Migliori pratiche di blogging per blog senza scopo di lucro

Articolo scritto da:
  • Suggerimenti per il blog
  • Aggiornato: Dec 05, 2019

Un blog è molto più di un modo per pubblicare statistiche e comunicati stampa sulla tua azienda. Infatti, usato correttamente, il blogging per il non profit può essere uno strumento indispensabile per rafforzare ulteriormente il marchio del tuo business e iniettare anche un po 'di umanità.

Se vuoi provare i blog per beneficenza, ci sono un paio di pratiche che devi adottare per rendilo il miglior blog può essere.

Non dovrebbe sorprendere il fatto che molte idee di blog non profit siano simili per i blog in generale. Questo perché, in ultima analisi, se stai cercando di essere uno dei blog senza scopo di lucro o no, è tutto sulla creazione di contenuti che risuonano con i tuoi lettori.

Quindi iniziamo!

7 Migliori pratiche di blogging per organizzazioni non profit con esempi

1. Comunicare con i tuoi utenti

The il più grande errore di blogging che la maggior parte delle persone non profit ha l'obbligo di non interagire con il proprio pubblico / utenti. Un blog non è solo un luogo in cui puoi pubblicare articoli sulla tua iniziativa benefica e sui risultati aziendali, ma può anche essere un luogo in cui comunicare direttamente con il tuo pubblico.

Quando metti un post sul blog o un articolo, chiedi al tuo pubblico cosa ne pensano. Fare così non solo inizierà un dialogo tra te e i tuoi utenti, ma umanizzerà anche la tua organizzazione. Se stai bloggando per beneficenza, dare al tuo staff una voce aiuta a ricordare agli utenti che le persone che gestiscono la tua organizzazione o il tuo business sono persone reali e non solo alcune macchine aziendali.

Esempi di vita reale

Utilizzo di marketing online, pubbliche relazioni e social media, M + R è uno dei migliori blog non profit che non solo comunica con i suoi utenti, ma chiede anche direttamente il loro aiuto.

M + R è un'organizzazione no-profit di social media che aiuta altri non profit a ottenere riconoscimento per la loro causa.

Ogni anno eseguono il "Studio dei benchmark"Che è un enorme studio sulle organizzazioni non profit che è riuscito con successo a sensibilizzare e raccogliere fondi per sostenere i loro programmi. Per ottenere più dati possibili, M + R sta contattando i suoi lettori per contribuire al loro Studio 2019 facendo volontariato per partecipare al loro sondaggio.

E, per coloro che hanno partecipato allo studio, M + R fornirà un'analisi individualizzata della propria organizzazione e la confronterà con altre organizzazioni di dimensioni e tipo simili. Questo è un ottimo esempio di coinvolgimento con il pubblico e incoraggiamento a partecipare per una buona causa.

2. Assumi scrittori o ottieni guest blogger

Mantenere un programma di blog coerente può essere travolgente, specialmente se lo stai eseguendo da solo. Se hai problemi a trovare idee di blog senza scopo di lucro, assumere una persona freelance o uno stagista per scrivere per te potrebbe essere la soluzione.

Con un team di scrittori, puoi facilmente diffondere i tuoi compiti di blogging per ridurre il carico di lavoro. Inoltre, lo fa pianifica i tuoi post sul blog molto più semplice assegnando a ciascun utente un articolo al mese o impostando una quota per la tua squadra.

Se non sei ancora pronto per espandere il tuo team di scrittura, puoi anche optare per i guest blogger per contribuire al tuo blog. Che si tratti di elettori, membri del consiglio di amministrazione, volontari o esperti del settore, l'utilizzo di un blogger ospite offre un sacco di vantaggi.

Oltre ad avere più contenuti del blog (che non è necessario scrivere da soli), i guest blogger possono portare nuove prospettive che non si potrebbero prendere in considerazione. Se sono sostenitori, potrebbero condividere storie personali relative alla tua causa o come la tua organizzazione li ha aiutati. Inoltre, è più probabile che condividano il loro lavoro sulla rete, aumentando ulteriormente la credibilità e la copertura.

3. Mostra i tuoi autori

L'unico scopo di avviare un blog senza scopo di lucro è quello di mostrare un lato umano alla tua organizzazione e di evitare il tipico approccio alla consapevolezza o alla ricerca di donazioni. Non solo mostrare la paternità dei tuoi contenuti umanizza la tua organizzazione, ma permette anche ai tuoi lettori di dare un volto al tuo blog, il che li rende più facilmente riconoscibili.

Il modo più semplice per farlo è aggiungere le biografie dell'autore ai post del tuo blog. Puoi anche fare un ulteriore passo avanti pubblicando articoli che mettono in risalto personale, scrittori e persino volontari nella tua organizzazione.

Esempi di vita reale

NonProfit Pro aggiunge una foto a tutti i post del blog per mostrare i loro autori.

Non profit Pro è una grande risorsa per i professionisti senza scopo di lucro, ma il modo in cui evidenziano i loro contributori è un ottimo esempio di mostrare i tuoi autori. Non appena carichi la loro pagina del blog, vedrai l'immagine dell'autore insieme all'articolo. Scorri verso il basso per vedere l'intera immagine dei blogger dello staff, che puoi cliccare per vedere maggiori informazioni.

Anche se stai bloggando per beneficenza, se i tuoi lettori non possono vedere le persone che costituiscono la tua organizzazione non profit, sarà difficile per loro collegarsi a un'organizzazione senza volto.

4. Condividi storie avvincenti

Se vuoi che i tuoi post sul blog si connettano ai tuoi lettori, devono essere in grado di invocare emozioni potenti. Il modo migliore per farlo è quello di condividere storie personali e avvincenti sulla tua organizzazione non profit.

Raccontare queste storie tramite video o contenuti visivi è anche un ottimo modo per ispirare e informare il tuo pubblico.

Esempi di vita reale

Eddie Vedder condivide la sua storia su EB e su come sostiene la causa.

EB Research Partnership ha lanciato una campagna video chiamata "Causa L'onda", Che offre agli spettatori uno sguardo ravvicinato e personale di tre persone che vivono con EB. Attraverso il video, EBRP è riuscito a creare una potente connessione con i suoi spettatori mostrando le personalità delle vittime di EB.

Inoltre, hanno anche Eddie Vedder di Pearl Jam, che è anche membro del consiglio di EBRP, condividere la sua storia su come e perché ha adottato la causa come sua, per dare più peso all'organizzazione.

Naturalmente, se non sei in grado di realizzare video, i contenuti visivi come illustrazioni o persino infografiche possono essere un ottimo modo per comunicare i tuoi scopi no profit in modo convincente. Ricorda solo che la base di tutte le tue idee di blog senza scopo di lucro dovrebbe ruotare attorno a contenuti che siano convincenti.

5. Metti un riflettore sui tuoi volontari

Proprio come è importante sottolineare la causa della tua organizzazione non profit e del suo staff, è altrettanto importante mettere in risalto i tuoi volontari.

Se ci sono persone che fanno volontariato per la tua causa, sia che si tratti di raccolte di fondi, di membri di un comitato o di blogger ospiti, è importante evidenziarle di tanto in tanto e mostrare come hanno aiutato la tua organizzazione.

Il vantaggio di mettere sotto i riflettori i tuoi volontari è che: A. Convalida i tuoi volontari per il tempo e lo sforzo che hanno messo; B. Ispirerai gli altri a essere coinvolto; C. Le persone hanno maggiori probabilità di condividere i loro sforzi di volontariato con i loro amici e familiari, il che aiuta a diffondere la consapevolezza e portare le persone al tuo blog.

Esempi di vita reale

I PAW festeggiano i loro volontari dando una pagina dedicata a loro.

ZAMPE è un ottimo esempio di come mostrare ed evidenziare i tuoi volontari. Non solo elencano chi sono i loro volontari dell'anno, ma tengono anche un Voluntaryer Appreciation Party per celebrare i loro volontari.

Non devi andare fino a un evento per celebrare i tuoi volontari. Un semplice post sul blog o anche un video (proprio come questo dalla Pet Alliance of Greater Orlando) che ringrazia e riconosce che i tuoi volontari sono più che sufficienti.

6. Riutilizzare e riutilizzare il contenuto

Quando fai il blogging per beneficenza, c'è un'alta probabilità che ti imbatti in una serie di domande frequenti dei tuoi visitatori. La maggior parte delle volte, queste domande probabilmente hanno già risposte predefinite, ma il tuo pubblico non sa dove trovarle.

Qui è dove riutilizzare e riutilizzare i vecchi contenuti come nuovi post del blog possono aiutare a risolvere questi problemi. Mentre una pagina delle domande frequenti è utile per queste occasioni, la creazione di un post sul blog ti consente di rispondere a domande o argomenti specifici e di approfondire i dettagli.

Domande come "Come faccio a far crescere il mio blog no-profit?" O "Quali strategie di scrittura dovrei sapere come raccolta fondi?" Sono idee per il blog senza scopo di lucro che puoi esplorare. Puoi persino scrivere articoli che approfondiscono il tuo settore spiegando i termini, elencando le risorse o mettendo in evidenza esperti o blogger.

Questi argomenti sempreverdi sono relativamente facili da scrivere e possono esistere per sempre sul tuo blog. Inoltre, se lo hai ottimizzato per i motori di ricerca, sarà più facile per gli utenti trovare le informazioni quando lo cercano.

7. Non dimenticare di scegliere un buon web host

Sebbene il tuo blog non profit possa avere contenuti accattivanti e offrire tonnellate di informazioni al tuo pubblico, tutto ciò non ha senso se non puoi mantenere il tuo blog (e il tuo sito web) online in modo coerente.

Uno dei più grandi errori che spesso fanno molti blog senza scopo di lucro è non fare web hosting una priorità quando hanno iniziato. Questo porta a un sacco di mal di testa lungo la linea quando il provider di hosting non è in grado di gestire un aumento del traffico e / o va giù spesso a causa delle terribili prestazioni del server.

È sempre una buona idea ricerca che è la migliore società di hosting per te prima di lanciare il tuo blog no-profit.

Alcuni degli ingredienti chiave per un buon web host includono tassi di uptime consistenti (99.95% e superiori), ricchi di funzionalità (archiviazione SSD, installazione 1-clic, ecc.), Interfaccia utente amichevole, società stimabile e prezzi convenienti.

Come organizzazione non profit, probabilmente dipendi dalle donazioni per gestire il tuo sito web, ma ciò non significa che devi scegliere l'host più economico in circolazione. Investi in un fornitore di servizi di hosting di qualità in modo da non doverti preoccupare che il tuo blog non profit entri offline.

In sintesi

Gestire un blog per beneficenza è una nobile causa, ma sarà meglio se riuscirai a rendere il blog un successo. Leggi e segui le migliori pratiche di blogging che abbiamo elencato sopra sarai sicuro di portare il tuo blog non profit da base a movimento.

Informazioni su Azreen Azmi

Azreen Azmi è uno scrittore con un debole per scrivere sul content marketing e sulla tecnologia. Da YouTube a Twitch, cerca di rimanere in contatto con le ultime novità nella creazione di contenuti e di trovare il modo migliore per commercializzare il tuo marchio.

Collegare: