Top 10 Modi per rovinare il tuo blog

Articolo scritto da:
  • Suggerimenti per il blog
  • Aggiornato: Jun 12, 2015

Sembra che ovunque tu stia girando questi giorni, tutti parlano dell'importanza del blogging per marcare il tuo nome e il tuo business, attirare nuovi clienti e rimanere in contatto con quelli che già possiedi. Anche se è vero che il blog può fare molte cose per rafforzare il tuo marchio, questo si applica solo se fai il blog nel modo giusto.

In effetti, ci sono alcune cose che puoi fare che rovineranno davvero il tuo blog e forse anche la tua reputazione.

#10. Copia altri blog

Laboratori digitali Dice meglio: "Non importa di cosa tu stia scrivendo, puoi essere sicuro che ci sono altri blog sull'argomento. Ciò significa che devi davvero concentrarti sul fornire qualcosa di fresco e interessante per i tuoi lettori. "Secondo Newswire, alla fine di 2011, Neilson aveva rintracciato su 181 milioni di blog in tutto il mondo ospitati su siti. WordPress segnala che ospita i blog 76,774,818 (marzo, 2014). I numeri sono ancora più alti oggi. Con così tanti blog là fuori, più che probabile, da qualche parte c'è un articolo sull'argomento di cui stai scrivendo.

Il tuo compito come blogger è fare la tua ricerca e vedere come è possibile aggiungere un nuovo punto di vista, guardare l'argomento in un modo nuovo o coprire più informazioni rispetto alla concorrenza. Basta rigurgitare le stesse informazioni stantie non impressionerà nessuno o il posizionamento nei motori di ricerca.

C'è anche il problema di copiare effettivamente il lavoro di un'altra persona in un atto di plagio. Oltre alle implicazioni legali ed etiche del furto di proprietà intellettuale di qualcun altro, si corre il grande rischio di essere pingati da Google per contenuti duplicati. Questo renderà la tua classifica un enorme successo e potrebbe persino farti bloccare da Google.

Sii onesto con i tuoi lettori. Offri loro contenuti unici e ben pensati. Se sei troppo occupato per fornire questo, quindi assumere scrittori per creare il contenuto per te.

#9. Posta una volta all'anno

I proprietari di imprese sono persone impegnate. Anche se hai un blog di mamma o un sito per hobby, sei probabilmente una mamma impegnata o un professionista che sta aggiornando il blog nel tuo tempo libero. È facile lasciare che il tempo scivoli via e improvvisamente sono passate settimane, mesi o addirittura un anno da quando hai pubblicato. I tuoi lettori diventeranno annoiati se torneranno a controllare ogni settimana e non vedranno mai nuovi contenuti.

Per evitare ciò, imposta un programma per quando pubblichi articoli e magari pianifica alcuni argomenti, in modo da non sprecare tempo prezioso a pianificare ciò che scriverai. Nel "Una formula semplice per aiutarti a scrivere un blog post più veloce", Offro alcuni semplici consigli che possono aiutarti a mettere insieme un post del blog killer in metà del tempo che altrimenti potrebbe portarti.

Mentre un post al giorno potrebbe essere più di quanto tu possa realizzare, prova a postare almeno un paio di volte alla settimana per mantenere i lettori interessati al tuo blog. Inoltre, i motori di ricerca spideranno il tuo sito di volta in volta e Google analizzerà quanto è attuale un sito quando si classifica.

#8. Spam i tuoi lettori

Non ti piace semplicemente visitare un blog dove c'è un annuncio ogni altro paragrafo, link testuali ad altri annunci, annunci nella barra laterale e post di tipo annuncio di varie aziende? Certo che non ami un blog di spam e nemmeno qualcun altro.

Può essere un difficile punto di equilibrio tra promuovere il tuo prodotto, aggiungere un po 'di entrate pubblicitarie e non spammare i tuoi lettori. Una buona regola empirica non è più di due annunci per pagina. Se vuoi inserire questi annunci sotto forma di link, non aggiungere anche un gruppo di annunci illustrati. Se hai annunci nella barra laterale, non aggiungerli nel testo.

L' Blog Tiranno offre alcuni buoni consigli sulle barre laterali. Ti consiglia di utilizzare la barra laterale per incanalare i visitatori del tuo sito verso la conversione che desideri. Vuoi vendere un libro? La barra laterale dovrebbe incanalarli in una pagina di informazioni. Forse vuoi solo che il lettore si iscriva a una mailing list o che leggi i tuoi migliori contenuti. Qualunque sia il tuo obiettivo, conoscilo e seguilo mentre lo mantieni in ordine.

#7. Commenti non moderati

Se sei stato in giro per la blogosfera per pochi minuti, probabilmente conosci l'importanza di moderare i tuoi commenti e utilizzare plugin come Askimet per filtrare i messaggi spam. Ci sono troll che passano da blog a blog e post senza senso con un sacco di link a vari siti web. Se i tuoi commenti non sono moderati, questi commenti verranno visualizzati sul tuo blog come spam.

Avrai bisogno di alcuni filtri per impedire che questi commenti arrivino nella tua posta in arrivo o potresti diventare rapidamente sopraffatto. Askimet è un semplice plugin per WordPress che viene già installato e filtrerà la maggior parte di questi messaggi in una cartella spam. È quindi possibile eliminare tutto lo spam in una sola volta con un solo clic del pulsante.

Se i commenti di moderazione sembrano un'attività che richiede molto tempo, puoi anche impostare filtri aggiuntivi in ​​WordPress per ridurre il carico di lavoro. Ad esempio, è possibile approvare automaticamente gli utenti registrati con un post impostato precedentemente approvato. Diciamo che Jane visita il tuo sito ogni venerdì pomeriggio e commenta. Puoi impostarlo in modo che Jane non sia moderata dopo l'approvazione del primo post.

Per impostare la moderazione in modo che sia automatizzata per Jane, o chiunque, accedi semplicemente al tuo dashboard di WordPress, fai clic su Impostazioni / Discussione. Quindi, sotto "Prima che venga visualizzato un commento", seleziona la casella "L'autore del commento deve avere un commento approvato in precedenza". Fai clic sulla casella blu denominata "Salva modifiche".

Commenti

#6. Non interagire mai con i lettori

I blog riguardano l'interazione con gli altri, almeno in una certa misura. Questo non richiede necessariamente che tu autorizzi i commenti sul tuo blog. Hai la possibilità di spegnerli. Se non si accettano i commenti, però, probabilmente si dovrebbe creare una newsletter, rispondere alle e-mail dai lettori o, occasionalmente, abilitare i commenti.

La natura stessa dei blog è stata tradizionalmente l'essere parte di una comunità, dare e prendere informazioni e aggiungere feedback. Se non interagisci con i tuoi lettori, potresti perderli.

Alcuni proprietari di blog preferiscono disabilitare i commenti sul blog reale, in cui le persone possono pubblicare in modo anonimo e inserire i commenti sui social media includendo i collegamenti. Questo incoraggia anche i lettori a condividere link con i tuoi migliori articoli con gli altri sui social media.

#5. Scrivi argomento

Bill Gates una volta ha detto che il contenuto è re e quel detto bloccato. È ancora vero fino ad oggi.

Il contenuto è importante

Se i tuoi lettori visitano il tuo sito per leggere informazioni sul rapporto di aiuto, non stanno cercando un post su come tenere una mazza da golf.

Tuttavia, il tuo blog può anche essere debole se stai solo toccando le basi nude nel tuo argomento di nicchia. Quindi, sul blog delle relazioni, potresti scrivere su come andare d'accordo con il tuo coniuge, ma non approfondire mai le questioni più profonde di ciò che causa il conflitto in un matrimonio. Potresti menzionare i modi per sapere se il tuo altro significativo è imbrogliare ma non parlare di come riprendersi dall'infedeltà o di come imparare a fidarsi di nuovo. Assicurati di scavare più in profondità rispetto alla superficie dell'argomento.

Un altro modo in cui i proprietari dei blog a volte eliminano l'argomento è lanciando alcune notizie personali qua e là. Forse il proprietario del blog è andato in vacanza, quindi lei scrive del viaggio e include fotografie. A meno che tu non stia scrivendo un blog personale o di viaggio, questa informazione non è appropriata per la maggior parte dei blog. Salvalo per una rapida soluzione in una newsletter o un aggiornamento mensile.

#4. Non modificare mai il tuo lavoro

Google penalizza ciò che considera un contenuto scarso. Se non modifichi mai il tuo lavoro e ti manca una manciata di frasi scomode, un esperto di Google potrebbe incastrare il tuo sito per quello. Ancora più importante, i tuoi lettori potrebbero trovarti meno affidabili e credibili se hai molti errori di battitura.

Prima di pubblicare un post, cerca di lasciarlo riposare un giorno o due. Leggi di nuovo attentamente attraverso di esso per qualsiasi fraseggio imprevedibile o errori di battitura. La maggior parte delle piattaforme di pubblicazione di blog offre un controllo ortografico integrato, usalo.

Ricorda che stai mettendo fuori questo lavoro rappresentando il tuo business e anche te stesso come autore. Con funzionalità come Google+ Authorship, ti consigliamo di dare sempre il massimo.

Se hai un amico o un editore che può leggere il lavoro e offrire suggerimenti, potrebbe essere utile.

#3. Non preoccuparti di eseguire il backup delle statistiche

99% delle persone non si preoccuperà di fare clic su un link se pubblichi una statistica. Ho fatto solo quel numero. Non scrivere così. Rende la tua scrittura meno credibile. Invece, prenditi il ​​tempo per dare la caccia a una statistica, accreditarla e collegarla ad essa. Per esempio:

Ignite Spot segnala che le aziende con un blog hanno 97% di link in entrata in più rispetto a quelli che non lo fanno.

Guarda come è molto più impressionante che lanciare un numero là fuori e non fare il backup dove l'hai trovato? Usa le tue risorse con saggezza per creare un impatto. Evita anche termini come:

  • I ricercatori trovano - Quali ricercatori? Chi sono? Dove sono state pubblicate queste informazioni?
  • Molte persone - Questo è troppo generico. Prova a trovare una statistica specifica quando puoi. Prenditi un po 'di tempo per fare ricerche e pagherà in lettori che credono in ciò che scrivi.
  • È ben noto - Va bene, da chi? Perché è noto? Chi l'ha menzionato per la prima volta?

blogconomy

#2. Accetta troppi messaggi per gli ospiti

Matt Cutts di Google ha ammonito da un po 'che il blogging degli ospiti non è qualcosa che Google è incoraggiante e potrebbe causare la perdita del posizionamento del tuo sito. A gennaio, 2014, Cutts ha pubblicato un post sul suo blog guest blogging e perché utilizzarlo per ottenere link non è più una buona idea. Ha dichiarato:

"Se stai usando guest blogging come metodo per ottenere link in 2014, dovresti probabilmente fermarti. Perché? Perché col passare del tempo è diventata una pratica sempre più spammosa, e se stai facendo un sacco di blog per gli ospiti, allora vai in giro con una pessima compagnia. "

Poi, a marzo 19th, Matt Cutts ha fatto un annuncio su Twitter che Google ha "preso provvedimenti" contro una rete ospite di blogging. Non ha indicato la rete, ma poiché le persone hanno notato un calo del traffico e persino alcuni casi in cui i loro siti sono stati bloccati su Google, è diventato subito evidente che le ultime modifiche hanno avuto un impatto su MyBlogGuest. Se cerchi il loro nome in Google, non comparirà nemmeno nell'elenco.

Tuttavia, probabilmente più importante per i tuoi blog, anche i proprietari dei siti con post di MyBlogGuest (editori) sono stati penalizzati nel successo. Secondo Search Engine Land, alcuni proprietari di siti twittano e segnalano che Google ha fornito loro notifiche di azioni manuali. Che cosa significa questo per te?

Innanzitutto, se disponi di post MyBlogGuest sul tuo sito, eliminali immediatamente. Non vale il rischio. Se partecipi ad altre piattaforme di blogging guest che offrono opportunità di blog guest in rete, non pubblicare nulla da quelle fonti in quanto potrebbero essere colpite. Se si desidera un blog guest, allineare le opportunità del proprio blog ospite connettendosi con altri proprietari di siti Web al di fuori di un gruppo di networking.

Successivamente, controlla e assicurati che il tuo sito stia ancora procedendo bene in Google. Se è così, probabilmente stai bene. In caso contrario, controlla e assicurati di non essere stato colpito da una notifica di azione manuale. Se lo fosse, dovrai richiederne la rimozione.

Il guest blogging è un ottimo modo per connettersi con nuovi lettori, ma farlo in modo intelligente. Pubblica contenuti esclusivi sul tuo blog e altri blog correlati alla tua nicchia. Non accettare spam o inserire troppi link o spam nei tuoi stessi post.

#1. Scrivi contenuti che riguardano solo eventi che si verificano oggi

vecchia carta

Probabilmente hai sentito il termine evergreen. Ciò significa che se leggo il tuo articolo oggi o in sei mesi, dovrebbe comunque essere rilevante. Se segui argomenti attuali e pubblichi qualcosa che è molto specifico per oggi, allora il tuo contenuto non sarà sempreverde. Invece, guarda come puoi renderlo sempreverde. Ad esempio, se la ami o la odi, Miley Cyrus è un argomento caldo in questo momento. La grande novità è che ha annullato alcuni dei suoi tour stop a causa di una grave reazione allergica ad un antibiotico.

Diciamo che voglio scrivere un post sul blog su questo. Quindi, ho trovato il titolo:

Miley Cyrus cancella più tour dei Bangerz; Come trascorrere il tuo sabato

Questo è così specifico per gli eventi attuali che sarà datato entro una settimana o due. Invece, guarderei quel titolo e capire come renderlo rilevante oggi, domani e il prossimo anno. Quindi, potrei cambiarlo in:

Il tuo cantante preferito ha appena annullato una data del tour; Come trascorrere la giornata invece

Guarda come questo è un titolo e un argomento che funzionerà anche in futuro? In effetti, quel titolo funzionerà per anni a venire, dato che i cantanti annullano le date del tour in ogni momento. I tuoi titoli sono sempreverdi? Resistono alla prova del tempo? A meno che tu non abbia un sito di eventi in corso, ti consiglio di farli così.

Già avvitato? Come farlo bene

Hai creato un enorme falso sul tuo sito? Hai insultato i tuoi lettori, mentito o rubato il contenuto di un altro scrittore? Anche se alcuni dei tuoi lettori potrebbero mai perdonarti, molte persone capiranno che sei umano e commetti errori. Ecco il trucco, però ... Devi ammettere che hai fatto un errore, scusarti e fare tutto il possibile per farlo bene.

Sii onesto, in anticipo e onesto con i tuoi lettori e ti seguiranno quasi comunque.

P / S: una versione infografica di questo articolo è pubblicato qui.

Articolo di Lori Soard

Lori Soard ha lavorato come scrittore ed editore freelance da 1996. Ha una laurea in inglese e un dottorato in giornalismo. I suoi articoli sono apparsi su giornali, riviste, online e ha pubblicato diversi libri. Da quando 1997, ha lavorato come web designer e promoter per autori e piccole imprese. Ha anche lavorato per un breve periodo nella classifica di siti web per un motore di ricerca popolare e studiando tattiche SEO approfondite per un certo numero di clienti. Le piace ascoltare dai suoi lettori.