Pubblicità contestuale per i blogger - Pratiche etiche e pertinenza

Articolo scritto da:
  • Suggerimenti per il blog
  • Aggiornato: Nov 08, 2018

Come blogger, ci sono stati momenti in cui ho cercato più modi per monetizzare i miei blog non solo con post sponsorizzati e annunci della barra laterale. Sono sicuro che hai fatto lo stesso per cercare di aumentare le entrate del tuo blog. Pubblicità contestuale - indicato anche come pubblicità nel testo or collegamenti di contenuto in alcuni casi - si è rivelato il modo più semplice per generare un piccolo reddito passivo dal traffico del mio blog, poiché bastava inserire un link (o un codice di script) nei miei post esistenti e lasciare che i link mi facessero guadagnare.

Come ho scoperto, se fatto bene, la pubblicità contestuale giova anche al lettore. Infatti, come dice Pubblicità.com:

Link di contenuto forniscono annunci pertinenti ai visitatori che sono già impegnati con il contenuto del tuo sito e sono interessati alla nicchia che l'inserzionista sta prendendo di mira.

Esistono tipi di annunci contestuali 4 tra cui puoi scegliere:

  • Annunci testuali - link testuali tracciati ad altre risorse web, senza popup modali
  • Annunci pop-up - collegamenti testuali che mostrano popup modali al passaggio del mouse
  • Banner pubblicitari - annunci statici, animati o video inclusi nei tuoi post
  • Collegamenti di affiliazione - link testuali o basati su banner che contengono codici di affiliazione (i tuoi o l'inserzionista) che ti fanno guadagnare una commissione quando qualcuno effettua un acquisto utilizzando il codice.

Puoi anche utilizzare tutti e quattro i tipi di annunci contestuali, se lo desideri. C'è anche un altro aspetto dei link ai contenuti, e si tratta di alcune questioni grossolane nella pubblicità che devi trattare con attenzione. Questa guida è qui per aiutarti a prendere decisioni importanti su come visualizzare annunci di link contestuali sul tuo blog in relazione a UX, etica e pertinenza.

Intrusivo o confidenziale?

Questioni critiche nella pubblicità contestuale per i blogger Gli annunci contestuali dinamici basati su script come quelli forniti da Kontera, InfoLinks e Chitika possono essere invadenti per la privacy dell'utente, perché traccia non solo i clic dell'utente, ma anche il comportamento e la navigazione attività attraverso il tuo blog e altri siti Web. Al contrario, i collegamenti statici sono più rispettosi della privacy e non tengono traccia degli utenti. Anche quando lo fanno, il tracciamento è limitato ai clic e alla loro destinazione. Ci sono due linee guida di buon senso da seguire:

  • Assicurati che gli utenti ti diano il "go ahead" per gli annunci dinamici, poiché saranno più propensi ad accettare i tuoi annunci e ritengono di essere un blogger affidabile che non metterà intenzionalmente a rischio i propri dati. Puoi farlo con sondaggi sul sito, la tua mailing list o con finestre di dialogo modali che chiedono ai tuoi visitatori se vogliono abilitare gli annunci (o disabilitare i dispositivi di blocco degli annunci) nei loro browser. (Ulteriori informazioni su questo più avanti nella guida).
  • Se si utilizzano collegamenti statici, inserirli dove hanno più senso con il contenuto del blog e diversificarli dai collegamenti regolari con CSS personalizzati.

In ogni caso, avere una politica sulla privacy dove gli utenti possono sapere quale tipo di annunci autorizza sul proprio blog e informarli di eventuali rischi per la privacy legati al caricamento, alla visualizzazione e al clic degli annunci. Ho chiesto a un collega blogger - Christopher gen Benitez - cosa pensa delle problematiche legate agli annunci contestuali, e questa è la risposta che mi ha dato:

Per quanto riguarda gli annunci dinamici, il problema è pertinente. Ancora una volta, si occupa anche di come questi tipi di annunci possono contribuire a rendere i tuoi contenuti più utili a lungo termine.

C'è anche il tuo pubblico di riferimento di cui devi preoccuparti: li vedi come preziosi lettori dei tuoi contenuti o vuoi semplicemente attirarli facendo clic sui tuoi link?

A mio parere, a meno che tu non stia ottenendo migliaia e milioni di visualizzazioni sul tuo blog, quindi utilizza annunci statici anziché annunci dinamici. È troppo sconvolgente perché i link appaiono a caso e in realtà non forniscono tanto valore rispetto agli annunci statici, dove puoi controllare le variabili su dove e come apparirà il tuo link sul post.

Il problema di divulgazione

Questo di solito non è affatto un problema con annunci contestuali dinamici. Come puoi vedere in questa schermata di EarnWithAWebsite.com, il sistema di annunci dinamici di InfoLink diversifica automaticamente gli annunci dai link regolari:

Esempio da EartnWithAWebsite.com: Link InfoLink VS. Collegamenti regolari
Esempio da EartnWithAWebsite.com: Link InfoLink VS. Collegamenti regolari

In questo blog, i collegamenti blu sono collegamenti regolari, mentre i collegamenti arancioni con un bordo inferiore punteggiato sono annunci contestuali. Il caso per i collegamenti statici è un po 'diverso.

Per esempio:

Esempio: gli annunci statici NON sono interessati dal software AdBlock Plus
Esempio: gli annunci statici NON sono interessati dal software AdBlock Plus

Questi sono tutti banner statici sul mio blog n0tSEO.com e puoi notare immediatamente due cose:

  • Gli stendardi non recano autoritratti. Sono posizionati in modo editoriale in questo caso, quindi non c'è bisogno di un disclaimer. Tuttavia, se volessi averne uno, dovrei scriverlo da solo.
  • Mentre AdBlock è stato attivato quando ho preso lo screenshot, il software non ha riconosciuto questi banner come pubblicità, poiché non sono basati su script.

Gli annunci contestuali dinamici sono infatti già mostrati con il loro stile e la divulgazione da parte di terzi, ma gli annunci statici richiedono l'aggiunta manuale di questi due livelli di divulgazione:

  • Stile CSS per diversificare questi link e banner da altri link e grafici sul tuo blog
  • Disclaimer sul posto e sul posto per avvisare gli utenti della presenza di pubblicità e di cosa aspettarsi

"I blogger devono contrassegnare i contenuti sponsorizzati per mantenere gli standard etici e la fiducia dei lettori", ha affermato Ivan Dodig, editore di The Art of Tourism. "Con contenuti sponsorizzati non contrassegnati, allontani il [tuo] pubblico". Il formato di divulgazione che usi non ha importanza, e "potrebbe essere sotto forma di [a] banner o solo [a] note di testo", come Dodig dice, purché comunichi ai tuoi lettori la natura di tali collegamenti. Anche le leggi internazionali lo impongono tutte le relazioni pubblicitarie vengono divulgate al pubblico.

Il problema con gli ad-blockers

Secondo un rapporto di blocco degli annunci 2015 di Business Insider, il numero di utenti di blocco degli annunci globali è passato da 121 a 181 milioni da 2014, una tendenza che preoccupa l'industria della pubblicità e dell'editoria.

"A partire da giugno 2015", afferma il rapporto del grafico statistico, "c'erano 198 milioni di utenti attivi mensili per le principali estensioni del browser che bloccavano gli annunci". Tuttavia, dal punto di vista del lettore, queste statistiche potrebbero significare un fenomeno completamente diverso.

Come commentatore alla pagina Business Insider sopra collegata, ho scritto:

Adblock è nato perché i siti Web hanno completamente abusato dell'esperienza degli spettatori. Ogni sito web che visito, il mio contatore di blocchi di annunci mostra sempre un numero maggiore di 10. È pazzesco quanti annunci pop-up in-face e video di riproduzione automatica ci sono. (...) Uso il blocco degli annunci su forbes perché il loro sito Web è noto per gli annunci pop-up. È così brutto che la pagina non si carica nemmeno. Quindi, quando ora visito, non mi lasciano leggere i loro articoli se non disattivo il blocco degli annunci. Beh indovina un po ', non leggo più forbes. Peccato. Hai perso un lettore perché hai rovinato così tanto l'esperienza dell'utente.

Quindi ti invito a considerare i tipi di annunci che offri sul tuo blog e i motivi per cui gli utenti potrebbero scegliere di bloccarli.

Il modo più semplice è quello di creare un sondaggio sul tuo blog o di distribuire un sondaggio ai tuoi visitatori e abbonati, chiedendo se hanno paura degli annunci o se hanno riscontrato pubblicità dannose che rendono il tuo blog non sicuro per la navigazione.

Se si utilizzano annunci dinamici basati su script (ad esempio InfoLink), è possibile implementare un disclaimer basato su cookie che rileva i blocchi di annunci e visualizza un messaggio che chiede ai lettori se sarebbero così gentili da consentire la pubblicazione di annunci sul proprio blog in cambio di soddisfare.

Per i blog basati su WordPress, è disponibile un plugin gratuito adBlock Alerter questo lo fa per te.

Un altro modo per aggirare il problema e ridurre i lettori paura del codice malevolo negli annunci - è usare collegamenti statici con contatori. Questo metodo è stato usato spesso in passato (ed è ancora usato) con link di affiliazione, per tenere traccia dei clic e dei loro referrer, quindi è ancora una buona alternativa agli annunci dinamici.

Gli annunci statici, dopo tutto, funzionano come link di affiliazione: sono semplici collegamenti, senza script, quindi non attivano azioni dal software di blocco degli annunci.

IZEA utilizza questo metodo con i link degli inserzionisti all'interno dei post sponsorizzati, ma puoi anche consigliarti inserzionisti diretti per tracciare clic e conversioni con Google Analytics e un servizio come Bit.ly, o utilizzare sistemi proprietari come Linktrack (gratuito e pagato). Potresti voler aggiungere queste informazioni al tuo media kit.

Annunci contestuali nei tuoi messaggi ... e messaggi degli ospiti?

Sì, vorrai inserirli sia nei tuoi post che nei post degli ospiti sul tuo blog, ma desideri analizzare i due casi distinti per gli annunci dinamici e gli annunci statici.

Vediamo prima il caso degli annunci statici e, ad esempio, supponiamo che tu permetta ai blogger ospiti di includere uno o più link di affiliati o prodotti nei loro post.

Quando ricevi una richiesta da un inserzionista che cerca di allegare un link contestuale alle parole chiave del tuo scrittore ospite e quel link va a un sito web che è un diretto concorrente del marchio dello scrittore, lo scrittore potrebbe sentirsi tradito e porre fine alla relazione con te, oppure anche chiederle di restituire il post degli ospiti affinché lei lo pubblichi altrove poiché stavi per rovinare il suo messaggio di marca con quell'annuncio link. Non vuoi che ciò accada!

Le relazioni di Blogger sono troppo preziose per ostacolarle per un annuncio di piccole dimensioni.

Il modo più sicuro per pubblicare annunci contestuali statici nei post degli ospiti è contattare lo scrittore e far loro sapere che c'è un'opportunità per te di includere un link a pagamento nei loro post a un determinato marchio. Quindi chiedi allo scrittore se potrebbe sorgere un conflitto di interessi dal posizionamento dell'annuncio e come si sentono riguardo alla questione. Sia che tu ottenga un "sì" o un "no" come risposta, avrai confermato la fiducia dello scrittore e potrebbero voler contribuire nuovamente al tuo blog in futuro.

Gli annunci dinamici inseriscono automaticamente i collegamenti nei tuoi post, quindi a meno che tu non crei una categoria "Messaggi degli ospiti" e la escluda dalle impostazioni del software o rifiuti completamente l'annuncio del collegamento, non ci sarà nulla che tu possa fare per il posizionamento. Tuttavia, in tal caso, i blogger ospiti sapranno già che stanno contribuendo a un blog che pubblica annunci dinamici. Se non lo fanno per qualche motivo, contatta questi blogger e informali.

Come regola generale, si desidera assicurarsi che non si verifichino conflitti di interesse con le risorse collegate e i messaggi di brand che il writer ospite ha inserito nel corpo del post.

Oltre l'etica: questo è rilevante?

Uno dei maggiori problemi di pubblicità è che le pubblicità devono avere senso nel contesto della pagina su cui sono posizionate. Quando si tratta di post sul blog, la rilevanza è fondamentale: ogni link che tu o gli inserti degli script pubblicitari nel contenuto devono lavorare a vantaggio sia del lettore che dell'inserzionista. Chiedilo a te stesso: Questo link aggiunge valore?

Questo è essenziale: se il link non aggiunge valore ai tuoi contenuti, non posizionarli.

Idealmente, il tuo inserzionista dovrebbe conoscere meglio, ma a volte ciò non accadrà perché un inserzionista potrebbe concentrarsi troppo sul posizionamento delle parole chiave anziché sulla pertinenza contestuale, quindi dovrai intervenire e provare a cambiare le cose a favore dei lettori del tuo blog. Il post di Advertise.com che ho menzionato in precedenza afferma che i collegamenti dei contenuti

(...) sono sempre rilevanti per il contenuto delle pagine su cui appaiono, offrendo all'utente un link a un prodotto o una pagina correlata al contenuto a cui hanno già mostrato interesse.

Il fatto è che dovrebbero essere sempre rilevanti - da qui l'aggettivo "contestuale" - ma:

  • quando l'inserzionista mette le parole chiave prima del contesto,
  • quando il blogger gli dà un pass per guadagnare soldi,
  • quando lo script dell'annuncio è configurato male,

... quindi sia tu che l'inserzionista rischiano di alienare i lettori, diminuendo la loro fiducia nel blogger e nella fonte collegata.

Ad esempio, il bingo è un buon tema pubblicitario per un blog genitoriale?

Tornando a 2014, ho trovato un modo per rendere quel tipo di collegamento adatto a uno dei miei blog per i genitori quando ho parlato di giochi che possono giocare mamme e papà per alleviare lo stress. Da quando ho controllato personalmente il sito web dell'inserzionista e l'ho trovato sicuro per qualcuno che vuole giocare in modo moderato e sicuro (che è l'unico che si adatta alla mia etica personale), l'inserzionista e io abbiamo fatto un accordo. Tuttavia, quel post ha funzionato perché era per i genitori genitori, non per il bambino. Se il mio blog riguardasse solo la cura dei bambini, ti assicuro che non ci sarebbe stato un modo per farlo funzionare in termini di pertinenza!

Una parola di cautela con l'argomento che si estende agli annunci di benvenuto

L'ho fatto quando ero meno esperto come blogger sponsorizzato prima di 2010, ma ho imparato a mie spese che lasciare che gli inserzionisti mi convincessero a interrompere il bilancio generale degli argomenti del mio blog solo in modo che potessero inserire un collegamento contestuale o farmi scrivere un i post sponsorizzati su un determinato argomento non erano affatto giusti, né saggi. Il mio pubblico ha iniziato a sentirsi disconnesso dal contenuto che stavo fornendo e alla fine ho pagato le conseguenze. (Ed era solo un blog personale! Pensaci due volte quando si tratta del tuo blog di nicchia da cui guadagni.)

I link contestuali dovrebbero anche avere un senso in termini di società a cui collegarsi e cosa fare per evitare di allontanare i lettori. Ananya Debroy di TechSling mette i pericoli di non farlo in una lista semplice:

1. Il posizionamento di tali annunci nel mezzo del testo potrebbe infastidire gli utenti che navigano nel contenuto 2. Il posizionamento di annunci della concorrenza insieme ai propri annunci [confonde] 3. Distrarre le persone dal concentrarsi su contenuti importanti

I punti chiave qui sono il fastidio dell'utente, gli annunci della concorrenza e la distrazione del lettore. Presta attenzione a questi tre pericoli.

Come gestire i lettori scettici

Alcuni lettori prenderanno la divulgazione in linea per collegamenti contestuali statici (ad es. Link di affiliazione) nel modo sbagliato, evitando del tutto questi collegamenti. Un esempio è blogger Oranckay, che ha scritto sul perché toglie i parametri di affiliazione da qualsiasi link di affiliazione in cui si imbatte:

Bene, sto dando la società che vende il prodotto o che gestisce il sito più soldi. (Dal momento che non devono pagare l'affiliato), inoltre, non apprezzo il lavoro svolto dall'affiliato nel raccomandare il sito o il prodotto a me.

E che dire James Farmer di WPMU DEV sul perché non gli piace i link affiliati?

Perché li odio? Bene, in primo luogo, perché corrompono e distruggono il web. Sul serio.

Christopher J. Benitez ha condiviso consigli intelligenti in questo senso, lavorando per la fiducia dei tuoi lettori quando diventano eccessivamente scettici sui tuoi collegamenti:

Vuoi che le persone facciano clic sul tuo link di affiliazione e li convertano in acquirenti in modo da poter guadagnare la commissione. Tuttavia, questo sarà difficile se ti viene richiesto di informare i tuoi lettori che i tuoi collegamenti sono link di affiliazione. Dicendo che i link provengono da siti affiliati, interrompono il flusso dei tuoi contenuti e possono scoraggiare i visitatori dal cliccare su uno qualsiasi dei tuoi link. Esistono due modi per gestire gli annunci statici per migliorare il flusso dei contenuti e non interrompere l'esperienza dell'utente.

  1. Crea un messaggio sul piè di pagina o sulla pagina dei termini e condizioni in cui i tuoi post potrebbero contenere link di affiliazione in modo da non doverlo menzionare costantemente nei tuoi contenuti. Un esempio di questo è Blogging in Paradise di Ryan Biddulph.
  2. Sii degno di fiducia Se le persone si fidano e ti credono, compreranno da te anche se dici che ci sono collegamenti di affiliazione nel tuo sito. Questo probabilmente richiederà molto lavoro - networking, costruzione di relazioni con altri blogger, solo per citarne alcuni - ma è il modo migliore per ottenere il massimo dai tuoi annunci statici.

Potresti anche voler leggere Carol Tice's Come un blogger ha smesso di succhiare alle vendite di affiliazione e Amy Lynn Andrews Stai divulgando correttamente? inviare.

Takeaways

Ci sono diversi suggerimenti da questa guida:

  • Gli annunci di link contestuali offrono buone opportunità per generare entrate passive secondarie dal tuo blog.
  • Possono aggiungere valore ai tuoi contenuti se si tiene in vista la pertinenza, si gioca eticamente e si comunicano eventuali problemi di pertinenza ai propri inserzionisti.
  • Fai attenzione quando ti iscrivi a piattaforme pubblicitarie dinamiche come InfoLink o Kontera, perché il sistema pubblicitario che usano traccia gli utenti sul tuo blog e al di fuori di esso, aggiungendo problemi di privacy e sicurezza che i tuoi visitatori potrebbero non voler tollerare.
  • Usa annunci dinamici quando il pubblico del tuo blog è cresciuto a migliaia. Usa annunci contestuali statici (link e / o banner) se hai meno di 1,000 visitatori al giorno.
  • Se il tuo pubblico è fortemente consapevole della privacy e della sicurezza e ci sono grandi possibilità che usino i sistemi di blocco degli annunci, optare per gli annunci contestuali statici.
  • Mettiti in contatto con i blogger ospiti che hanno contribuito al tuo blog prima di accettare la richiesta di un inserzionista di inserire un annuncio di collegamento contestuale all'interno del loro post (per annunci statici) o far sapere agli scrittori che esegui software che inserisce automaticamente annunci di collegamento contestuale in tutti i tuoi post ( per annunci dinamici).
  • Divulgare relazioni pubblicitarie e avere una politica sulla privacy in atto è un must per conquistare la fiducia dei tuoi lettori e rispettare le leggi internazionali.
  • Fai attenzione che i tuoi annunci non distrarranno i tuoi lettori, infastidiranno i visitatori per la prima volta e metteranno i concorrenti sulla stessa pagina.
  • Ultimo ma non meno importante, non compromettere l'equilibrio d'attualità e la pertinenza del tuo blog per il bene di un inserzionista.

Un buon metodo per evitare problemi è quello di interrogare i visitatori almeno una volta all'anno per conoscere i loro sentimenti nei confronti degli annunci contestuali nei tuoi post e di qualsiasi altro annuncio che potresti pubblicare sul tuo sito web.

Se i reclami e gli oppositori sono più numerosi degli aspetti positivi, potrebbe essere meglio ripensare la tua politica pubblicitaria.

A proposito di Luana Spinetti

Luana Spinetti è una scrittrice e artista freelance con base in Italia e una studentessa di informatica. Ha conseguito un diploma di scuola superiore in psicologia e pedagogia e ha frequentato un corso annuale 3 in Comic Book Art, da cui si è laureata su 2008. Come una persona sfaccettata come lei, ha sviluppato un grande interesse per SEO / SEM e Web Marketing, con una particolare inclinazione ai Social Media, e sta lavorando a tre romanzi nella sua lingua madre (italiano), che spera di pubblicare indie presto.