrazione del nome di dominio, rinnovi e gestione portano entrate significative per GoDaddy. Oltre a questi servizi di base, ci sono anche numerosi servizi associati che contribuiscono anche al suo reddito sotto questo titolo.

Questi includono servizi come la privacy del dominio, i backorder, le sovrattasse a ICANN, le entrate pubblicitarie dai domini parcheggiati e altri prodotti relativi al dominio.

Uno dei servizi più interessanti di GoDaddy è quello di essere un broker di domini. Questa è una sorta di posizione intermedia, in cui se si desidera acquistare un nome di dominio già acquisito, GoDaddy ti aiuterà a negoziare un acquisto con l'attuale proprietario del dominio.

Servizio di intermediazione dei domini GoDaddy.

Anche se questo può sembrare grandioso, personalmente non sono un grande fan di questo tipo di cose, perché ritengo che incoraggi il Cybersquatting. Il cybersquatting avviene quando i nomi di dominio vengono acquistati con l'esplicito intento di trattenerli in ostaggio in seguito. Non illegale, ma certamente di cattivo gusto.

2. GoDaddy's Web Hosting

GoDaddy servizi di web hosting.

Date le sue dimensioni, non dovrebbe essere una sorpresa che GoDaddy abbia un dito dentro tutte le aree dello spazio di hosting web. Dalle soluzioni di hosting condiviso alle soluzioni specializzate di WordPress fino ai server dedicati e al cloud hosting, l'azienda fa tutto.

Tuttavia, nell'interesse della convenienza, li classifica in tre aree; condiviso, server privato virtuale e dedicato.

I piani di hosting condivisi sono un pilastro di molte società di web hosting e i potenziali clienti sono numerosi. Chiunque stia pensando a una presenza sul web ha bisogno di hosting e questi piani offrono il punto di accesso più economico al mondo dei siti Web su Internet.

Il prossimo passo avanti è qualcosa che è leggermente più recente e offre alle persone più potenza e flessibilità senza l'esborso significativo di pagare per i server dedicati. I server privati ​​virtuali sono adatti per i siti Web destinati a crescere a volumi più grandi. I prezzi per questi variano a seconda del traffico che i siti ottengono.

Leggi anche la nostra recensione di hosting GoDaddy.

Infine, i piani per le grandi aziende che non solo potrebbero utilizzare i server Web per gestire il traffico esterno, ma che potrebbero desiderare che il tempo del processore e la larghezza di banda del server gestiscano altre questioni, come l'hosting di posta elettronica aziendale o persino l'esecuzione di applicazioni aziendali.

Questo ci porta all'ultima fonte di guadagno significativa di GoDaddy - Business Applications.

3. Applicazioni aziendali

GoDaddy servizi di hosting di posta elettronica

Dagli account di posta elettronica al marketing online e all'archiviazione dei dati, questi sono fantastici servizi a valore aggiunto che offrono a molte aziende la convenienza, specialmente quando sono offerti sotto un unico tetto.

Questo è stato particolarmente vero con il flusso di applicazioni cloud. Ad esempio, la suite di produttività aziendale di Microsoft Office è ora disponibile come servizio Cloud, il che significa che per le piccole aziende che si iscrivono a questo tramite GoDaddy non deve preoccuparsi di ingenti investimenti iniziali di capitale o persino di licenze.

Ancora meglio sono i servizi di email marketing, che riducono drasticamente i costi per le aziende e aiutano a estendere la loro copertura in modo esponenziale.

Guardando GoDaddy come un investitore

Essendo una società quotata in borsa, GoDaddy ha mostrato una tendenza al rialzo per quasi tutto il tempo che è stato sul mercato. Il valore della condivisione è più che triplicato dalla sua offerta pubblica iniziale. Quindi, come investitore, questo stock dovrebbe essere sul tuo radar?

Non necessariamente.

Nonostante stia aumentando il valore delle azioni, la performance di GoDaddy ha suscitato forti risonanze nelle orecchie di molti analisti da un po 'di tempo. Nonostante l'aumento della concorrenza sul mercato e la bassa redditività, molti esperti ritengono che il prezzo delle azioni sia eccessivamente ottimistico.

L'analista di ricerca David Trainer ha ha messo in discussione la reale redditività dell'azienda e afferma che esiste una disconnessione nel reddito netto GAAP di GoDaddy e il vero profitto ricorrente dell'attività.

Questo è in concomitanza con il deposito 2014 di giugno di GoDaddy di un'offerta pubblica iniziale di $ 100 milioni con la US Security and Exchange Commission. Tale archiviazione ha rivelato che la società non ha realizzato profitti poiché da allora 2009 ha registrato una perdita totale di $ 531 milioni.

Combinato con il rischio intrinseco che un campo sia così volatile come la tecnologia, GoDaddy è stato etichettato da molti come un acquisto rischioso.

Come cliente, dovresti preoccuparti?

Per fortuna, la risposta è di nuovo; probabilmente no.

Molte società web hanno dimostrato che, anche se non sono in grado di sostenere le prestazioni, vengono spesso rilevate e rinominate o rivitalizzate. Come cliente, è improbabile che tu possa essere colpito da problemi finanziari che potrebbero incontrare.

Tuttavia, nonostante le sue dimensioni e la sua tecnologia, l'hosting di GoDaddy non è privo di svantaggi. Se sei ancora sul recinto, guarda il nostro Recensione di GoDaddy e questo potrebbe aiutarti a prendere una decisione.

Conclusioni

Nonostante le dimensioni e la portata dei servizi, insieme alla tecnologia di backup, trovo che GoDaddy soffra di una carenza molto simile a quella di molte aziende di tecnologia web. Infatti, proprio quello che è il fondamento del loro apparente successo; che sono aziende di tecnologia web.

Le imprese sono spesso gestite in modo molto diverso rispetto alla facciata che presentano al pubblico, perché la realtà è spesso non è lo stesso del marketing spiel. Tuttavia, le società di tecnologia web spesso mancano del buonsenso aziendale per consolidare i due e, di conseguenza, il saldo non è lì.

Senza una vera forza e acume nel mondo degli affari e del marketing, la tecnologia perde, mentre invece l'opposto è un vantaggio. Prendiamo ad esempio il caso di Dell, che vende enormi quantità di hardware, ma è in realtà una società di marketing che produce tecnologia zero, ma semplicemente la integra.

GoDaddy può sopravvivere ai mari tempestosi che affronta? Solo il tempo lo dirà.

A proposito di Timothy Shim

Timothy Shim è uno scrittore, editore e appassionato di tecnologia. Iniziando la sua carriera nel campo dell'Information Technology, ha rapidamente trovato la sua strada nella stampa e da allora ha lavorato con titoli internazionali, regionali e nazionali tra cui ComputerWorld, PC.com, Business Today e The Asian Banker. La sua esperienza risiede nel campo della tecnologia dal punto di vista sia dei consumatori che delle imprese.