15 Perle del Web Hosting Wisdom - Come fare in modo che le tue risorse durino

Articolo scritto da:
  • Articoli consigliati
  • Aggiornato: Sep 12, 2019

Se lo hai mai fatto comprato piccoli pacchetti di web hosting condiviso saprai che le risorse sono così limitate che dovresti rinunciare alle funzionalità più complesse o fare affidamento su risorse esterne. Ciò è particolarmente vero quando si hanno più siti Web ospitati nello stesso piccolo pacchetto.

Per questa guida, ho intervistato Marc Werne, membro dello staff del provider di hosting Linux Gigatux.com. Molte delle perle della saggezza dell'hosting web nella guida includono i consigli di Marc su una gestione più saggia delle risorse del tuo account.

1. Scegli un CMS leggero

Potresti volerlo usare Joomla or Mambo così male, ma se il tuo account di hosting è inferiore a 500MB in quota, potresti voler riconsiderare la tua scelta.

WordPress or Drupal, ad esempio, farebbe un'alternativa leggera e flessibile che ti farà risparmiare MB di web disk e larghezza di banda. Spesso meno è più e leggero non equivale a meno funzionale. Crea un grafico delle tue alternative e scegli il CMS più adatto alle tue esigenze e al tuo pacchetto di hosting.

2. Usa miniBB invece di SMF

MiniBB accetta solo 1.77 MB rispetto a 11.38 MB di SMF, ma è una soluzione di forum completa con un ampio archivio di componenti aggiuntivi, estensioni e plug-in.

Non ti piace il miniBB?

Esistono diverse alternative leggere contro script di forum più grandi. PunBB, FluxBB e AEF ne citano alcuni. Inoltre, pianificare lo scopo del forum prima di installare qualsiasi soluzione: se il tuo obiettivo è raggiungere migliaia di milioni di utenti, potrebbe essere necessario un aggiornamento del pacchetto di hosting. Se si desidera mantenere il personale del forum solo o indirizzato a un numero limitato di utenti, utilizzare in qualsiasi modo le risorse disponibili a proprio vantaggio.

3. Utilizza Google Apps per la tua Webmail invece del programma di webmail del tuo host

Oltre a utilizzare l'e-mail di inoltro su Gmail, Google offre ai webmaster la possibilità di configurare il loro nome di dominio come host di posta elettronica di base configurandolo in Google Apps.

Ciò significa che sarai in grado di configurare fino a dieci account utente di posta elettronica gratuiti con il tuo dominio, ciascuno con 10GB di webdisk, come [Email protected] or [Email protected]

Perché Google Apps?

Perché ogni volta che imposti la tua quota di webmail sul tuo account di hosting, tale quota verrà prelevata dal tuo spazio su disco globale e ti convinrai che dedicare 100MB al tuo pacchetto 500MB significa lavorare contro le crescenti esigenze del tuo sito web. Utilizza Google Apps a tuo vantaggio e risparmia centinaia di MB che puoi utilizzare per migliorare l'esperienza dei visitatori del tuo sito web.

Un'alternativa a Google Apps? C'è Zoho Mail, gratuito nella sua versione Lite. Zoho Lite ti consente di configurare il tuo dominio con un massimo di account utente 3, ciascuno con 5GB di capacità.

4. Impiega un sistema di memorizzazione nella cache

La maggior parte dei proprietari di siti Web personali e di piccole imprese con un budget ridotto sceglie pacchetti di hosting condiviso per risparmiare sugli investimenti. A volte è necessario un aggiornamento per aumentare le prestazioni e accogliere un pubblico più ampio e il traffico che genera, ma se non è possibile, è possibile risparmiare risorse del server utilizzando un sistema di cache che non sovraccarica la CPU.

Gli utenti di WordPress possono installare W3 Total Cache ma se non usi WordPress dovresti provare a ottimizzare la cache del tuo sito web con gli strumenti resi disponibili dal tuo fornitore CMS.

Ad esempio, Joomla può contare su quattro ottimizzatori della cache e Drupal ha anche diversi strumenti per le prestazioni della cache. Vedere il punto #10 per visualizzare un elenco di software di memorizzazione nella cache che carica maggiormente i server ed è da evitare. Inoltre, ricorda di discutere qualsiasi cosa relativa alla cache con il tuo provider di hosting; Gigatux, ad esempio, utilizza già un sistema di cache veloce, quindi non devi preoccuparti, ma altri host potrebbero non contare su molte risorse. Chiedi prima di evitare problemi in seguito.

5. Svuota regolarmente il contenuto dello spam

Sbarazzarsi dello spam sotto forma di e-mail, commenti sui blog, URL di pingback e file che sovraccaricano i server e la quota del database.

Fallo almeno una volta alla settimana per evitare problemi di memoria (ad es. L'eliminazione dei commenti di WordPress funziona solo con una memoria di 64MB, dopo di che otterrai un errore fatale e dovrai aumentare la dimensione della memoria consentita nel tuo PHP.INI file o in wp-config.php nella tua radice di WordPress).

6. Se possibile, utilizzare database esterni

Se il tuo host consente il collegamento a database remoto, utilizzalo in ogni caso. I database esterni aiutano ad alleggerire l'utilizzo della quota del tuo webdisk perché memorizzano i tuoi contenuti al di fuori del tuo account di hosting. Tuttavia, tieni presente che i database remoti "possono essere piuttosto costosi e una seccatura per l'utente finale" - per dirlo con Marc Werne - perché l'hosting di database esterni non è economico.

Tuttavia, ci sono soluzioni gratuite che puoi usare per piccoli progetti. FreeMySQL ti consente di configurare database illimitati senza alcun costo (vengono eseguiti su donazioni). Questi servizi sono affidabili per progetti limitati, ma tieni presente che potrebbero essere meno efficienti con i siti Web di grandi aziende. Monitora costantemente l'utilizzo e pianifica potenziali aggiornamenti se desideri continuare a utilizzare il tuo database esterno.

7. Salva risorse di archiviazione e larghezza di banda con servizi di file hosting

Ospita tutte le cose scaricabili su un servizio di hosting esterno, come Photobucket, Vimeo, YouTube o 4Shared.

Non dovresti permettere ai tuoi visitatori, clienti o lettori di caricare contenuti sui tuoi server se le tue risorse sono limitate. In alternativa, puoi abilitare Gravatar in modo che i tuoi clienti o utenti non debbano caricare un avatar del profilo.

8. Usa MailChimp per la tua newsletter

Installa un software per newsletter sul tuo account di web hosting limitato e inizierà a consumare il tuo disco e la larghezza di banda. Sfortunatamente non c'è molto da fare al riguardo, e il più piccolo script di newsletter disponibile - OpenNewsletter - è ancora 640Kb e dovrai contare anche in tutti i problemi memorizzati.

Ma puoi contare ancora una volta su servizi esterni. MailChimp è una soluzione completa per le newsletter che inizia a costo zero se il tuo pubblico di destinazione è inferiore agli abbonati 2,000 e miri a inviare fino a email 12,000 al mese.

Tutti i modelli possono essere personalizzati in modo da non dover ospitare i tuoi e puoi integrare la newsletter con Facebook.

Le buone alternative a MailChimp sono Constant Contact e BenchmarkMail, il cui unico limite è dato dalle opzioni di abbonamento: le persone possono solo registrarsi dal tuo modulo.

9. Usa SurveyMonkey per i sondaggi degli utenti

Come con le newsletter, i software di sondaggio possono essere pesanti per le risorse limitate. Nella mia esperienza, SurveyMonkey crea un'alternativa valida e gratuita quando devi inviare un sondaggio rapido a un numero limitato di persone. Per un pubblico più ampio, la tariffa mensile inizia da $ 17 ($ 204 / anno), quindi l'investimento è ancora accessibile per le società a basso budget le cui newsletter svolgono un ruolo centrale nelle loro attività.

Potresti provare anche KwikSurveys e Smart Survey. Sono entrambi gratuiti e offrono funzionalità interessanti, come l'inserimento di immagini nel sondaggio e le competizioni.

10. Non utilizzare WP Super Cache o altri plugin WP che consumano CPU

Perla della saggezza #4 ha suggerito di utilizzare un sistema di memorizzazione nella cache sotto forma di estensione o plug-in per migliorare le prestazioni del sito Web senza risucchiare troppe risorse. Ora mi sembra di darti un consiglio contraddittorio: perché non usare WP Super Cache, un noto plugin WP per memorizzare nella cache il tuo sito web? La risposta è in questa specifica prestazione del plugin: WP Super Cache consuma molta CPU e bloccherà i server se si esegue un pacchetto limitato. Altri plug-in WP che consumano CPU non in cache sono:

  • Migliore sicurezza WP (aumenta il tempo di caricamento della pagina)
  • Pacchetto SEO tutto in uno (le vecchie versioni causano picchi di carico più elevati)

Prendi in considerazione l'installazione di un plugin per WordPress chiamato P3 (acronimo di Plugin Performance Profiler) per tenere traccia di quanta risorse della CPU utilizzi i tuoi plugin. Disabilita i plugin problematici non appena scopri che ostacolano le risorse della tua CPU: alcuni provider di hosting sospenderanno il tuo account se lo scopriranno, e nella migliore delle ipotesi i tuoi utenti si imbatteranno in fastidiosi errori del server interno 500 quando provano a caricare le tue pagine.

11. Diffidare degli abusi

Marc Werne di Gigatux consiglia di "scegliere con cura i clienti" perché "ci sono molti clienti che abuseranno delle risorse e utilizzeranno i servizi per motivi indesiderati (ad esempio lo spamming o l'invio di attacchi in uscita). Ciò ti aiuterà a sfruttare al meglio le tue risorse limitate e non a sprecare tempo e denaro per i clienti non redditizi. "

Di che tipo di abusi stiamo parlando?

  • Caricamento di file illegali inclusi PDF, video, audio e software
  • Spam e attacchi di posta elettronica di massa
  • Mangiatori di larghezza di banda e di dischi Web (hotlinking massiccio e FTP hijacking)

I plug-in anti-spam e il software aggiornato di solito sono sufficienti per prevenire gli abusi, ma controlla con i tuoi clienti se sospetti rischi maggiori. I clienti disonesti dovrebbero essere bloccati e, all'estremo, denunciati alle autorità.

12. Limita i commenti del blog a un prezioso feedback

Se la quota del tuo database è limitata, puoi limitare i commenti del blog approvati a feedback di valore o a lettori di spicco con cui vuoi impegnarti professionalmente. Puoi rispondere agli altri commenti via email o pubblicamente in un post del blog. Questa è una misura estrema, quindi usala con attenzione e con parsimonia. Il rischio maggiore è che perderete traffico e reputazione tra blogger e lettori e otterrete meno feedback nel tempo. Informa sempre i tuoi visitatori sulle ragioni alla base della tua pesante moderazione dei commenti, spiega i tuoi attuali problemi di hosting e budget e promuovi le risposte via email. Certo, sii fedele alla parola data.

13. Scarica ed elimina regolarmente i file di registro

I file di registro sono stati creati per tenerti informato sull'integrità del tuo sito Web, ma non sono in uso sul server: se non li scarichi e li rimuovi almeno una volta alla settimana, le loro dimensioni aumenteranno per occupare diversi megabyte in un GB. Ciò è particolarmente vero per due registri cPanel:

/ Home / utente / public_html / error_log

e

/ home / user / tmp / awstats /

Il file error_log di solito include errori dinamici come avvisi PHP, errori del database (regole di confronto illegali, ecc.) E commenti spam non passati. Controllare questo file settimanalmente per errori e avvisi, quindi rimuoverlo.

La cartella / awstats /, al contrario, contiene tutti i registri di accesso e i registri delle statistiche per il tuo sito Web. È necessario disabilitare il software AwStats nel proprio account per evitare un aumento dell'utilizzo dello spazio Web poiché il programma memorizza automaticamente i propri file stat o, se non è possibile a causa di privilegi limitati, è necessario contattare l'host e chiedere di disabilitare tutto il software di analisi.

14. Mantieni il tuo account di hosting pulito e privo di errori

Sembra difficile? Qui ho una lista di controllo per te:

  • Mantieni sempre aggiornato il software del tuo sito
  • Elimina regolarmente registri e file obsoleti
  • Sbarazzarsi di spam e commenti
  • Disinstalla il software non più necessario
  • Esegui un antivirus sul tuo account di hosting
  • Segnala tentativi di hacking e dirottamento al tuo provider di hosting

Un altro modo per mantenere il tuo account di hosting sano e funzionale è utilizzare un programma di installazione di script invece di installare manualmente tutto il software necessario per far funzionare il tuo sito. Assicurati che il tuo host sia disposto ad aiutarti se hai problemi nella configurazione degli script.

15. Sempre, tieni sempre aggiornato il tuo software

Come afferma Marc Werne, “molti clienti utilizzano vecchi negozi OS Commerce che non funzionano nemmeno con PHP 5.3. Chissà quali exploit di sicurezza potrebbero esserci. ”Gli aggiornamenti del software sono veramente il cuore della sicurezza del tuo account di hosting: non resistere all'aggiornamento della soluzione CMS o del forum solo perché la nuova versione è più pesante di alcuni megabyte. Se lo spazio su disco è un vero problema per te, migra il tuo database in una nuova soluzione leggera. Questa è un'opzione più sana e sicura per te rispetto a eseguire il tuo sito su software difettoso.

L'importanza del decentramento

Potresti notare che la maggior parte dei suggerimenti nell'elenco riguardava l'utilizzo di risorse esterne per alleggerire il carico sui server del tuo host. Questa non è altro che una forma basilare di decentralizzazione. Il cloud computing si basa sullo stesso principio e comunemente la maggior parte dei provider di hosting fa affidamento su più di un server per garantire prestazioni più elevate. Dovresti davvero fare uno sforzo per decentralizzare le tue risorse il più possibile per farle durare.

A proposito di Luana Spinetti

Luana Spinetti è una scrittrice e artista freelance con base in Italia e una studentessa di informatica. Ha conseguito un diploma di scuola superiore in psicologia e pedagogia e ha frequentato un corso annuale 3 in Comic Book Art, da cui si è laureata su 2008. Come una persona sfaccettata come lei, ha sviluppato un grande interesse per SEO / SEM e Web Marketing, con una particolare inclinazione ai Social Media, e sta lavorando a tre romanzi nella sua lingua madre (italiano), che spera di pubblicare indie presto.