I principali errori 7 in Google+ Coinvolgimento

Articolo scritto da:
  • Social media marketing
  • Aggiornato: Jun 21, 2014

Recentemente, ho deciso di attirare più visitatori di Google+. Non ci sono riuscito molto bene, anzi, in realtà ho finito per fare più progressi su Instagram e l'elusivo Facebook, ma ho pensato che i miei insuccessi potessero servire da lezione su cosa NON fare quando ci si impegna su Google+.

Quindi, ecco un elenco dei principali errori 7 per impegnarsi su Google+ e cosa tu può fare invece.

Errore #1: trattamento di Google+ come Facebook

Questo è uno dei più grandi problemi che penso che le persone abbiano quando pensano a come usare Google+, incluso me stesso.

Questi due sistemi sono diversi e funzionano in modo univoco, quindi non devi scambiarli uno per l'altro! Facebook ti connette a TUTTI. Se cerchi persone con interessi simili, puoi dare la caccia a un gruppo, ma puoi facilmente trovare amici con cui hai frequentato la scuola superiore. Penso a Facebook più come luogo di ritrovo, incontro a nuove conoscenze e sviluppo di un interesse da quella relazione già esistente. Facebook è più come una festa o un mixer, secondo me, e lo uso onestamente in questo modo, collegandomi con amici e familiari. D'altra parte, G + è altamente mirato, rendendolo prezioso per i blog niched. In realtà stai sviluppando relazioni mirate, piuttosto che "tutti". Su G +, è molto più facile creare un circolo composto dalla tua tribù e promuovere solo articoli pertinenti per quel gruppo. Puoi anche unirti a community pubbliche che hanno come target la tua nicchia, ma se lo fai, per favore partecipa e rispetta le regole che sono state istituite per partecipare.

Errore #2: cercare di guadagnare seguaci attraverso i concorsi

Se stai ospitando un concorso o ti iscrivi in ​​uno, G + NON è consentito come ingresso o piattaforma dai loro Termini di servizio. Vedere G + Concorsi e politiche promozionali:

"Non puoi eseguire concorsi, lotterie o altre promozioni di questo tipo (" Promozione ") direttamente su Google+ o in un modo che richiede l'uso di funzionalità o funzionalità di G +, ad eccezione dei mezzi pre-approvati."

Quindi, ti è vietato guadagnare seguaci attraverso un concorso.

Ci sono un sacco di altre regole G + scivolose per quanto riguarda gli omaggi. Il blog di Rafflecopter ha un articolo completo di 2012 che spiega le insidie ​​di omaggi su Google+. Per farla breve: questo è un trucco per ottenere seguaci e Google sta cercando di impedire tali tecniche, mantenendo G + come un modo per costruire relazioni reali.

Errore #3: non creare cerchi - o non usarli

google + cerchi

Google+ ti offre questa grande capacità di creare una cerchia mirata che ti consente di seguire e promuovere a membri che si trovano solo in quella cerchia, piuttosto che a tutti.

Naturalmente, puoi farlo in Facebook pubblicando un annuncio su un gruppo o sui tuoi follower o amici specifici, ma G + ti consente di analizzare il tuo obiettivo una selezione, creando una connessione più personale. In pratica, dei molti gruppi di Facebook in cui mi trovo, solo due in realtà rispondono ai miei contenuti più mirati. Nel frattempo, in Google+, le persone che ti aggiungono alle loro cerchie e inviano post a quella cerchia sono interessati alla tua nicchia e i loro post verranno visualizzati nelle notifiche G +. Ciò ti consente di sapere direttamente che qualcuno ti ha collegato ai tuoi contenuti, ed è un gioco da ragazzi aggiungere un commento o un "+ 1" per ricambiare e rendere più semplice il contenuto pertinente se l'utente è nella tua cerchia. Sul lato negativo, la dinamica interpersonale richiede più tempo e pensiero per mantenere e costruire una relazione, oltre a chi è nella cerchia. Questo mi porta al prossimo problema ...

Errore #5: solo "promozione" su G + piuttosto che davvero coinvolgente

In molti modi, Facebook (anche adesso), Twitter, Pinterest e persino Instagram possono essere un gioco di numeri: ti seguo, mi segui o, semplicemente, ti iscrivi e seguimi per una voce o qualche altro incentivo. Condividi abbastanza e qualcosa catturerà, attaccherà o colpirà, e le persone risponderanno o condivideranno.

Come già detto, G + non dovrebbe essere usato in questo modo - se lo fai, non otterrai alcuna trazione. È meno un gioco di numeri e più uno strumento di creazione di relazioni. Mettiti in contatto con gli altri su G + che corrispondono alla tua nicchia e condividi, + 1 e commenta le loro cose - molto. Riceverai un ritorno su questo, se il tuo contenuto corrisponde alla loro nicchia e al tuo obiettivo, ed è convincente. La teoria è semplice, ma in pratica, di nuovo, stiamo parlando dell'impegno del tempo per costruire una relazione.

E un'altra cosa. Non limitarti a condividere ciò che condividi su Facebook o altri punti vendita.

Se vuoi condividere tutti i post del tuo blog su G +, va bene, ma prendere una nuova prospettivao mostra un'immagine diversa. Rendere i tuoi post unici per il tuo stream G + renderà l'elemento successivo una tecnica che funziona bene.

Errore #6: non inserire messaggi nel tuo blog

G + ti dà il potere di incorporare un post sul tuo sito. Qual è il vantaggio di farlo?

Prima di tutto, il tuo pubblico può seguire, commentare e più articoli senza mai lasciare il tuo blog. In secondo luogo, puoi riprendere un post più vecchio da G + e resuscitare inserendolo in un nuovo post del blog. Infine, puoi anche condividere i post di altri amici e diffondere buona volontà tra la tua comunità. Fai attenzione, dovrai incollare la parte superiore del codice embed nell'intestazione o nel piè di pagina, quindi se non sei esperto di questi file, chiedi al tuo web designer di farlo per te.

Collegamento G + incorporato nel post del blog.

Errore #7: caricare sempre immagini con il tuo post, piuttosto che caricare in modo naturale

Lungo la strada avevo letto che dovresti caricare un'immagine con il tuo post (intorno a 800 pixel di larghezza), aprire con una linea accattivante sul tuo post, aggiungere il link e aggiungere hashtag. Tuttavia, in un recente webinar, l'ho imparato per il tuo Utilizzo di Google+ per darti il ​​succo con SEO, devi inserire il link diretto al tuo blog almeno una volta.

Questo mi fa girare la testa. Immagino che la lezione qui, però, sia che proprio come Facebook, non ci sia "una taglia unica" per G +. L'aggiunta di immagini è più coinvolgente, ma può creare confusione poiché i nuovi utenti G + potrebbero aspettarsi di finire sulla pagina dopo aver fatto clic.

Must-Do per G +

Ora che abbiamo superato i "non fare", ci sono alcune cose che puoi e dovresti fare per preparare le basi per un impegno di Google+ di successo.

1. Hai il tuo Impostazione di Google Authorship. È un must e integra tutto nella tua finestra di Google+.

2. Utilizza parole chiave pertinenti. Mentre sostengo l'utilizzo di parole chiave in tutti social media, ricorda che questo è un prodotto GOOGLE, quindi non pubblicare mai senza di loro. Lavorano. E sì, puoi andare puoi andare avanti e schierarli in fila.

3. Anche una breve introduzione sul tuo post è buona. Guarda il mio esempio qui.

4. Google+ ama le immagini! Si spera che in questo momento crei immagini modificabili, quindi funzionano bene su questo supporto. Assicurati di utilizzare le dimensioni consigliate per tutte le tue immagini. Una buona idea è quella di condividere un'immagine di dimensioni maggiori. Secondo Google, la dimensione in pixel dovrebbe essere:

  • Si consiglia di utilizzare le immagini di copertina 1080 × 608. La dimensione minima è 480 x 270 e max è 2120 x 1192.
  • Immagine di collegamento condiviso: 150 × 150.
  • Immagine o video condivisi: 479wide. Le immagini sono alte 373px e i video sono alti 279px.
  • Dimensione massima caricata: 2048 × 2048
  • Dimensioni dell'alimentazione: 360 × 360

Spesso condivido immagini con dimensioni comprese tra 600 e 800 pixel e ciò funziona perfettamente.

G + immagine di copertina
Se non si va per tutta la lunghezza, un'immagine come questa è adattata molto bene per la tua immagine di copertina.

Google+ è diverso

Per concludere, la tua strategia di Google+ sarà diversa dagli altri social media ma altrettanto vitale, se non di più, grazie al SEO. Creare un piano per impegnarsi regolarmente e impostare il target un po 'più basso in termini di numeri, concentrandosi sulle relazioni sui numeri.

Ricorda, come sempre, di prendere il tuo G + segui il link direttamente sul tuo blog affinché altri lo seguano.

Articolo di Gina Badalaty

Gina Badalaty è proprietaria di Embracing Imperfect, un blog dedicato a incoraggiare e assistere le mamme di bambini con bisogni speciali e diete con restrizioni. Gina ha scritto blog su genitori, allevare figli con disabilità e vivere senza allergie per oltre 12 anni. È un blog di Mamavation.com e ha firmato per grandi marchi come Silk e Glutino. Lavora anche come copywriter e ambasciatrice del marchio. Adora dedicarsi ai social media, viaggiare e cucinare senza glutine.

Collegarsi: