Come proteggersi dal cyberstalking

Aggiornato: 2022-08-16 / Articolo di: Timothy Shim

Internet crea molte opportunità sia per le imprese che per i privati, ma ha anche dato origine a nuove forme di abuso. Un esempio è il cyberstalking, un crimine grave che può avere effetti devastanti sulle vittime. 

Per proteggere la tua privacy online, ti consiglio di utilizzare una VPN ogni volta che ti connetti a Internet. Nascondere il tuo indirizzo IP e crittografia dei dati trasmessi attraverso reti Wi-Fi pubbliche ti proteggeranno da coloro che potrebbero rubare le tue informazioni personali o spiarti online. 


Rimuovi la tua impronta digitale su Internet
Migliaia di aziende stanno raccogliendo e scambiando i tuoi dati personali senza che tu ne sappia nulla. Riprendi il controllo della tua privacy online! Ottenere Incognito per rimuovere le tue informazioni dai broker di dati (funziona solo per i residenti negli Stati Uniti, nel Regno Unito e nell'UE).
Clicca qui per provare Incogni

Modi per proteggersi dal cyberstalking

Il cyberstalking non è raro o banale. (Fonte: UCI Care)

Internet e i social media possono essere pericolosi: una pericolosa spada a doppio taglio. Tra i lati positivi, consentono a tutti di alzare la voce, particolarmente potente per i gruppi minoritari. Ma la loro natura liberale e aperta rende le molestie informatiche molto facili da diffondere e difficili da gestire. 

Per evitare ciò, segui alcune linee guida di base per proteggerti dal cyberstalking. Prendi in carico il tuo profilo pubblico e assicurati di non diventare una vittima.

1. Non rispondere al tuo stalker 

Il cyberstalking spesso si trasforma in qualcosa di più sinistro e minaccioso, anche se inizialmente sembrano amichevoli. Il modo migliore per affrontare i cyberstalker non è alimentare il loro comportamento di ricerca dell'attenzione rispondendo ad essi. Rispondere può incoraggiarli a continuare la loro ricerca indesiderata.

Tieni traccia di tutte le comunicazioni del tuo stalker. Annota dettagli come orari e date dei messaggi, contenuto e mezzi di trasmissione (ad es. SMS, social media, ecc.). Annota altre informazioni rilevanti sull'identità o sul comportamento del tuo stalker. Se decidi di denunciare lo stalking o di ottenere un ordine restrittivo, potresti aver bisogno di queste informazioni.

2. Evita di comunicare con estranei

Diffidare degli estranei è vero sia online che offline per quasi tutti, soprattutto se sei già molestato da qualcuno online. Fai attenzione e pensaci due volte prima di accettare richieste di amicizia sui social media da persone che non conosci nella vita reale. Assicurati di rivedere le impostazioni sulla privacy dei social media in modo che solo gli amici possano vedere i tuoi post e le tue foto.

3. Non condividere eccessivamente

A volte è facile dimenticare che quasi chiunque può accedere alle informazioni che condividi. Ciò è particolarmente vero se sei stato negligente riguardo alle impostazioni sulla privacy. Tuttavia, evita di condividere pubblicamente dati personali come il tuo indirizzo o numero di telefono.

4. Utilizzare uno pseudonimo o uno pseudonimo di genere neutro

Le molestie online sono spesso di genere, quindi questo può aiutare a prevenire alcuni tipi di molestie. Un altro vantaggio dell'utilizzo di un nickname di genere neutro è che ti dà più libertà di esprimerti senza preoccuparti di come le persone potrebbero reagire se conoscono la tua vera identità.

5. Disabilita le impostazioni di geolocalizzazione sui tuoi dispositivi

Le impostazioni di geolocalizzazione su smartphone e tablet consentono alle app di accedere alle informazioni sulla tua posizione e condividerle con altri. Accedi alla sezione delle impostazioni del tuo smartphone o tablet per disabilitare la geolocalizzazione e proteggerti dal cyberstalking.

Prestare particolare attenzione alle impostazioni di geolocalizzazione poiché possono apparire anche in varie applicazioni. Ad esempio, alcune app di social media chiederanno il permesso di accedere alla tua posizione e potrebbero condividere queste informazioni in modi inaspettati.

6. Usa una VPN quando sei su una rete Wi-Fi pubblica

Puoi ottenere una certa misura di anonimato digitale utilizzando una VPN. Una VPN, o Virtual Private Network, consente di creare una connessione crittografata a qualsiasi rete su Internet. Una VPN ti consente di connetterti a una rete senza altri utenti sulla stessa rete per vedere quali siti stai visitando.

Usando una VPN può essere particolarmente efficace quando si affronta un cyberstalker esperto di tecnologia. Queste persone sono spesso ben informate nell'uso degli strumenti di hacking di base. Una VPN può proteggerti facilmente da dispositivi così di bassa qualità.


Offerte e sconti VPN

NordVPN > 51% di sconto + omaggio, piani a partire da $ 3.09 al mese
Surfshark > 82% di sconto + 2 mesi gratuiti, piani a partire da $ 2.49 al mese

7. Proteggi i tuoi dispositivi digitali

Installa un sistema di sicurezza sul tuo computer, laptop e dispositivi mobili. Un buon microfono in genere include firewall e software antivirus. È anche importante mantenere aggiornate queste difese. Assicurati di disporre degli ultimi aggiornamenti di sicurezza per il tuo software, in particolare browser Web, plug-in e sistemi operativi. 

8. Usa password complesse ovunque

I cyberstalker a volte tentano di molestare le vittime impossessandosi dei loro account digitali. Per questo motivo è essenziale utilizzarlo password complesse. Evita di utilizzare la stessa password per più siti o account. Prendi in considerazione l'utilizzo di a gestore di password che usi crittografia per proteggere le tue password.

Che cos'è il cyberstalking?

Il cyberstalking utilizza Internet o altri mezzi elettronici per perseguitare o molestare qualsiasi individuo, gruppo o organizzazione. Può includere false accuse, diffamazione, calunnia e diffamazione. Può anche includere monitoraggio, furto di identità, minacce, atti di vandalismo, adescamento a rapporti sessuali o raccolta di informazioni potenzialmente dannose.

La maggior parte dei cyberstalker cerca di rimanere anonima mentre invia alle proprie vittime messaggi minacciosi o osceni tramite e-mail o social media. A volte rintracciano l'indirizzo IP della loro vittima per raccogliere più informazioni su di loro per molestarla anche offline.

Casi di cyberstalking nel Regno Unito
Matthew Hardy, che ha creato centinaia di falsi profili sui social media per perseguitare e molestare le persone online, è stato condannato a nove anni di reclusione nel Regno Unito nel gennaio 2022. Hardy ha così spaventato alcune delle sue vittime che hanno dormito con le armi (source).

Sebbene il cyberstalking sia talvolta usato in modo intercambiabile con le molestie online o il cyberbullismo, non è la stessa cosa. In genere è possibile distinguere la differenza dall'intento. Un cyberstalker intende causare paura. Al contrario, un bullo vuole fare del male in quel momento. 

Un'altra distinzione è che il cyberstalking non richiede comportamenti ripetuti. La vittima potrebbe subire un singolo incidente di molestie informatiche che causa danni; ad esempio, danni alla tua reputazione pubblica rilasciando informazioni private su Internet.

Potenziale effetto del cyberstalking sulle vittime

Come le vittime di altre forme di stalking, le vittime di cyberstalking possono sperimentare una serie di effetti fisici, emotivi e psicologici. La gravità dell'impatto dipende notevolmente dalla durata del cyberstalking e dal controllo che la vittima sente di avere sulla situazione.

I sintomi possono includere:

  • Ansia, panico, scarsa qualità del sonno
  • Depressione, rabbia, sentimenti di impotenza
  • Aumento della sfiducia verso gli altri
  • Incapacità di concentrazione o concentrazione
  • Malattie fisiche come mal di testa

Questi problemi variano anche in base al fatto che il tuo cyberstalker sia qualcuno che conosci, ad esempio un ex partner. Il cyberstalking da parte di uno sconosciuto potrebbe non essere traumatico come essere preso di mira da qualcuno a cui sei vicino, perché è più probabile che si manifesti con sentimenti di tradimento piuttosto che con paura per la tua sicurezza.

Come segnalare il cyberstalking

Nota importante: Denuncia il tuo stalker alla polizia se fa minacce contro di te o i tuoi familiari o se entra in contatto personale con te di persona o per telefono. Le forze dell'ordine locali possono aiutarti a proteggerti e a identificare il tuo stalker.

Il cyberstalking a volte viene frainteso e, per questo motivo, spesso non viene denunciato. È fondamentale comprendere che il cyberstalking è un reato penale in molte giurisdizioni. Alcune potenziali strade per affrontare il cyberstalking includono:

Il tuo dipartimento di polizia locale

Potrebbero consigliarti ulteriormente o indirizzarti verso a sicurezza informatica agenzia il reato rientra nella tua zona. Potresti anche prendere in considerazione un reclamo presso l'FBI Internet Crime Complaint Center (IC3) per quelli negli Stati Uniti. L'IC3 è un centro di segnalazione online progettato per ricevere denunce contro crimini su Internet come il cyberstalking. 

Il fornitore di servizi dello stalker

Poiché l'e-mail è un mezzo di cyberstalking spesso utilizzato, è possibile segnalare tali attività al fornitore di servizi. Ad esempio, se il tuo cyberstalker utilizza Gmail, puoi inviare a segnalare a Google.

Una ONG digitale anti-cyberstalking

Diversi siti web raccolgono informazioni sul cyberstalking e tentano di fornire aiuto alle vittime. Un esempio è Combattere il cyberstalking, che fornisce una quantità impressionante di risorse che possono aiutare.

Fai attenzione ad altre forme di abuso digitale

Molti vedono il cyberstalking come una delle forme più invasive e traumatiche di violenza online. Tuttavia, non è l'unica forma di abuso digitale. La violenza assume forme diverse nel cyberspazio, portando rischi diversi e personalizzati:

Trolling

I troll molestano e intimidiscono le vittime attraverso commenti pieni di odio. Anche alcuni governi in tutto il mondo sono noti per finanziare eserciti di tastiere per diffondere propaganda e interferire nel processo decisionale politico.

Molestie sessuali online

I predatori sessuali operano attraverso app di incontri, forum e piattaforme di social media per molestare le vittime con commenti offensivi e immagini intime. Queste molestie possono generalmente degenerare in qualcosa di più serio, come il cyberstalking. 

doxing

Gli hacker si infiltrano nei dispositivi delle vittime per raccogliere dati personali e pubblicarli online. L'obiettivo è minare il senso di sicurezza dei bersagli, provocando panico o autocensura.

swatting

Questa attività criminale è un esempio di quando gli abusi online diventano reali anche offline. I criminali hanno diffuso notizie false per indurre i servizi di emergenza a inviare le autorità all'indirizzo di una persona.

Considerazioni finali sulla protezione contro il cyberstalking

Come molti crimini, è facile per il pubblico incolpare la vittima. Tuttavia, questo è spesso sbagliato, come sanno i più intelligenti tra noi. È anche importante non reagire in modo eccessivo poiché l'espressione digitale a volte può essere più difficile da interpretare.

È tua responsabilità rimanere al sicuro online. Se ritieni una minaccia, assicurati di documentare attentamente i dettagli e di conferire con amici e familiari. Quindi, verifica con le forze dell'ordine per vedere se è effettivamente in corso un crimine. In tal caso, le tue prove documentate torneranno utili.

Non lasciare che i molestatori online se la cavino troppo in fretta. Mettere le autorità alle calcagna li occuperà e assicurerà che ci pensino due volte prima di tentare nuovamente tali attività.

Continua a leggere...

A proposito di Timothy Shim

Timothy Shim è uno scrittore, editore e appassionato di tecnologia. Iniziando la sua carriera nel campo dell'Information Technology, ha rapidamente trovato la sua strada nella stampa e da allora ha lavorato con titoli internazionali, regionali e nazionali tra cui ComputerWorld, PC.com, Business Today e The Asian Banker. La sua esperienza risiede nel campo della tecnologia dal punto di vista sia dei consumatori che delle imprese.