WordPress How-To: crea una vetrina per le demo dei temi di WP

Articolo scritto da:
  • Suggerimenti per il blog
  • Aggiornato: Aug 12, 2013

Lo sviluppo del tema WordPress è davvero decollato negli ultimi anni, poiché il software WordPress ha raggiunto più di 60 milioni di utenti in tutto il mondo. La società ha anche svelato il suo WordPress.com soluzione di blogging ospitata da remoto, alla pari di servizi come Blogger e Tumblr, aumentando ulteriormente la domanda di temi e le entrate potenziali che possono essere generate sviluppando questi modelli PHP estesi. Molti autori hanno familiarità con la pratica del software di richiedere una piccola immagine in miniatura del tema in azione da mostrare ai potenziali utenti del tema. Sono in grado di vedere un'istantanea di come apparirà il tema quando messo in pratica sul loro sito Web, e questo è abbastanza buono per un gran numero di utenti e sviluppatori di WordPress.

Creazione di una Showcase per temi WP Utilizzo di demo live e funzionali

Tema demo di WordPress
* Schermata acquisita da Temi eleganti - Un club di temi WordPress di prim'ordine che utilizzo da anni.

Ma ci sono utenti più esigenti e sviluppatori di temi WordPress là fuori, e una semplice immagine di screenshot in miniatura non sarà sufficiente quando si tratta di dimostrare i dettagli sottili di un tema e l'effetto previsto. L'insoddisfazione per queste piccole immagini a tema ha portato un gran numero di sviluppatori di temi a lanciare un'anteprima completa del sito web del loro lavoro. Queste anteprime sono veri e propri blog di WordPress che utilizzano il tema WordPress completamente sviluppato su un sito che può essere completamente navigato e sperimentato dal downloader del tema prima dell'uso del tema sul proprio sito Web o prima dell'acquisto del tema per i loro scopi. Non è solo più attraente e informativo dei tipici screenshot in miniatura, ma è anche un modo molto più efficace per commercializzare e vendere temi in questo mercato in crescita.

La creazione di questo tipo di sito è considerata eccessivamente complessa, e molte persone non sono semplicemente sicure su come trasformare un semplice sito Web WordPress in una galleria di temi autoprodotti. Utilizzando le funzionalità integrate di WordPress e alcune abilitate tramite plug-in di terze parti, la creazione di un sito dimostrativo a tema non è solo la cosa intelligente da fare per le aziende, è anche il modo più semplice per mostrare agli utenti tutte le competenze e i talenti di uno sviluppatore lavorando con.

Ecco come è fatto.

Passo 1: ottieni online i temi di WordPress per la visualizzazione

Tema demo di WordPress

Per far funzionare questo approccio, ogni tema che uno sviluppatore desidera dimostrare ai potenziali utenti o clienti deve essere inserito nella directory dei temi standard di WordPress (/ public_html / wp-content / themes /). Assicurati che tutte le immagini dei temi vengano caricate e che le cartelle dei temi siano tutte minuscole senza spazi o segni di punteggiatura, poiché ciò sarà essenziale per l'implementazione e l'anteprima di questi temi su più siti WordPress utilizzando una delle funzionalità incorporate più avanzate offerte in WordPress 3.0 e versioni successive.

Quando i temi sono stati completamente caricati, è il momento di tornare indietro dalla directory dei temi nella cartella principale di WordPress standard, che è molto probabilmente la directory "public_html".

Passo 2: abilitazione di WordPress Multisito per Presentazione a tema

Tema demo di WordPress

Il modo più semplice per abilitare un sito dimostrativo a tema consiste nell'utilizzare la funzionalità multi-sito di WordPress esistente, ora con il nome di WordPress Networks. Questa procedura prevede l'utilizzo di un singolo database per creare un numero quasi infinito di blog WordPress che possono essere riempiti con contenuti e stili unici utilizzando un tema completamente diverso per blog. Questo essenzialmente crea un intero sito dimostrativo WordPress, pieno di voci, archivi, pagine, categorie e altre informazioni, per ogni tema creato da uno sviluppatore.

Nel file "wp-config.php" che risiede nella cartella radice di WordPress, è sufficiente incollare la riga sottostante, che istruirà il Dashboard per abilitare la funzionalità WordPress Networks e fornirà un pannello di controllo di configurazione per configurare le sue impostazioni e procedere:

define ('WP_ALLOW_MULTISITE', true);

Salvare il file e accedere alla dashboard di WordPress, dove verrà visualizzato un collegamento "Network Setup" nella barra laterale sotto l'intestazione "Strumenti". All'interno di questa finestra di dialogo di configurazione, assicurati di selezionare se i blog verranno installati in un sottodominio o in una sottocartella e imposta una directory per i contenuti multimediali caricati. Passa alla parte successiva dell'installazione, in cui WordPress Dashboard stampa alcune righe di codice che devono essere incollate nei file "wp-config.php" e ".htaccess" nella directory principale del server.

Tornare a un client FTP per apportare queste modifiche, assicurandosi che ogni riga di codice sia copiata e incollata correttamente e che siano presenti tutte le parentesi e i punti e virgola. Se non si garantisce il codice corretto in entrambi i file, si verificheranno tutti i tipi di errori del sito Web e di WordPress che possono limitare gravemente la funzionalità del sito Web.

Va notato che il file ".htaccess" è spesso nascosto alla vista quando si usa un client FTP tradizionale e, in tal caso, gli utenti devono navigare nel proprio cPanel, nel pannello di Plesk o in altri software del pannello di controllo del server e modificare il file usando un file manager basato sul web. Queste applicazioni basate sul web sono in grado di visualizzare e modificare le cartelle nascoste quando i client FTP tradizionali non lo sono.

Passo 3: crea un blog per ogni dimostrazione del tema WordPress

La parte di codifica avanzata del processo è finita, ma l'aspetto più noioso della creazione di un sito dimostrativo a tema WordPress deve ancora essere completato. Il modo in cui questo metodo funziona è piuttosto semplice: ogni tema che verrà mostrato agli utenti deve essere visualizzato su un blog completamente nuovo, accessibile tramite sottocartella o sottodominio. Ciò significa che uno sviluppatore di temi deve tornare a WordPress Dashboard e iniziare il processo di creazione di tanti blog quanti hanno creato temi; ogni blog può essere configurato e accessibile utilizzando uno speciale WordPress Network Dashboard che è una sorta di "sub-dashboard" all'interno del tradizionale pannello di controllo di WordPress.

All'interno di questo Dashboard, seleziona il blog che deve essere temato con un nuovo modello e fai clic su "Aspetto" nella barra laterale. Individua semplicemente il tema che deve essere dimostrato e attivalo sul blog. Assicurati di scrivere alcune voci di esempio in modo che gli utenti possano vedere tutte le funzioni del tema in azione, quindi ripetere il processo sul blog successivo in modo che il prossimo il tema può essere dimostrato.

Gli sviluppatori intraprendenti possono essere un po 'sollevati nell'apprendere i plugin che possono aiutare con questo processo.

Il primo plugin, noto come Replicator, può essere utilizzato per creare istantaneamente un gran numero di istanze multisito senza configurarle singolarmente per un lungo periodo di tempo. Il plug-in viene installato e attivato nel Dashboard non di rete per l'uso con blog multisito; quando utilizzato, uno sviluppatore può determinare le impostazioni di base del blog che si applicheranno al numero di blog che stanno per creare. Tali impostazioni saranno universali, ma dovranno comunque determinare manualmente il tema utilizzato da ciascuna iterazione multisito.

Un secondo plugin è noto come Diamond Multisite Plugine viene utilizzato perché contiene un utile widget della barra laterale che aumenterà l'usabilità di un sito. Questo widget in realtà elenca, in ordine alfabetico, tutti i blog multisito creati dalla dashboard di WordPress. Se inserito nelle barre laterali dei siti dimostrativi a tema, consente agli utenti di navigare facilmente tra i temi, anziché tornare alla pagina dell'indice del sito ogni volta che desiderano visualizzare in anteprima un tema diverso in azione sul sito Web dello sviluppatore. Non è certamente necessario, ma il miglioramento dell'usabilità può solo aiutare ad aumentare i profitti di un sito Web e contribuire a promuovere l'adozione dei suoi temi di WordPress.

Un approccio alternativo: installazione di più WordPress Iterations

Non c'è davvero alcun motivo per lasciare indietro la funzionalità Reti WordPress a favore dell'installazione manuale di molte installazioni di WordPress da utilizzare come anteprime.

Tuttavia, un certo numero di sviluppatori di temi preferisce mantenere le cose un po 'più "vecchia scuola" durante la creazione di questi siti e saranno rassicurati nel sapere che WordPress può essere installato più volte su un server. Per quelli con più database, è facile: basta creare un nuovo database per ogni installazione di WordPress, installare le mosche PHP di WordPress ogni volta in una nuova sottocartella e procedere come al solito con il processo di installazione e di temi. Quindi collega a quella nuova installazione dalla pagina dell'indice del sito e tutto è curato.

Per coloro che hanno un solo database, tuttavia, il file “wp-config.php” dovrà nuovamente essere aggiornato per poter ospitare più installazioni allo scopo di dimostrare temi. Ciò richiede solo una semplice modifica al file che determina un nuovo prefisso del database per ogni installazione. Ciò garantisce che i siti dimostrativi a tema non sovrascriveranno i dati e gli utenti presenti nell'installazione principale del sito. Viene fatto modificando la riga seguente, che appare nella parte superiore di ogni file "wp-config.php", come fornito con un download del software WordPress:

$ table_prefix = 'wp_';

Per facilità d'uso, basta rinominare il prefisso "wp_" con il nome tutto in minuscolo del tema che verrà dimostrato utilizzando quella particolare installazione. Ciò promuoverà la chiarezza durante la navigazione delle tabelle o delle celle utilizzando un software di database come phpMyAdmin.

Poiché tutti questi siti saranno accessibili dallo stesso amministratore, vale la pena notare che WordPress può effettivamente accedere ai dati utente e password di altre installazioni usando un semplice hack inserito nel file "wp-config.php". Ciò consentirà a uno sviluppatore di accedere a ogni installazione con lo stesso nome utente e password e assicurerà che vengano mantenuti connessi simultaneamente a ogni installazione. Le due righe di codice necessarie per raggiungere questo obiettivo sono:

define ('CUSTOM_USER_TABLE', $ table_prefix.'wp_users ');
define ('CUSTOM_USER_META_TABLE', $ table_prefix.'wp_usermeta ');

Ricorda che il prefisso "wp_" qui può essere modificato in qualsiasi cosa e dovrebbe allinearsi con le informazioni del database dell'installazione primaria per i migliori risultati.

Un altro approccio alternativo: utilizzare i plugin WordPress per dimostrare temi

WordPRess Plugin
La comunità di sviluppatori di WordPress è adeguatamente ampia e diversificata, e alcuni di loro hanno escogitato un modo per dimostrare temi in azione senza installare più blog, creare una rete WordPress o hackerare le impostazioni di un database. Invece, si basano su funzioni personalizzate progettate in un plug-in di WordPress per visualizzare questi siti Web demo agli utenti, in gran parte nello stesso modo in cui WordPress Dashboard può mostrare un'anteprima live del sito prima di finalizzare l'attivazione di un tema.

Il plugin più popolare è conosciuto come Plugin demo di WordPress Theme e, sebbene il suo titolo non sia necessariamente creativo, il suo approccio è sia creativo che un senso comune. Il plug-in essenzialmente porta la finestra di anteprima del tema fuori dalla Dashboard e nel mondo reale. Gli utenti e gli acquirenti del sito possono visualizzare in anteprima qualsiasi tema del sito navigando verso un semplice URL creato come tale:

http://your-domain.com/preview_theme?theme-name

Questo URL di anteprima trasforma il nome della cartella tutto in minuscolo del tema in una destinazione di anteprima; qualsiasi nome di cartella di temi può essere allegato alla fine del collegamento in modo che possa essere visualizzato in anteprima da un utente. Il sistema è ingegnoso ed è di gran lunga il modo più efficiente per visualizzare l'anteprima dei temi. Non sono richiesti hack di database e gli utenti non dovranno apportare modifiche al file "wp-config.php" di WordPress affinché questo URL sia pienamente funzionante. Basta caricare il plug-in, attivarlo e iniziare a collegare le anteprime dei temi utilizzando la costruzione URL sopra. Con questo metodo è possibile distribuire un sito dimostrativo a tema in poche ore.

Questo plug-in consente inoltre di stampare un elenco completo di tutti i temi del sito nella barra laterale o in una pagina (o post) separata. Questo è molto simile al widget Diamond MultiSite Plugin, ma è fatto usando una semplice variabile. Ovunque l'elenco dovrebbe apparire, gli sviluppatori possono semplicemente inserire la seguente variabile di WordPress tra parentesi:

[Theme_list]

Verrà presentato un elenco completo e alfabetico dei temi usando un formato <ul>; è importante ricordare che tutti i temi caricati su un sito verranno inseriti in questo elenco, inclusi i temi predefiniti del sito e quelli attualmente in fase di sviluppo o revisione. Prestare attenzione ai temi caricati e rimuovere quelli che non sono in vendita o in anteprima da parte dei clienti.

Facile da fare e gratificante alla fine

Sito demo di WordPress

Un sito dimostrativo a tema WordPress porta quelle miniature piccole e inutili al livello successivo, offrendo ai clienti la possibilità di interagire effettivamente con gli elementi di design e di giudicare se il tema che stanno per scaricare o acquistare è giusto per le loro esigenze. Significa nel complesso una migliore soddisfazione del cliente e una maggiore probabilità che i temi vengano utilizzati o acquistati da avidi utenti WordPress e designer alle prime armi. Il processo è semplice da completare e può essere abbastanza gratificante per i progettisti tematici intraprendenti e coinvolgenti.

A proposito di Jerry Low

Fondatore di WebHostingSecretRevealed.net (WHSR) - una recensione di hosting fidata e utilizzata dagli utenti di 100,000. Più di 15 anni di esperienza in web hosting, affiliate marketing e SEO. Collaboratore di ProBlogger.net, Business.com, SocialMediaToday.com e altro.