Come il blog ti mette a rischio (e come salvaguardare la tua privacy)

Articolo scritto da:
  • Suggerimenti per il blog
  • Aggiornato: Jun 20, 2019

Nell'era dell'informazione di oggi, i dati sono la nuova valuta.

Ogni azione che prendiamo online è raccolti, analizzati, acquistati e sfruttati ogni giorno.

Mentre i marketer che giocano con i big data potrebbero non sembrare un grosso problema, i dati possono anche essere usati come un'arma contro di te.

E il tuo blog ti espone a un rischio maggiore rispetto all'utente medio di Internet, motivo per cui la tua sicurezza e privacy online dovrebbe essere una delle maggiori preoccupazioni.

Non aspettare fino a quando non è troppo tardi: ecco come agire per salvaguardare la tua privacy oggi.

In che modo il blogging rischia la tua privacy e sicurezza?

Mentre tutti quelli che acquistano online o utilizzano i social media corrono dei rischi, il blogging ti apre alcuni pericoli specifici di cui dovresti essere a conoscenza.

Come blogger, stai rischiando:

1: il tuo blog

Potresti pensare che il tuo blog sia un bersaglio improbabile, ma considera le seguenti motivazioni comuni per gli aggressori:

  • hacktivism: Se fai blog su qualcosa di controverso (religione, politica, ecc.), Potresti essere preso di mira solo per quello.
  • Vandalismo: Il tuo sito potrebbe essere preso di mira solo per il divertimento o la sfida.
  • Estorsione: Alcuni aggressori terranno il tuo sito in ostaggio e prometteranno di ripristinarlo a un costo molto elevato. In realtà, questo tipo di attacco, utilizzando software chiamato "ransomware", è in aumento.
  • Concorso: Un concorrente potrebbe decidere di utilizzare tattiche subdole per livellare il campo di gioco.
  • Personale: Qualcuno nella tua vita potrebbe bersagliarti per motivi personali.

2: le tue finanze

Gli hacker che ottengono l'accesso alle tue informazioni personali tramite il tuo blog potrebbero essere in grado di sfruttare tali dati per accedere ai tuoi conti bancari.

Oppure, potrebbero avere abbastanza informazioni sulla tua identità per aprire credito nel tuo nome, massimizzare e lasciare che tu prenda il colpo sul tuo rapporto di credito quando il debito non è pagato.

3- La tua reputazione

Se il tuo blog è anonimo, qualcuno potrebbe mettere insieme la tua identità e usarla contro di te.

Se parli di dettagli sul tuo lavoro, potresti essere a rischio di azioni disciplinari al lavoro. A seconda del settore in cui lavori, potresti anche dover pagare multe salate - ad esempio, se lavori nell'industria medica negli Stati Uniti e hai scoperto di aver violato l'HIPAA (La legge sulla portabilità e responsabilità dell'assicurazione sanitaria di 1996) condividendo le informazioni sui pazienti, è possibile affrontare multe fino a $ 50,000 per violazione.

Mentre le leggi HIPAA potrebbero non essere applicabili a te, molti paesi e industrie hanno le loro leggi sulla privacy, quindi menzionare dettagli sul tuo lavoro potrebbe metterti nei guai.

4- La tua privacy e sicurezza personale

Come blogger, la tua sicurezza personale è a rischio.

Per esempio, se il tuo nome e le tue informazioni di contatto sono resi pubblici attraverso il tuo blog (che è più facile di quanto potresti pensare - vedi sotto), i rivenditori senza scrupoli possono ora sommergerti di spam, posta indesiderata e chiamate di telemarketing.

All'altro estremo dello spettro, la tua sicurezza personale - e persino la tua vita - potrebbe essere a rischio.

Il cyberbullismo non succede solo ai bambini - anche i blogger adulti sono spesso a rischio.

Le molestie, anche se contenute in Internet e non nella "vita reale", non sono uno scherzo e possono avere seri effetti emotivi e psicologici sulla vittima.

Blogger, scrittore freelance e assistente virtuale Sheri Levenstein Conaway è stato lì:

Che ci crediate o no, sono stata vittima di molestie da parte di mia sorella. Non entrerò nei dettagli del perché lo ha fatto, ma i suoi amici di un consiglio di amministrazione di MS hanno pubblicato commenti davvero terribili sul mio blog perché era arrabbiata con me.

Le mie impostazioni richiedevano l'approvazione da parte mia prima che i commenti venissero pubblicati, ma in qualche modo queste persone lo ignoravano.

Il blogging mette a rischio i molestatori che non solo rovineranno l'esperienza del blogging, ma potrebbero anche mettere a rischio la tua sicurezza.

Nel caso di ProBlogger's Darren Rowse, uno stalker ha persino iniziato a minacciare la sua sicurezza fisica:

I post negativi scritti su di me su un altro blog] sono stati sufficienti per innescare alcuni processi di pensiero estremo e ossessioni in questa persona che hanno portato a una catena di eventi intensificanti che sono passati da quello che inizialmente consideravo un innocuo troll di commenti, a una cyber-fastidio, a un produttore di minacce preoccupante, a quello che sfortunatamente divenne una situazione in cui c'era un attacco fisico sulla mia proprietà.

Come i dati possono cadere nelle mani sbagliate

1. La tua registrazione di dominio

Se hai registrato il tuo dominio per il tuo blog, le tue informazioni personali sono rese pubbliche per il mondo da vedere. Il tuo nome, indirizzo, indirizzo email e numero di telefono sono elencati pubblicamente nel registro dei domini pubblici Whois per essere visualizzati in tutto il mondo con una ricerca rapida.

2. La tua newsletter

La legge CAN-SPAM negli Stati Uniti richiede di elencare un indirizzo postale valido nella tua newsletter. Se hai iniziato una newsletter con GetResponse o un altro fornitore, visualizzeranno il tuo indirizzo postale nel piè di ogni email che invii.

3. Password non sicure / duplicate

A seconda del software che utilizzi per il tuo sito e della sicurezza delle tue password, gli hacker potrebbero potenzialmente utilizzare la tua password per accedere ai tuoi account su altri siti web. Se il tuo sito è compromesso, potresti potenzialmente perdere l'accesso a tutti i tuoi account online, inclusi i tuoi account email o bancari.

4. I tuoi post sul blog

La persona sbagliata potrebbe leggere tra le righe dei post del tuo blog per capire chi sei, dove vivi o dove lavori e utilizzare tali informazioni contro di te.

Sei modi per proteggere i tuoi dati personali come Blogger

Per fortuna, ci sono modi in cui puoi proteggere le tue informazioni e tenerti al sicuro:

1- Ottieni una casella postale

Se si utilizza l'e-mail marketing, è consigliabile avere un indirizzo postale separato da quello in cui si vive. Non vuoi che il tuo indirizzo di casa venga trasmesso a tutte le persone che si iscrivono alla tua newsletter. Verificare con l'ufficio postale locale l'apertura di una casella postale lì, o utilizzare un servizio come VirtualPostMail per scansionare la tua posta per te.

2: utilizza la privacy del dominio

Quando si registra un dominio, è più sicuro utilizzare la privacy del dominio. La maggior parte dei registrar online offre servizio di protezione della privacy del dominio per un costo annuale aggiuntivo (di solito da qualche parte intorno a $ 10-12 USD). Invece di elencare il tuo indirizzo personale e le informazioni di contatto nel database pubblico, le informazioni del tuo ospite saranno elencate.

3: ottieni un numero di Google Voice

Come blogger, puoi periodicamente avere la necessità di fornire il tuo numero di telefono a vari servizi, app o anche clienti con cui hai a che fare. Invece di distribuire il numero di telefono di casa o cellulare, ottenere un libero Google Voice numero da dare invece. (Sfortunatamente, Google Voice è disponibile solo negli Stati Uniti. Conosci qualche alternativa internazionale? Condividi nei commenti!)

4- Proteggi e proteggi il tuo sito web

Per proteggere il tuo sito da hacker e malware, è intelligente assicurarsi che sia sicuro e che tu abbia a disposizione un backup recente da ripristinare se qualcosa va storto. Qui su WebHostingSecretRevealed.net, usiamo iThemes Sicurezza e Block Bad Queries (BBQ) per stare al sicuro.

5- Usa password uniche e sicure per ogni sito

Se un hacker ottiene l'accesso alla tua password di WordPress, avranno accesso ad altri account? Resta al sicuro utilizzando password uniche e sicure per ogni singolo account. Un servizio di gestione password come KeePass aiuta.

6- Fai attenzione a ciò che dici

Fai molta attenzione a condividere i dettagli identificativi nei post del tuo blog, inclusi la tua pianificazione specifica, la posizione, i nomi o i dettagli sulla tua famiglia e i tuoi amici, ecc. Quando condividi storie, considera un po 'i dettagli confusi: cambia date, nomi, orari, luoghi, eccetera.

Bottom Line: Mantieni la sicurezza in mente quando blogging!

È vero che quando si tratta di molestie, la vittima non ha mai la colpa, ma ci sono dei passi da compiere per ridurre il rischio di Blogging e proteggiti da quelli con cattive intenzioni.

Sheri consiglia:

Le molestie in qualsiasi forma sono semplicemente inaccettabili, ma spetta a noi fermare i molestatori. Altrimenti, continuano e continuano a trovare nuove vittime. Sono persone tristi e distrutte che hanno un disperato bisogno di attenzione.

Penso che sia importante che le persone si rendano conto che le molestie possono provenire altrettanto facilmente da persone che conosci bene quanto da estranei. Per quanto riguarda un suggerimento, direi di mantenere rigide le tue impostazioni sulla privacy su blog e siti Web. Quando si tratta di social media, utilizzare queste impostazioni sulla privacy per eliminare immediatamente le molestie sul nascere. Disegna la tua linea nella sabbia e non tollerare nessuno che la attraversi. Abbiamo tutto il diritto di stabilire i nostri confini e aspettarci che vengano onorati.

Informazioni su KeriLynn Engel

KeriLynn Engel è un copywriter e stratega di content marketing. Ama lavorare con le aziende B2B e B2C per pianificare e creare contenuti di alta qualità che attraggono e converte il loro pubblico di destinazione. Quando non scrivi, puoi trovarla mentre legge fiction speculativa, guarda Star Trek, o suona fantasie di flauto di Telemann a un microfono aperto locale.

Collegare: