Aumentare la posizione di un sito con il contenuto dell'argomento

Articolo scritto da:
  • Search Engine Optimization
  • Aggiornato: Jan 04, 2014

Anni fa, potevi trovare una parola chiave che le persone stavano cercando, assicurati di averla usata su una pagina del tuo sito web e di utilizzare qualche altro trucco per osservare il traffico sul tuo sito. Sfortunatamente, alcuni proprietari di siti web sgradevoli hanno capito questi trucchi e hanno inserito pagine che contenevano cose come tutte le parole chiave, una tonnellata di annunci o contenuti che semplicemente non erano in argomento.

Come molte altre cose, alcune persone che hanno fatto la cosa sbagliata con queste informazioni hanno rovinato una soluzione semplice search engine optimization per tutti. Probabilmente hai già sentito parlare delle modifiche dell'algoritmo che Google ha implementato con Panda e altri aggiornamenti. Una cosa che il motore di ricerca guarda anche in questi giorni quando si sceglie come classificare il tuo sito sono molti aspetti diversi dei tuoi contenuti, tra cui se è o meno in argomento.

In un video di Matt Cutts, che insegna ai proprietari di siti Web come posizionarsi meglio su Google, indica che a partire da 2012 c'erano più fattori 200 che Google esamina per vedere se il contenuto di un sito è adatto per il termine di ricerca di un utente.

"Volete trovare documenti affidabili che riguardino anche ciò che l'utente ha digitato. E questa è una specie di salsa segreta, cercando di trovare un modo per combinare i diversi segnali di classificazione 200 per trovare il documento più pertinente. Quindi in qualsiasi momento, centinaia di milioni di volte al giorno, qualcuno viene a Google. Cerchiamo di trovare il centro dati più vicino a loro ".

Perché la qualità conta?

Google Ranking Factor

Una cosa che i webmaster hanno notato da quando Google Panda è arrivato sulla scena è che i contenuti di qualità ti fanno diventare una stella d'oro. Tuttavia, c'è un bel dibattito su cosa significhi esattamente contenuto di qualità. Dal momento che Google non sta realizzando tutti i punti 200 plus a determinare questo, dobbiamo fare un indovinello basato sul lavoro che classifica le pagine di Google, che cosa ha notato il webmaster e alcune informazioni che sono state trapelate qua e là da ex dipendenti o durante le interviste con i dipendenti attuali.

Matt Cutts, il capo del team di webspam di Google, condivide spesso le riflessioni su come i webmaster possono migliorare i loro siti. Sul blog ufficiale di Google A gennaio 2011, Cutts ha scritto:

"Dato che negli ultimi mesi abbiamo aumentato sia le dimensioni che la freschezza, abbiamo naturalmente indicizzato molti buoni contenuti e anche alcuni spam. Per rispondere a questa sfida, abbiamo lanciato di recente un classificatore riprogettato a livello di documento che rende più difficile la classificazione dei contenuti spammy sulla pagina. "

In realtà è vantaggioso per i webmaster esperti che Google abbia a che fare con siti di spam e contenuti di bassa qualità. Tuttavia, sapere cosa fare per correggere i contenuti sul tuo sito e migliorare la tua SEO può essere una vera sfida.

3 Modi per migliorare istantaneamente il tuo contenuto On-Topic

Scrivere contenuti su argomenti sembra semplice, no? Scegli alcune parole chiave, assicurati che l'articolo riguardi tali parole chiave. Vai tranquillo! Non così in fretta! Ricorda che Google esamina centinaia di punti diversi per decidere come classificare il tuo sito web. Scrivere grandi contenuti su argomenti che si posizioneranno bene nei motori di ricerca è molto più che scrivere semplicemente su un argomento specifico.

1. Contenuto unico

TurnItIn - correttore di plagio

Anche i contenuti on-topic devono essere contenuti unici. Sono finiti i giorni in cui è possibile pubblicare un articolo su diversi siti per l'esposizione, perché quei siti avranno un successo in classifica per ciò che Google etichetterà come contenuto "in scatola".

Assicurarti che il contenuto del tuo sito sia completamente unico può essere una vera sfida. Mentre Google non ti mette in classifica per l'utilizzo di una citazione qua e là (a patto che tu lo faccia correttamente), la prenderanno se prendi gli articoli dai mulini del contenuto e quegli articoli sono su diversi siti.

Se altri scrivono per te, devi essere sicuro che il contenuto sia unico. Sfortunatamente, alcuni scrittori inesperti non capiscono la differenza tra copiare pagine intere e trasmetterle come proprie opere e creare la propria scrittura. Assicurati che ogni contenuto pubblicato sul tuo sito sia unico eseguendolo attraverso un correttore di plagio online rapido e gratuito, come ad esempio Dustball.com or TurnItIn.com.

2. Un nuovo angolo

Se stai scrivendo un articolo sui richiami di anatra, prova a trovare un angolo che non è stato trattato prima. Inizia facendo una ricerca su Google sull'argomento. Cosa viene fuori prima nel motore di ricerca? Ci sono cinque articoli su come acquistare l'esca corretta per le diverse situazioni di caccia? Bene, ora considera come puoi coprire l'argomento in un modo diverso.

Potresti intervistare un creatore di decoy di anatra o un cacciatore di anatre e includere qualche consiglio da un esperto per dare al tuo articolo una nuova svolta che non è già in circolazione? Forse invece di scrivere su come acquistare l'esca perfetta per l'anatra, potresti scrivere su come ripristinare un vecchio richiamo per una nuova condizione.

Crea una nuova prospettiva e segui altri principi SEO eccellenti e vedrai aumentare le tue classifiche nel tempo.

3. Indica i duplicati all'interno dei tag

Ci sono alcuni casi in cui i contenuti verranno ripetuti sul tuo sito, ad esempio quando hai una versione leggibile e una versione stampabile. Google può facilmente riconoscere la differenza tra questo e il materiale copiato o privo di senso.

Una cosa che puoi fare è creare una delle pagine con un meta tag noindex. Tuttavia, se non includi il tag o dimentichi che ne hai bisogno di uno con contenuti duplicati, Google riconoscerà comunque che i file contengono lo stesso materiale, anche se per ragioni diverse e indicizzerà solo una delle pagine. Sfortunatamente, se dimentichi il tag, Google sceglierà quale pagina indicizzare.

Se stai utilizzando un sito WordPress, puoi automatizzare questo processo con plugin come il plug-in All in One SEO. Altrimenti, potresti voler scrivere un semplice codice come questo:

<meta name = "robots" content = "noindex, follow">
<meta name = "robots" content = "index, nofollow">
<meta name = "robots" content = "noindex, nofollow">

Suggerimenti di qualità da Google

Anche se Google non rilascia i segreti del suo algoritmo, possiamo dare un'occhiata a ciò che stanno cercando nei contenuti in argomento leggendo il blog, ascoltando i video didattici e prestando attenzione a quali informazioni rilascia Google.

Sul loro sito web, Google afferma:

"In generale, Google News si propone di promuovere il giornalismo originale e di esporre gli utenti a diverse prospettive. Non ci sono redattori umani che selezionano storie o decidono quali meritano il miglior posizionamento. Il posizionamento in Google News è determinato in base a una serie di fattori. "

I fattori che Google ha dichiarato di guardare sono:

  • Quanto è fresco il contenuto
  • Il contenuto è vario? Trovi tutti gli aspetti?
  • Il testo è di alta qualità e in tema?
  • È originale?

Riguarda la qualità

Sebbene alcuni argomenti siano più adatti a un articolo più lungo, Google non conta le parole quando sceglie uno stato di classifica. Un pezzo più corto può essere classificato come un pezzo lungo, se segui i suggerimenti di cui sopra e assicurati che i tuoi contenuti siano unici, in tema e abbiano una nuova prospettiva. Modifica gli errori grammaticali e metti il ​​miglior prodotto in assoluto che puoi per i tuoi lettori e gli dei del ranking di Google ti premieranno.

* Credito immagine: Infografica di Martin Missfeldt.

A proposito di Lori Soard

Lori Soard ha lavorato come scrittore ed editore freelance da 1996. Ha una laurea in inglese e un dottorato in giornalismo. I suoi articoli sono apparsi su giornali, riviste, online e ha pubblicato diversi libri. Da quando 1997, ha lavorato come web designer e promoter per autori e piccole imprese. Ha anche lavorato per un breve periodo nella classifica di siti web per un motore di ricerca popolare e studiando tattiche SEO approfondite per un certo numero di clienti. Le piace ascoltare dai suoi lettori.