Come iniziare con il video marketing per il tuo blog: una breve guida

Articolo scritto da:
  • Inbound Marketing
  • Aggiornato: Sep 07, 2017

Secondo HubSpot statistiche di visual content marketing per Jan 2016, gli utenti Web di oggi interagiscono e sono molto più attratti dagli elementi visivi rispetto al passato e gli esperti di marketing si sforzano di assegnare agli asset visivi un ruolo più importante nella loro strategia.

Questo non riguarda solo immagini convincenti per accompagnare i post del blog o infografica interessante. Il video è diventato una risorsa essenziale nella cassetta degli attrezzi di un blogger e di un marketer.

Certamente, scrivere è più facile che fare video - il video non riguarda solo le parole, ma anche:

  • Immagine
  • Body language (se l'altoparlante appare nel video)
  • Tono di voce
  • La fiducia proiettata
  • Credibilità
  • Elementi minimi di distrazione
  • Contenuti visivamente accattivanti e convincenti

Tutti questi elementi si uniscono per creare un effetto complessivo che spinge lo spettatore ad agire sul contenuto.

Mentre Twitter è stato inizialmente creato come piattaforma di microblogging con limite di caratteri 140, molto è cambiato nel corso degli anni.

Ora gli utenti possono condividere immagini, GIF e, naturalmente, video. E gli utenti di Twitter sono arrivati ​​ad amare i video con oltre 82% di loro che stanno attivamente guardando i video su di esso.

In effetti, i post dei video su Twitter aumentano il coinvolgimento con 2.5 volte più risposte, 2.8 volte più retweet e 1.9 volte più preferiti.

- Pankaj Narang, In che modo i brand utilizzano i video su Twitter

Iniziare

Il grande problema con il video è iniziato - specialmente se sei un tipo introverso o una persona timida, può essere difficile passare dal "riscaldamento" alla piena produzione in breve tempo.

Se guardi molti video amatoriali e per principianti, potresti notare che l'altoparlante spesso non guarda direttamente la fotocamera o lo fa da un angolo imbarazzante e il discorso può apparire poco sicuro di sé, a volte troppo assertivo o non amichevole . Negli ultimi due anni ho parlato del processo di creazione di video con alcuni blogger che mi hanno indicato la giusta direzione.

Uno di questi blogger, Brandi Marie Yovcheva, ha accettato di essere intervistato per questo post, quindi troverete i suoi consigli qui sotto. Segui questa breve guida per iniziare a creare video in modo da poter aggiungere questa risorsa pro al tuo blog marketing.

Passo 1 - Come rompere il ghiaccio

Rompere il ghiaccio di fronte a un pubblico
Rompere il ghiaccio di fronte a un pubblico è l'ostacolo iniziale da superare

Quando stai cercando di registrare il tuo primo video di marketing sul blog e non l'hai mai fatto prima, potresti sentirti perso su dove e come iniziare.

Il primo passo consiste nel rompere il ghiaccio e fare il tuo primo video, indipendentemente dalla sua qualità. Lo scopo dei tuoi primi tentativi è quello di apprendere le basi e superare le tue paure iniziali e la timidezza, quindi tieni da parte ogni idea di perfezionismo - qui stai davvero solo cercando di imparare come fare le cose.

Ecco un breve elenco "per iniziare":

#1: tieni a portata di mano una fotocamera o un cellulare compatibile con la fotocamera

Assicurati che la luce ambientale sia a posto affinché il tuo viso appaia chiaramente nel video - sia che tu stia realizzando testo più video di animazione solo in futuro, o video che ti presentano come relatore, è importante che tu sia in grado di registrare un video chiaro di te stesso con la giusta illuminazione e l'angolazione. Potresti averne bisogno in futuro.

#2: Esercitati prima di registrare, in modo che la tua voce sia amichevole e sicura

Non preoccuparti di errori di ortografia o ripetizione: puoi modificare quelle parti in un secondo momento e allegare nuove clip corrette. Concentrati solo sul rompere il ghiaccio qui, in modo da poter eliminare qualsiasi carico emotivo in più, calmarti e parlare con fermezza e chiarezza quando inizi a registrare. Può aiutare a esercitarsi davanti a uno specchio in modo da poter imparare a controllare la tua espressione facciale e i tuoi gesti.

#3: non registrare per la tua azienda la prima volta, ma per hobby o per i tuoi amici

Questo per evitare di aggiungere troppo stress al tuo compito quando sei già concentrato sull'apprendimento e sul giusto.

Il tuo primo obiettivo sarà qualcosa in più sul tuo hobby o una comunicazione personale con i tuoi amici.

Come esempio, questo è quello che ho fatto con le recensioni dei libri sul mio canale YouTube (il video è in italiano, ma puoi vedere tutti gli "errori" di angolazione, illuminazione e timidezza di un tipico principiante): stavo davvero ancora scaldando il fatto di essere davanti a una telecamera e di essere registrato, quindi non era davvero un tempo per lavorare su contenuti di marketing o freelance quando non sapevo come parlare con un pubblico con fiducia e non sapevo come modificare correttamente un video

#4: modifica il tuo video prima del caricamento

Se carichi su YouTube, puoi utilizzare l'editor di YouTube incorporato dopo aver caricato correttamente il tuo video; tuttavia, una scelta migliore è usare un editor offline OpenShot se stai cercando una soluzione open source gratuita - installata sul tuo computer e aggiusta tutto ciò che ti piace, dall'illuminazione all'aggiunta di testo e diapositive.

#5: carica il video sul tuo account (YouTube, Vimeo, ecc.)

Puoi anche semplicemente caricare sul tuo blog personale.

Invia il link ai tuoi amici e chiedi feedback.

Chiedi ai tuoi amici di essere il più dettagliati possibile con il loro feedback, perché intendi migliorare drasticamente i tuoi prossimi video. Funziona molto meglio se i tuoi amici sono anche blogger con esperienza nel video marketing.

Come ho detto prima nell'articolo, ho parlato con un certo numero di blogger su come hanno iniziato con il marketing video, e specialmente su come hanno rotto il ghiaccio la prima volta quando non erano sicuri di come farlo correttamente.

Brandi Marie Yovcheva, un imprenditore con la passione per i viaggi, si è spinto a fare video di lavoro subito, anche se, ammette, ha fatto "molti molti prendono durante i primi video "che ha registrato.

Brandi Marie Yovcheva Stavo studiando Internet marketing per far crescere la mia attività principale, e uno dei modi era attraverso il marketing video.

Mi sono solo saltato dentro, ma ero terrorizzato di fare video.

Anche se ero solo io solo in una stanza a parlare con me stesso! Mi sarei fatto prendere dal panico, mi sono sudato, ho dimenticato quello che volevo dire ... È stato terribile! In effetti, il mio primissimo video, ne ho fatto così tanti, che l'ultimo in cui il mio tablet è caduto! Stavo ridendo e se lo guardi, puoi vedere dove ho curato la caduta.

Errori e situazioni sciocche accadono quando inizi, ma non lasciare che ti trattengano.

Il video marketing è un vantaggio da non trascurare. Yovcheva spiega:

Il video marketing migliora il numero di affari [in molti modi].

Innanzitutto, il tuo pubblico (follower) arriva a SEE e ti ascolta. Ciò significa che gli piacerà, conosceranno e si fideranno di te più velocemente. In secondo luogo, puoi creare un seguito non solo su Facebook, Twitter o LinkedIn, ma anche su YouTube (o su qualsiasi piattaforma video che stai utilizzando) in modo che coloro che non ti hanno trovato su altri social media possano trovarti dai tuoi video perché stai cercando di cosa stai parlando. E infine, ho incontrato alcune persone a cui non piace leggere.

Quindi quelli che hanno visto il mio blog hanno detto "Oh, tu scrivi e fai un video .. Mi piace perché non volevo leggere". Quindi stai trattando tutti gli aspetti delle persone. Alcune persone vogliono leggere, altre vogliono solo ascoltarti!

Per un po 'di incoraggiamento, guarda la divertente interpretazione di Sophie Lizard di BeAFreelanceBlogger.com su come sopravvivere realizzando il tuo primo video (onestamente, questo è il video che mi ha convinto a iniziare):

Passo 2 - Lasciati tempo per imparare e continua a scaldarti

Realizza il maggior numero possibile di video di riscaldamento (vedi Passaggio 1), ma non fermarti qui. Sperimenta con diversi strumenti e tecniche.

Iscriviti ai webinar e impara. Unisciti o crea un gruppo di blogger per aiutarsi a vicenda nel marketing video. Non abbiate fretta: pianificate in anticipo e concedetevi almeno 2-3 mesi per riscaldarvi e imparare prima di iniziare a scrivere e produrre per il vostro blog.

Paul Manwaring da Outsprung ha alcuni buoni consigli per il blogging video per iniziare a condividere:

Paul Manwaring Ho usato il video marketing per molti dei miei progetti di siti Web e ho lentamente sviluppato la mia esperienza in fatto di fotografia e riprese dato che è stato un mio hobby personale prima che io stessi commercializzando. In primo luogo, penso che tu debba avere un video di buona qualità.

Non è necessario spendere migliaia per una fotocamera, ma sarà sufficiente una DSLR entry-level, che dovrebbe costare alcune centinaia di dollari. La qualità dei video che stai pubblicando non è sufficiente [per coinvolgere un pubblico], ma le prime impressioni significano davvero molto.

Dopo tutto, questo è il tuo marchio, come ti presenti è come gli altri ti vedranno. In secondo luogo, assicurati di avere una sceneggiatura. Potrebbe essere parola per parola o solo una serie libera di punti elenco. Non c'è niente di peggio di qualcuno che va avanti e avanti in un video. Cerca di rimanere al punto e non andare su una tangente. In terzo luogo, prova a dire il minor numero di parole possibili; è davvero fastidioso come spettatore vedere qualcuno dire "umm" e "errr" ogni 3 secondi.

Avere uno script migliorerà notevolmente la tua capacità di smettere di pronunciare queste parole.

Elenco di strumenti video

Ecco un elenco di strumenti di editing video per aiutarti a progredire rapidamente:

  • Render Forest - Uno strumento gratuito per la creazione di presentazioni, animazioni, presentazioni e visualizzazioni musicali in pochi minuti. Un account di base in Render Forest è gratuito; piano entry level senza watermark video a $ 9.99 per esportazione.
  • WeVideo.com - Un editor di video online collaborativo basato su cloud per uso personale e commerciale. È possibile iniziare gratuitamente e quindi eseguire l'aggiornamento a un account personale, flessibile o illimitato. Il costo è inferiore a $ 200 all'anno.
  • Moovly - Uno strumento per creare video animati e presentazioni. Il piano di base è gratuito per i video fino a 10 minuti. È possibile eseguire l'aggiornamento a un piano a pagamento per $ 9.95 / mese.

Passo 3: crea e pianifica il tuo primo video aziendale

A questo punto, dovresti avere acquisito il metodo e la fiducia nella creazione di video e probabilmente hai già sperimentato alcuni script e registrazioni per i tuoi futuri video di marketing o di contenuti.

Ora è il momento di prendere sul serio questo e lo script, creare e pianificare il tuo primo video aziendale per la pubblicazione. Una buona idea è quella di creare un video di presentazione per il tuo blog o il tuo canale in cui ti presenti, la tua attività e il suo messaggio principale e il contenuto che i tuoi lettori troveranno sia sul tuo blog che nei tuoi contenuti video. Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti comprovati per assicurarti che il tuo video si distingua.

1. Mantieni 3 minuti o meno

Raelyn Tan spiega come ha aiutato il pubblico ad avere bisogno di informazioni per soddisfare la loro breve attenzione, mantenendo i suoi video brevi e puntuali:

Raelyn Tan Dato che il mio blog è un sito Web basato sull'informazione, ho condiviso suggerimenti brevi e rapidi sui problemi che sapevo che il mio pubblico di riferimento stava affrontando. La condivisione di video dimostrativi ha funzionato molto bene per il mio pubblico perché erano in grado di ottenere una soluzione tangibile che fosse facile da seguire per un problema che stavano affrontando. Questi video sono durati meno di 3 minuti poiché i tempi di attenzione delle persone sono molto brevi in ​​questi giorni. Inoltre non avevo ancora la sicurezza di fare video più lunghi. Mi sono reso conto che quando i tuoi contenuti non hanno lanugine, le persone sono disposte a guardare i tuoi video e condividerli.

2. SEO il tuo video

Questo è qualcosa che dovresti sempre fare prima o dopo aver caricato o inviato un video sul tuo blog o su qualsiasi piattaforma social, oppure sarà difficile per i motori di ricerca raccogliere sulla tua pagina video e indicizzarlo correttamente, poiché non possono leggere il video soddisfare. Yovcheva spiega come è un passo da non trascurare:

Quando salvi il video sul tuo computer, prima di caricarlo online, dagli un nome che si riferisca a ciò di cui stai parlando. Ad esempio, "Video marketing - Suggerimenti 3 per iniziare" e non solo il [nome] predefinito che salva. Quando lo fai e lo carichi su YouTube, il titolo apparirà automaticamente lì, sarà più facile da cercare e aiuterà le persone a cercare il tuo argomento per trovarlo.

3. Usa la narrazione

Questa è una tecnica che le organizzazioni non profit utilizzano per attrarre lo spettatore e "portarlo in un viaggio" che cambierà le loro vite o almeno la loro mentalità (e deciderà di dare una mano o di donare alla carità). Come blogger professionista o imprenditore, il tuo marchio ha una voce e una storia da raccontare che puoi usare nel tuo video come un gancio per collegarti all'argomento di cui vuoi parlare.

Ad esempio, se gestisci un negozio di vestiti per bambini in casa, puoi collegare un video sulla stoffa che scegli per i tuoi vestiti per bambini a un'idea o un'esperienza personale che ti ha portato a creare il tuo marchio.

Due insidie ​​da evitare

Brandi Marie Yovcheva ti mette in guardia contro due insidie ​​che dovresti evitare quando inizi a realizzare video per la tua attività:

1- Non cercare di rendere tutto perfetto.

“Questo è così grande. Parlo con così tante persone che pensano di aver bisogno dell'illuminazione perfetta, dell'ambientazione perfetta, della sceneggiatura perfetta o del dispositivo perfetto su cui registrare. [Verità] è ... fintanto che la qualità audio è buona e comprensibile, questo è tutto ciò che serve per avviare il marketing video. I miei video all'inizio avevano un'illuminazione e una qualità estremamente scadenti, ma l'audio era lì e le persone guardano i tuoi video principalmente per informazioni, non necessariamente se sei nel tuo ufficio, stanza o in spiaggia a fornire le informazioni. "

2- Non lasciare che la paura ti controlli.

"Credo che questo vada di pari passo con la cosa perfezionista perché la paura di non avere tutto a posto impedisce a molti marketer di avviare video, quindi finiscono per non farne nessuno. Divertiti con esso e, se necessario, scrivi quello che vuoi dire. Scrivevo parola per parola il mio script video e in alcuni video mi vedevi leggere. Ma nessuno è perfetto comunque, giusto? Quindi non preoccuparti troppo di ciò che pensano gli altri, perché non piacerai mai a tutti ”.

Tipi di video che puoi produrre per il tuo blog

Dopo aver spiegato come realizzare video e l'aspetto di un buon video aziendale, diamo un'occhiata al tipo di video che puoi produrre per il tuo blog.

1. Altoparlanti

Questo tipo di video è ciò che hai già visto in precedenza in questo articolo con gli esempi di Sophie Lizard e Brian Dean.

Sono video in cui appari come speaker e puoi aggiungere facilmente testo sullo schermo o alternare le tue apparizioni con diapositive, immagini e animazioni.

2. Cartoni animati e video di testo (PowToon)

Il libero professionista Evan Jensen racconta di come ha creato video animati e basati su testo senza alcuna precedente esperienza con la creazione di video nel suo guest post a Make a Living Writing.

Ha usato PowToon.com come strumento per la creazione di video.

Quando invio i LOI, includo l'URL del video nella mia riga della firma. E si sta facendo notare. Ho sentito di un certo numero di potenziali clienti che menzionano specificamente il video. Una manciata di quelli avrà probabilmente un lavoro remunerativo nel prossimo futuro. Il video ha anche aiutato ad attrarre un potenziale cliente senza alcun tipo di marketing da parte mia. - Evan Jensen

Eric Brantner, fondatore di Scribblrs.com e altri blog di nicchia molto trafficati, crea anche i suoi video con PowToon:

Eric Brantner Il video è qualcosa che ho appena iniziato a incorporare nel mio marketing online. Conosco il suo potere da anni ormai, ma non ho mai avuto un buon senso di come creare video interessanti e avvincenti che migliorano i miei contenuti. Invece di stare di fronte a una telecamera e girare un video, di recente ho usato PowToon per creare video animati sul mio sito per il mio post "The Ultimate Kid's Blogging Guide with Videos". Alcuni motivi per cui l'ho usato e suggerimenti:

  • È gratuito: puoi pagare per un premio, ma non l'ho trovato necessario. Puoi anche provare gratuitamente premium con la versione di prova.
  • Usa i modelli: potresti iniziare da zero, ma c'è un po 'di una curva di apprendimento. Invece, prendi uno dei loro modelli (sono davvero buoni!) E modificalo per adattarlo alle tue esigenze.
  • È davvero semplice aggiungere i video al tuo canale YouTube. Da lì, puoi facilmente incorporarlo nel tuo sito. Non commettere l'errore di incorporare direttamente da PowToon. Non funzionerà su tutti i browser (lo abbiamo scoperto nel modo più difficile).

3. Streaming live: Facebook Live, Hangouts, Blab e Periscope

Ci sono un certo numero di servizi di live streaming che sono disponibili gratuitamente oa pagamento. Gina Badalaty parla di Blab e Periscope in questo post, dove ha anche intervistato due blogger - Amiyrah Martin - che hanno utilizzato questi servizi con successo per ampliare e coinvolgere il loro pubblico.

Altri servizi gratuiti da esaminare sono Facebook dal vivo e Google Hangouts. Facebook Live è disponibile per tutti gli utenti di Facebook che gestiscono una pagina.

Vai a Strumenti di pubblicazione -> Libreria video e fai clic sul pulsante + Live accanto a quello di caricamento sul lato destro della pagina.

Puoi iniziare subito lo streaming live. Facebook salverà la registrazione del tuo live streaming in uno dei post della tua pagina. Dai un'occhiata ai video in streaming live di Darren Rowse su Problogger.net sulla sua pagina di Facebook per avere un'idea di come potrebbe funzionare per te. Facebook fornisce anche un elenco delle migliori pratiche qui.

Google Hangouts è disponibile gratuitamente su tutti gli smartphone basati su Android e online su hangouts.google.com. È una piattaforma valida e affidabile per tenere webinar ed eventi dal vivo per il tuo blog. Hangouts si collega al tuo account YouTube per trasmettere in streaming il video e registrarlo per una visualizzazione successiva. Google stesso utilizza Hangouts per le sue domande e risposte all'indirizzo Centro webmaster.

Takeaway

Iniziare con la produzione di contenuti video per il tuo blog e gli sforzi di marketing può sembrare scoraggiante, ma puoi facilmente passare da principiante a professionista se fai il primo passo e impara e affina le tue capacità di fare video man mano che procedi.

Rompere il ghiaccio è la parte più difficile di questa nuova impresa ...

... ma una volta iniziato, inizierai a vedere la creazione di video come attività divertente e coinvolgente che è: connettersi al tuo pubblico a un livello più personale, lasciarti vedere o ascoltare la tua voce mentre presenti il ​​tuo blog o offri contenuti aggiuntivi altro che solo post di blog e materiale scritto.

Tutto ciò farà solo del bene al tuo marchio.

Un ultimo consiglio di Brandi Marie Yovcheva: "Con il video marketing, divertiti con esso, sii te stesso e fallo senza troppo pensare troppo! Il pensiero eccessivo causa paura, la paura causa la procrastinazione e la procrastinazione può farti non fare mai il primo passo. "

A proposito di Luana Spinetti

Luana Spinetti è una scrittrice e artista freelance con base in Italia e una studentessa di informatica. Ha conseguito un diploma di scuola superiore in psicologia e pedagogia e ha frequentato un corso annuale 3 in Comic Book Art, da cui si è laureata su 2008. Come una persona sfaccettata come lei, ha sviluppato un grande interesse per SEO / SEM e Web Marketing, con una particolare inclinazione ai Social Media, e sta lavorando a tre romanzi nella sua lingua madre (italiano), che spera di pubblicare indie presto.