SOS Dead Blog! Come far risorgere il tuo blog in 10 Semplici passi

Articolo scritto da:
  • Suggerimenti per il blog
  • Aggiornato: Lug 17, 2019

Il tuo blog abbandonato è ora nelle mani di spammer, cracker e ogni sorta di "simpatica" gente di Internet. È difficile combattere l'impulso di toglierti i capelli e urlare a te stesso per lasciare che il tuo duro lavoro marcisca in quel modo miserabile. So come va perché ho passato tutto questo - ti rende senza speranza e pronto a gettare la spugna.

Ma è davvero la fine? È giunto il momento di buttare via tutto e ricominciare da capo?

Direi: NO. Richiamare la storia della fenice, un uccello mitico che è tornato in vita dalle proprie ceneri, più bello di quanto non sia mai stato prima.

Non è il momento di prepararsi per un funerale. Questo è il momento di rimboccarsi le maniche e mettersi al lavoro.

Ti mostrerò come in 10 semplici passaggi che ho fatto per recuperare i miei blog dimenticati da tempo. :)

Passo #1 - Pulisci i pasticci

La prima cosa che fai quando acquisti un'auto del secondo mercato è: pulirla e riparare tutto ciò che deve essere riparato. A questo punto dovresti davvero concentrarti su come eliminare tutto lo spam, quindi aggiornare il tuo CMS e infine correggere tutto ciò che potrebbe essere interrotto: link, pagine, plug-in, immagini, ecc.

So che alcuni blogger potrebbero dirti di aggiornare il tuo CMS come prima cosa, quindi aggiornare i tuoi plug-in e solo allora ripulire lo spam. Ma ti sconsiglio: di solito lo spam sovraccarica il tuo database e rallenta il server, e l'aggiornamento e l'aggiornamento sono compiti così delicati che non puoi permetterti il ​​rischio di corruzione dei file, esaurimento della memoria e qualsiasi tipo di errore PHP là fuori che si rovina il tuo già duro lavoro.

Prima fai le faccende, poi puoi aggiornare il tuo ambiente!

Mancia

  1. Usa lo strumento di ispezione del browser per individuare gli errori sulla tua pagina web.
  2. Utilizza Screaming Frog (versione gratuita) per eseguire la scansione del tuo sito Web e trovare collegamenti interrotti

Passo #2 - Controlla le classifiche

Controllali tutti, ma presta particolare attenzione alla tua posizione nelle SERP su più motori di ricerca. Il mondo della ricerca sul Web ama i contenuti freschi e i siti web che ricevono traffico e menzioni costanti, quindi il tuo blog potrebbe essere retrogrado nelle SERP dalla data in cui era attivo l'ultima volta.

Usa Alexa.com per vedere quanto traffico sta arrivando. Se hai installato analytics puoi monitorare le tendenze per un intervallo di date selezionato. Puoi farlo con Piwik, OWA e Google Analytics. Altri strumenti (gratuiti) che ti fanno risparmiare tempo ed energie sono l'analizzatore di siti Web di Woorank (Lite), gli Strumenti per i Webmaster di Bing e lo Strumento SEO open source su AppHarbor.

Perché preoccuparsi delle classifiche?

Devi assicurarti che il tuo blog venga ancora trovato dagli utenti. Potrebbero essere solo visite di zapping (buttafuori), ma sono ancora persone che pensano che il tuo blog possa essere abbastanza interessante da pagarlo almeno una breve visita.

La valutazione del ranking ti dice molto sulla salute del tuo blog abbandonato e su quanto lavoro ti servirà per riportarlo al suo antico splendore. Non saltare questo passaggio.

Passo #3 - Definisci una strategia di recupero

Non solo per le classifiche, ma per il blog stesso. Ci scusiamo per averlo sottolineato, ma ho visto i blogger concentrarsi più sulle classifiche che sul blog che gestiscono e questo è ... beh, non è una buona scelta se vuoi che il tuo blog risplenda di nuovo.

Ecco tre suggerimenti che ho usato per recuperare i miei blog:

1. Recupera i commenti e mettiti in contatto - Trova vecchi commenti e approva qualsiasi cosa legittima nella tua coda di spam, quindi mettiti in contatto con i webmaster. Vedranno che sei vivo e ricettivo e torneranno in visita. Questa è un'opportunità per fidelizzare i nuovi lettori!

2. Rete con vecchi lettori - Riporta al loro vecchio interesse per il tuo blog. Ciò potrebbe richiedere del tempo e più contatti, ma è sicuramente un modo infallibile per riavere indietro i tuoi vecchi lettori e guadagnare più lettori attraverso il passaparola.

3. Invia i tuoi contatti via email - Forse in passato hai avuto conversazioni con i tuoi lettori o amici che hai fatto online attraverso i tuoi blog e i media ad esso associati. Vai a prendere quegli indirizzi e invia loro un'e-mail chiedendo come sono stati e facendoli sapere che il tuo blog è tornato in vita! Alcuni indirizzi potrebbero non funzionare più, alcuni contatti potrebbero non rispondere affatto, ma riceverai comunque un feedback.

Tuttavia, la tua strategia di recupero non dovrebbe riguardare solo i tuoi contenuti. Crea spazio per il design del tuo blog, i vecchi contatti e i risultati SEO. Maggiori informazioni su questi altri fattori nei prossimi passi.

Passo #4 - Nuovo design

Assumi un web designer o crea il modello da solo, ma assicurati di sbarazzarti del vecchio tema, poiché potrebbe essere stato associato all'abbandono del tuo blog. Questa è una naturale reazione psicologica all'abitudine e si verifica quando gli utenti vedono ripetutamente lo stesso design fino a quando non diventa una cosa sola con il tuo blog. Un nuovo design "sveglia" l'attenzione del tuo lettore e li aiuta a vedere di più e meglio nei tuoi contenuti, ma puoi aiutarli a connettersi meglio se applichi i principi della psicologia del web design e aggiungi focus e modelli di lettura ai colori e all'utente che incidono sondaggi.

In ogni caso, avere un nuovo design avverte gli utenti di Internet che il tuo blog sta vivendo una nuova vita e che ti interessi dell'esperienza utente.

Passo #5 - Controllo dei contenuti

Controlla i tuoi contenuti e vedi se riesci a migliorarli. Non commettere l'errore di eliminare tutto e ricominciare da capo: i tuoi vecchi contenuti fanno parte della storia del tuo blog e potrebbero esserci ancora lettori che lo cercano. Se non hai saltato il passaggio #2, sai quali vecchi post sono ancora ottenere traffico, menzioni e ritroso, quindi non rimuoverli o finirai con utenti frustrati che non torneranno e molti errori 404.

Non rimuovere i vecchi contenuti: aggiornali! Aggiungi nuovi link e risorse se aiuta a classificarlo meglio e ad attrarre nuovi lettori. Esistono molte tecniche per riportare i tuoi vecchi post all'età dell'oro, dal ricondividerli su Twitter e Facebook al collegamento nei post degli ospiti. Matthew Woodward ha fatto questo come parte del suo audit SEO - clicca qui per vedere esattamente cosa ha fatto.

Passo #6 - Nuovo contenuto

È ovvio che per rilanciare il tuo blog, devi aggiornarlo. Scrivi nuovi contenuti, interagisci con i tuoi lettori non appena fanno capolino, commentano o si iscrivono alla tua newsletter. Puoi persino riconfezionare i tuoi vecchi post come un e-book PDF o una presentazione con un commento dei tuoi ultimi suggerimenti sull'argomento.

Un'altra strategia che puoi usare è accettare guest post ogni mese. Otterrai più lettori dal pool di visitatori dello scrittore ospite, mentre otterrai più traffico dal tuo autore. I post degli ospiti forniscono ai tuoi lettori diversi punti di vista e competenze che li terranno impegnati e torneranno per ulteriori informazioni.

Mostra alle persone e ai motori di ricerca che il tuo blog è vivo e vegeto!

Passo #7 - Attività sui social media

Crea account di social media per il tuo blog e inizia a promuovere, ma non fermarti a questo. Sai, agli utenti dei social media non piacciono le presentazioni di vendita e potrebbero semplicemente ignorare i tuoi sforzi. Concentrati invece sui tuoi post loro esigenze:

  • Dì loro che sei tornato al lavoro e chiedi quali nuove cose vogliono vedere nel tuo blog.
  • Aggiungi suggerimenti gratuiti con ogni messaggio promozionale che pubblichi, che si tratti di un paio di suggerimenti proprio lì su Facebook o Twitter, un collegamento a una risorsa esterna (utile) nella tua nicchia e alcune domande per attivare il feedback dei follower e coinvolgerli.

Rendi i tuoi post utili alle persone che cercano una risposta. Sui social media come nella ricerca Web, gli utenti cercano soluzioni per le loro esigenze specifiche. Rendi il tuo blog quella soluzione, sia attraverso i tuoi vecchi contenuti (rivisti) o i tuoi nuovi post. Ciò aumenterà anche il tuo tasso di collegabilità, il che ci porta al passaggio successivo.

Passo #8 - Monitora i tuoi risultati

All'inizio potrebbe essere difficile, dato che il blog riacquista lentamente popolarità nel tempo, ma monitoraggio del traffico e delle conversioni settimanale è fondamentale per tenere traccia del processo di "resurrezione" e per valutare la tua strategia.

Traffico e impegno non possono essere recuperati durante la notte. Ci vuole tempo e lavoro da parte tua per farlo funzionare. Derek Halpern a DYThemes suggerisce di migliorare il tasso di conversione del blog tramite moduli opt-in, pagine di risorse (o post con utili arrotondamenti di articoli) e ridurre il "disordine". Usa un layout pulito, mantieni i post del tuo blog sul punto e il tuo blog guadagna più punti riducendo la frequenza di rimbalzo e restituisci i visitatori.

A volte il miglioramento dei risultati richiede lo sviluppo di un nuovo prodotto o servizio o funzionalità di intrattenimento per attirare nuovi lettori accanto ai vecchi referral. Maggiori informazioni nel passaggio successivo.

Passo #9 - Rendi speciale!

Offri un omaggio o un servizio gratuitamente. Sarà una risorsa per il tuo blog e lo farà risaltare. Distinguersi tra la folla è forse il compito più difficile per un blogger, ma può essere fatto purché continui a lavorare al meglio delle tue possibilità. Lentamente, gli sforzi pagheranno.

Alcune idee

  • Sviluppa un argomento su cui scrivi spesso in un e-book puoi distribuire gratuitamente sul tuo blog.
  • Installazione di un concorso mensile e invita i tuoi lettori a partecipare. Puoi essere creativo con premi e puoi approfittare dei social media per passaparola.
  • Creare un e-newsletter per fornire ai tuoi lettori contenuti extra di valore e coinvolgerli in tutte le interazioni che pensi possano coinvolgere e fidelizzare.
  • Creare un e-course gratuito via email o web-based con un forum in cui gli studenti possono interagire.

Questo contenuto ha il potenziale per diventare virale e ottenere anche centinaia di backlink. Non sottovalutare il potere di prelibatezze speciali: è noto che i lettori adorano essere viziati. ;)

Passo #10 - Keep It Alive

Non lasciarlo morire di nuovo! Tieni d'occhio il tuo blog, imposta il tuo calendario per dedicare un po 'di tempo alla settimana. Se usi WordPress, puoi persino installarlo Calendario Editoriale o un plugin simile per scrivere e pianificare i tuoi post in modo da poter coprire il mese in modo omogeneo.

I ripristini sono un duro lavoro, ma mantenere sano il tuo blog richiede costante attenzione e dedizione. Il pericolo di lasciare il tuo blog alle spalle in determinati momenti può essere elevato, la procrastinazione può colpire la tua scheda e il blocco dello scrittore si mette di mezzo. Non lasciare che questi problemi mettano di nuovo il tuo blog in una tomba. Se stabilisci obiettivi realistici invece di esagerare e cannibalizzare il tuo tempo con troppi compiti, scoprirai che è fattibile e che puoi effettivamente mantieni il tuo blog vivo programmando settimanalmente compiti piccoli e facili.

L'ho fatto con i miei blog. Adesso è il tuo turno. :)

A proposito di Luana Spinetti

Luana Spinetti è una scrittrice e artista freelance con base in Italia e una studentessa di informatica. Ha conseguito un diploma di scuola superiore in psicologia e pedagogia e ha frequentato un corso annuale 3 in Comic Book Art, da cui si è laureata su 2008. Come una persona sfaccettata come lei, ha sviluppato un grande interesse per SEO / SEM e Web Marketing, con una particolare inclinazione ai Social Media, e sta lavorando a tre romanzi nella sua lingua madre (italiano), che spera di pubblicare indie presto.