La sponsorizzazione sta uccidendo il tuo blog?

Articolo scritto da:
  • Suggerimenti per il blog
  • Aggiornato: ottobre 06, 2014

Su 9 / 22 / 14, Marcy Massura, Senior VP presso NYC Practice Leader & North American Digital Lead, ha scritto "Come si è suicidata la blogger, "Su un blogger che ha smesso di essere autentico e rilevante perché ha dedicato troppo del suo blog ai post sponsorizzati.

Come influencer che viene spesso pagato per il mio lavoro, capisco questo dilemma anche se ho difficoltà con questo problema. È possibile scrivere post sponsorizzati e mantenere la nostra autenticità? Ti mentirei se dicessi di avere la risposta perfetta su come dovresti bilanciare i post sponsorizzati con il tuo blog regolare. Ogni blog è diverso e, per essere sincero con te, alcuni dei miei mesi di blogging di maggior successo sono venuti da momenti che ho fatto lotti di messaggi sponsorizzati.

Diamo un'occhiata a chi dovrebbe pubblicare post sponsorizzati, cosa influenza spesso i post di questo tipo e come mantenere il pubblico a leggere quando li scrivi.

Media kit
Il tipo di marchi che supporto sono scritti direttamente sul mio media kit.

Tieni presente: i messaggi sponsorizzati non sono per tutti

Quasi tutti vogliono monetizzare il loro blog, ma ammettiamolo, alcuni argomenti non sono proprio adatti per la sponsorizzazione. Ad esempio, un blog personale che si occupa di malattia, dolore o perdita può avere un momento difficile adatto alla sponsorizzazione che non disturba il lettore. La prima cosa da fare è determinare se i post sponsorizzati sembrano "non etici" per il tuo argomento in generale e se guideranno i tuoi attuali lettori.

Blog che si adattano bene ai post sponsorizzati

All'altro estremo dello spettro, alcuni blog hanno una prospettiva che scorre naturalmente con i post sponsorizzati. Questi includono:

  • Blog che esaminano e raccomandano principalmente prodotti ed eventi come i blog di stile di vita tradizionali.
  • Blog di nicchia che circondano consigli e risorse. Il mio blog si inserisce qui dato che contribuisco a semplificare la vita dei genitori che allevano bambini con bisogni speciali.
  • Prodotti che già usi che ti aiutano la vita. Ogni tanto trovi qualcosa di cui non puoi vivere senza. Se uno sponsor ti ha offerto il pagamento per promuovere quel prodotto, non stai perdendo autenticità.

Selezione delle opportunità di sponsorizzazione

Una volta che le opportunità arriveranno, molti sembreranno troppo buoni per essere ignorati. Tuttavia, devi imparare ad essere selettivo, piuttosto che dire "sì" ad ogni campagna ben pagata. Questa primavera ho rifiutato un progetto in dollari dopo diverse offerte. La rete di blogger aveva pochi blogger nella fascia di età corretta. È stato difficile dire di no - sarebbe stato il mio concerto più pagato - ma ho evitato quel marchio, quindi sapevo che non potevo accettarlo.

Ecco alcune linee guida che devi seguire.

Il marchio e il cliente devono essere allineati con i tuoi valori e con i valori del tuo pubblico.

Ecco un esempio. Non sono un fan di Walmart, ma a volte vado lì a stare nel mio budget, tuttavia, la maggior parte del mio pubblico non va e non ci andrà. Non farei una campagna per loro per questo motivo. Potrebbe venire un momento in cui li boicotterò completamente e non voglio quella campagna sul mio blog.

Se non sei sicuro dei tuoi valori o di dove non è chiaro dove impostare i limiti, è tempo di riflettere sul tuo pubblico di riferimento.

Pensa a tutte le marche con cui vuoi lavorare, determina se sono in sintonia con il tuo pubblico e restringi la selezione. Quindi scrivi i tratti che le marche emuleranno e postalo sul tuo media kit. Questo aiuterà a estirpare offerte che violerebbero i tuoi valori e impedire la tentazione di grandi campagne in dollari!

Assicurati che il marchio sia etico e affidabile.

Abbiamo discusso prima di cosa fare se ti trovi in ​​una brutta situazione - i marchi possono e fanno degli errori o svaniscono nel vento - ma prendere tempo per indagarli in anticipo è una buona idea. Prenditi il ​​tempo per scoprire se questo marchio ha la longevità e il potere o è già ben consolidato. Ricorda che il tuo post potrebbe durare a lungo dopo che se ne sono andati o sono stati pesantemente coinvolti in uno scandalo.

Supporta prodotti, cause e marchi in cui credi.

Condivido molti di questi con il mio pubblico perché credo in loro. A volte, è per un prodotto gratuito, a volte è a pagamento, a volte è per il baratto o altre volte è completamente gratuito perché ne sono appassionato. È per questo che blog per Silk - è un prodotto che utilizziamo regolarmente da anni e che ci ha reso la vita più facile.

Scrivere un post sponsorizzato autentico

Ho già scritto delle linee guida per scrivere un post sponsorizzato coinvolgente che i brand e i lettori adoreranno, ma ecco alcune cose da tenere a mente:

  • Il più grande consiglio che ho qui è non per scriverlo come un annuncio! Nessuno vuole leggere uno spot. "Acquista il prodotto x per curare tutti i tuoi problemi! In vendita solo questa settimana! Affrettati! "Non è il modo migliore per terminare un post. Ho * solo * letto un post come questo e ho premuto il pulsante "indietro" subito. Racconta la tua storia e lavora nel prodotto in modo organico.
  • Se lo sponsor vuole che tu faccia qualcosa di non etico o di spam, torni fuori dal progetto se non riesci a convincerli diversamente. (Puoi comunque uscire di nuovo.)
  • Obbedire alle leggi Non importa se ti pagheranno doppio o triplo per evitare "no follow" - e sì, ho avuto marche che offrono così tanto. Sempre dire no per evitare FTC, Google e leggi e regolamenti sui social media. Inoltre, fai attenzione se vogliono una revisione fuori sede, come Amazon, senza divulgazione - anche un no-no.
  • Mentre il tuo cliente può avere alcune linee guida, punti chiave e inviti all'azione da seguire, se fai un "copia e incolla" e poi modifichi il testo, sarà ovvio per il tuo lettore e infastidirà la marca.

Impostare i confini nella vita reale

La parte triste dell'articolo?

Quando la signora Massura scrive che il blogger non sta ancora guadagnando soldi veri, ma sta guadagnando il risentimento di suo marito e rendendo i suoi figli infelici.

Blogging CAN AND DOES influisce sulla tua vita. Può essere una dipendenza, specialmente quando quei pacchi arrivano a due passi. Sono tutto per una carriera nel blogging, ma so quando spegnere il computer e impegnarmi nella vita reale. Devi essere consapevole di quando la tua carriera sta rovinando le tue relazioni e se stai ottenendo un reddito molto basso da essa, potrebbe essere il momento di abbandonare le sponsorizzazioni

il tuo nome
Il tuo pubblico si fida ancora di te o ti vede come un "esaurito"?

Se sei uscito di pista

Se leggi l'articolo della signora Massura e credi di essere quella blogger, puoi tornare in pista.

Prima di tutto, prenditi una pausa dai post e le recensioni sponsorizzati. Si potrebbe anche voler considerare di postare senza collegamenti di affiliazione per un tempo pure. Questo non significa che devi fermare queste cose del tutto, ma devi prendere tempo per riportare il blog dove vuoi che sia. Quindi, confronta i pezzi "dal cuore" che avresti voluto scrivere e riempi il tuo calendario editoriale con loro. Fatti un favore e cancella le offerte in arrivo dalla tua email per un po '. Smetti di visitare i tuoi siti di "opportunità" e torna alle origini. Datti il ​​tempo di ritrovare la tua voce.

Se sei principalmente un blogger sponsorizzato

D'altra parte, potresti scoprire che preferiresti essere uno di quei blog che pubblica recensioni, omaggi e post sponsorizzati.

Esistono ancora, ma non posso garantire per quanto ancora rimarranno. È anche vero che marchi e società di pubbliche relazioni stanno iniziando a rendersi conto, come sottolinea la signora Massura, che troppe sponsorizzazioni riducono l'influenza di un blogger. La tua influenza appassirà e morirà, e i marchi si renderanno conto che i tuoi lettori non li stanno davvero guadagnando alcun ritorno sugli investimenti. In effetti, alcune campagne ora chiedono quanto spesso scrivi post sponsorizzati. Potrebbe non esserci un numero magico, ma ho sentito dai rappresentanti delle pubbliche relazioni che non più dello 20% dei tuoi post dovrebbe essere sponsorizzato. Se stai facendo buoni soldi e stai ottenendo un ottimo coinvolgimento, è difficile sostenerlo, ma tieni presente che avrai bisogno di un piano di backup per quando le sponsorizzazioni si esauriranno.

Riprendi il tuo blog

Spetta a te, il blogger, determinare quale livello vuoi coinvolgere con i marchi. Ricorda che i tuoi post sul blog non devono essere sponsorizzati in ogni momento - il tuo blog può perdere entrambi i lettori e influenzare.

Inoltre, puoi lavorare con i marchi in altri modi: attraverso i social media, eventi live o scrivendo sul loro blog. Siate creativi quando lanciate clienti su come potete aiutarli a prosperare e guadagnare un reddito senza uccidere il vostro blog.

A proposito di Gina Badalaty

Gina Badalaty è proprietaria di Embracing Imperfect, un blog dedicato a incoraggiare e assistere le mamme di bambini con bisogni speciali e diete con restrizioni. Gina ha scritto blog su genitori, allevare figli con disabilità e vivere senza allergie per oltre 12 anni. È un blog di Mamavation.com e ha firmato per grandi marchi come Silk e Glutino. Lavora anche come copywriter e ambasciatrice del marchio. Adora dedicarsi ai social media, viaggiare e cucinare senza glutine.

Collegare: